Libertà religiosa Archivio
ESCALATION PREOCCUPANTE

Scene da guerrilla urbana a Pamplona per l'autobus di HazteOir investito da una sassaiola. E' solo l'ultimo episodio di una scia inquietante di violenza totalitaria contro la libertà di espressione e di educazione. Che con le incursioni di Podemos diventa anche una minaccia alla libertà religiosa. Colpa di una politica asservita al dogma Lgbt che mina l'infanzia per arruolarla. Ma anche di una gerarchia cattolica che non ha levato abbastanza forte la sua voce. "Evidenti i germi delle persecuzioni degli anni '30". Parla il direttore di InfoVaticana

di Andrea Zambrano
L'autobus di Hazteoir preso a sassate a Pamplona

EURABIA

Si condanna chi osa preoccuparsi dell'ondata immigratoria in Occidente, ma Isik Abla, convertita al cristianesimo, non comprende chi nega "la colonizzazione in atto ostinandosi a chiamare l'islam una religione di pace". La donna, che oggi evangelizza gli arabi puntando sul loro cuore e la loro ragione, spiega "come pagavamo l'istruzione dei giovani nelle migliori università americane per cambiare la mentalità dei vostri paesi".


- LIBIA, LA RUSSIA METTE IN SCACCO LA UE, di Gianandrea Gaiani

di Benedetta Frigerio
Il libro di Isik Abla

ISLAM

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea vieta il velo islamico in azienda, e questa è una pessima notizia. Le imprese private potranno infatti vietare agli impiegati l’ostentazione di ogni segno riconducibile a prospettive religiose. Ufficialmente il Tribunale europeo ne fa solo una questione di neutralità. Ma di fatto viene duramente colpita la libertà di religione.

di Marco Respinti
Il velo sul posto di lavoro

CINA

Tira aria di giustizialismo a Pechino. La magistratura vanta decine di migliaia di arresti. Ma non si tratta solo di una purga di quadri e dirigenti corrotti, ma anche i 300 avvocati e attivisti arrestati nel luglio 2015, metà dei quali sono cristiani. La repressione costa alla Cina quanto la spesa militare e, secondo il dissidente Wei Jinsheng porterà alla fine del regime.

di Stefano Magni

RIFLETTENDO SU CHESTERTON

La tolleranza produce galera, quando non linciaggi e morte civile. Per forza: se ho una convinzione, vuol dire che io ho ragione e chi non la pensa come me ha torto. Tanto più forte sarà la mia convinzione, tanto più dura sarà la mia reazione contro chi non è d’accordo. E' il nemico interno della Chiesa: il politicamente corretto che invoca dialogo e tolleranza. 

di Rino Cammilleri

1917-2017

Il patriarca di tutte le Russie, Cirillo, in vista del centenario del 1917, avverte: l’instaurazione del regime bolscevico “non può che essere considerato altro che un crimine terribile”. E il metropolita Ilarione: "La Grande Guerra Patriottica è stata una delle conseguenze della rivoluzione russa. E non possiamo nemmeno immaginare cosa sarebbe il nostro paese se non ci fossero state la rivoluzione e la guerra"

di Stefano Magni

LA STRAGE

Un terrorista suicida dello Stato Islamico, lo scorso 16 febbraio, si è fatto esplodere in un santuario sufi di Sehwan, provincia del Sindh, nel sud del Pakistan. Il bilancio è di almeno 80 morti e 250 feriti. I sufi stanno subendo una persecuzione continua da parte dei jihadisti, con centinaia di morti.

di Stefano Magni

OCCIDENTE IN DECLINO

Il paese si appresta ad approvare una mozione contro "l'islamofobia", come se la paura dell'estremismo musulmano fosse patologica e ingiustificata. Persino la stampa laica accusa la politica di pericolo per i cristiani e di minaccia alla libertà di pensiero. Ma questa e altre norme nascondo l'autolesionismo mascherato dell'Occidente.

di Benedetta Frigerio

APOSTASIA

Il consiglio degli Ulema marocchini ha emesso una fatwa contro la pena di morte per chi abbandona l'islam. Re Muhammed VI vanta una discendenza diretta da Maometto, quindi le sue posizioni hanno un'influenza importante in tutto l'islam. E nel Marocco stesso non saranno più tollerati delitti commessi contro apostati.

di Silvia Scaranari

24
Mar
Santa Caterina di Svezia


SCHEGGE DI VANGELO

Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi». (Mc 12,28-34) 



Luca Di Tolve

La perversione delle dark room gay mascherate da circoli culturali col tesseramento obbligatorio è uscita allo scoperto. E' quanto Luca Di Tolve ha sempre denunciato con la sua sofferta testimonianza di rinascita. "Sesso a caso, estremo, droga, assenza di amicizia, dipendenza dal sesso attraverso il sistema gay: il meccanismo che sta dietro la causa Lgbt utilizza persone fragili per fare soldi. Ecco a che cosa servono le tessere. E chi chiede aiuto non può ottenerlo perché tutto è finalizzato ad avere sempre più potere, con il quale controllare la politica". 

di Andrea Zambrano



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.