Creato Archivio
IL CASO

Un articolo de La Stampa sintetizza la propaganda ideologica attorno al fenomeno della migrazione: si preannuncia la fuga in massa dal Sahel a causa del riscaldamento globale e della mancanza di contraccettivi per frenare la crescita della popolazione. Un cumulo di sciocchezze facilmente smentibili, perché la siccità si trasforma in carestia a causa di guerre, conflitti tribali, corruzione, negligenza. 

di Riccardo Cascioli
Africa, carestia

MEDICINA

Nel dibattito sui vaccini si sono purtroppo inseriti gli anti-vaccinisti. Il loro numero è sorprendentemente elevato e sono molto attivi online. Hanno un approccio anti-scientifico e usano toni violenti. Sottovalutano il pericolo delle malattie e ne ritengono debellate alcune, come la polio e il vaiolo, che in Africa e Asia sono endemiche.

di Anna Bono
Vaccini

L'IDEOLOGIA DELL'AMBIENTALISMO

Da qualche anno la Giornata dell'Ambiente sta diventando la principale liturgia di quella nuova “religione di Stato” della globalizzazione che è ormai divenuto l’ambientalismo. Facendo leva sull’ambiente, bene tipicamente indivisibile, si va così a riproporre il mito, già in precedenza catastroficamente fallito, dell’economia pianificata e quindi della dittatura illuminata dei pianificatori. E’ una trappola in cui  sarebbe meglio cercare di non cadere.

di Robi Ronza

ACCORDI DI PARIGI

«Gli accordi di Parigi non riguardano tanto il clima quanto il vantaggio finanziario che altri paesi guadagnerebbero sugli Stati Uniti». Così il presidente americano Donald Trump ha deciso di sfidare apertamente l'ideologia ecologista e le pretese di Unione Europea, Cina e India. Pronto a nuovi accordi ma che non penalizzino gli Stati Uniti. Infranto il tabù, ora si deve sperare che altri governi prendano l'esempio e abbandonino e abbandonino una politica che non ha basi scientifiche.

- ALLA BALLA DEL CLIMA L'AMERICA NON HA MAI CREDUTO, di Marco Respinti
- ACCORDI DI PARIGI, PIU' FUMO CHE ARROSTO, di Riccardo Cascioli
- PAGARE I POVERI PERCHE' RESTINO POVERI, di Stefano Magni

di Riccardo Cascioli

DA KYOTO A PARIGI

Malgrado le roboanti dichiarazioni delle amministrazioni Clinton e Obama gli Stati Uniti non hanno mai ratificato alcun accordo internazionale sui cambiamenti climatici. Addirittura sul Protocollo di Kyoto, l'allora vice-presidente Gore, grande sostenitore del Protocollo, fu sconfitto all'unanimità dal Senato.

di Marco Respinti

SCIENZA

Uno studio pubblicato da due genetisti smonta il postulato secondo cui l’evoluzione avanzerebbe per effetto di una selezione naturale che a livello genetico premierebbe le caratteristiche più adatte alla sopravvivenza costringendo quelle meno adatte all’estinzione: si comporta invece in modo contrario. Colpo al cuore del dogma evoluzionista centrale. 

di Marco Respinti

CENTRO-DESTRA

Chi non ama gli animali? I due terzi degli italiani possiedono almeno un animale domestico. Silvio Berlusconi punta su questa moda e appoggia la fondazione del Movimento Animalista dell'ex ministro Michela Vittoria Brambilla. Ma al di là delle mode, quali sono le proposte? Promuovere i diritti degli animali, anche a scapito di quelli umani. Dovremmo rinunciare a diverse nostre libertà. Perché?  

di Stefano Magni

DECRETO LORENZIN

L'Italia diventa l'unico paese d'Europa in cui diventa obbligatorio sottoporre i figli a ben 12 vaccinazioni. E’ lo Stato che decide cosa fa bene ai figli, non i loro genitori. E se questi si mettono di traverso alla macchina statale delle aziende sanitarie, ecco scattare le sanzioni, le punizioni “correttive” dei reprobi.

di Paolo Gulisano

IL CASO

«Il topo è ucciso dal gatto per conservare il bene dell’universo. Questo è infatti l’ordine (buono) dell’universo: che un animale viva (si nutra) dell’altro». Così scriveva san Tommaso d'Aquino spiegando che gli animali sono subordinati all'uomo e l'uomo a sua volta è subordinato a Dio.

di Riccardo Barile

Area Riservata Video »
20
Lug
Sant'Apollinare vescovo


SCHEGGE DI VANGELO

Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero». (Mt 11,28-30)



Gesù maestro

Tanta sollecitudine della Chiesa per i poveri non va intesa in senso sociologico o politico. Essere sotto una certa soglia di reddito non garantisce il Paradiso. C'è una povertà morale, intellettuale e spirituale che precede quella materiale e ne è causa. Perciò la Chiesa aiuta i poveri non solo con la Caritas ma sull'altare e nel confessionale, e amministrando i Sacramenti.

di Stefano Fontana



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.