Editoriali Archivio
LA MARCIA PER LA VITA

Sei milioni, una moltitudine sterminata. Il 20 maggio, a Roma, alla settima Marcia per la vita, ci saranno anche loro, cui è stato negato, dalla giustizia degli uomini e dalle sue leggi, il diritto di nascere. Verso la marcia per la vita del 20 maggio prossimo a Roma. Le marce per la vita sono lo spazio che rimane  a quanti  non accettano di tacere

di Marisa Orecchia

OBIEZIONE DI COSCIENZA

A marzo il sindacato sostenne che ben 23 ospedali del Nord avevano ostacolato una donna che voleva abortire. Ora la procura dichiara che invece la legge 194 sull'aborto era stata rispettata. Un caso montato per abolire l'obienzione di coscienza. Ma non basta scandalizzarsi e difendere la libertà dei medici: se si accetta una legge che usa le donne per giustificare l'assassinio, diventa poi difficile mantenerne i limiti. 

di Benedetta Frigerio
Cgil aborto

EDITORIALE

l convegno del 22 aprile ha contribuito a spiegare la gravità della situazione e la profondità della crisi che si è ormai creata nella Chiesa cattolica a proposito di accesso ai sacramenti. Questo indica che anche il tempo della battaglia sulle interpretazioni  è ormai passato...

di Riccardo Cascioli
Un'immagine del convegno

IDEOLOGIE

Nonostante l'intervista di Grillo ad Avvenire e quella su Grillo del direttore di Avvenire al Corriere, è impossibile, da un punto di vista cattolico, sdoganare il Movimento 5 Stelle e la sua ideologia. Non è un caso che il sistema informatico usato dai grillini si chiami Rousseau: l'ideologia del padre illuminista del totalitarismo, lì dentro, la fa da padrona.

di Angela Pellicciari

EQUIVOCO

Come al solito l’attentato terroristico di ieri a Parigi ha tra le altre cose aperto la cataratta dei luoghi comuni sul rapporto tra “religione” e violenza politica. Torna alla ribalta una tesi cara a Zygmunt Bauman: che sia il monoteismo all'origine della violenza politica. La soluzione sarebbe nel politeismo/secolarismo. Ma la storia dimostra che non è così.

di Robi Ronza

IMMIGRAZIONE

Circa il 95% degli stranieri che sbarcano in Italia non sono profughi: non sono persone stremate da povertà estrema, non sono persone scampate a minacce di morte, torture, privazione dei diritti umani. Il nuovo decreto Minniti sarà efficace? Per capirlo, vediamo cosa già sappiamo con certezza dell'emigrazione di massa dall'Africa.

di Anna Bono

EDITORIALE

Intervista in ginocchio a Beppe Grillo sul quotidiano dei vescovi; e dalle colonne del Corriere della Sera, il direttore di Avvenire spiega la sintonia con i 5 Stelle. Una svolta clamorosa che ha nel tentativo di salvare i soldi della Chiesa la ragione politica, ma nella dissoluzione dei princìpi della Dottrina sociale della Chiesa la causa ultima.

di Riccardo Cascioli

MORTE DI STATO

Il Dutch News riporta le stime sulla morte procurata, dimostrando che non c'è paletto che possa ostacolare la diffusione della piaga. Infatti, aumentano gli omicidi su richiesta per i motivi più vari, mentre la legge non può che allargare le maglie concedendo la morte di Stato anche ai dementi. Così si diffonde una cultura macabra, di violenza e solitudine dove ci si sente quasi in dovere di "togliere il disturbo".

di Benedetta Frigerio

LO SCACCHIERE INTERNAZIONALE

Non solo il buon senso ma anche la ferrea legge della forza suggerisce che la liberazione della Corea del Nord dal giogo della dittatura avvenga in forma non militare, e che sia poi un processo sostenibile per un popolo che dal 1948 vive isolato dal resto del mondo e non ha più né pratica, né memoria del valore ma anche delle responsabilità che le libertà civili e la democrazia portano con sé.

di Robi Ronza

26
Apr
San Cleto (Anacleto)


SCHEGGE DI VANGELO

Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Gv 3,16-21)



Cascioli e Anna Silvas

Il successo del convegno internazionale al Columbus promosso in Vaticano da Bussola e Timone "A un anno da Amoris Laetitia, fare chiarezza". Giornalisti, esperti, curiosi, semplici fedeli. Laici da tutto il mondo per la prima volta escono allo scoperto nel dibattito post sinodale con franchezza e amore per la Chiesa.

-LIMINSKI: L'INDISSOLUBILITA' CONVIENE ALLA SOCIETA'

-COLLIN: NON E' QUESTO IL DISCERNIMENTO DI S.IGNAZIO

-FARROW: ALLE RADICI DELLA CRISI ATTUALE

-SILVAS: AMORIS LAETITIA, AMBIGUITA' VOLUTA

-MESSINA: IL CASO AFRICANO

-PIERANTONI: MAGISTERO E TRADIZIONE: MAI SEPARATI

di Lorenzo Bertocchi



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.