Archivio: Editoriali Editoriali
IL CASO UNAR

Se allo Stato va bene concedere soldi per orge e saune gay, lasciateci almeno dire che senza alcun criterio morale con cui giudicare la realtà, la politica resta intrappolata nella dark room dell'ipocrisia. Ecco perché a dimettersi doveva essere anche la Boschi. Ma non l'ha fatto: le lobby gay hanno bisogno di una madrina presentabile e cattolica. 

di Andrea Zambrano

EDITORIALE

Nella compagnia in cui ci ha introdotto don Giussani abbiamo incontrato il Signore, lo abbiamo seguito nelle vicende della vita quotidiana. In essa è stata rigenerata profondamente la nostra umanità, soprattutto non abbiamo più potuto vivere per noi stessi, ma abbiamo sempre vissuto per Lui, cioè per la missione.

di Luigi Negri

EDITORIALE

Norma McCorvey si è spenta a 69 anni. Fu lei, con lo pseudonimo di Jane Roe, a portare alla sentenza della Corte Suprema americana che nel 1973 sentenziò l'omicidio dei bambini in grembo. Anni dopo si convertì svelando le menzogne del femminismo che la usò senza scrupoli e girando in lungo e in largo gli Usa per offrire in sacrificio il suo errore e le sue riparazioni. 

di Benedetta Frigerio

LA TESTIMONIANZA

Una testimonianza dal Cile di un sacerdote della San Carlo: una donna originale derisa che si veste da regina e disvela il suo desiderio di essere amata; un mendicante ignorato dagli studenti contestatori che manifestano per un mondo migliore. Quanta umanità manca ai nostri occhi di fronte al vagabondare delle povertà. "Eppure queste povertà salvano la mia umanità". 

di Simone Gulmini*

FRANCIA

In Francia il bene diventa penalmente perseguibile. L’Assemblea nazionale ha definitivamente approvato la legge che estende ai siti web il cosiddetto reato d’intralcio all’aborto. Un solo articolo: "E' punito chi fa affermazioni tali da indurre in errore le donne che vogliono abortire". Sarà così vietato parlare anche della sindrome post abortiva. E' la notte della liberté.

di Ermes Dovico

EDITORIALE

La visita di Netanyahu ha detto ben poco delle intenzioni in Medio Oriente di Trump, che ha almeno avuto il merito di svelare il vuoto politico che sta dietro la formula "due popoli, due Stati". Ma per Israele oggi conta più l'alleanza con sauditi e monarchie del Golfo contro l'Iran piuttosto che la soluzione del conflitto con i palestinesi.

di Giorgio Bernardelli

LA STORIA DI LAVAGNA

Pur di raggiungere uno scopo politico come la legalizzazione della droga si censura il grido dei giovani. Come il caso di Lavagna, strumentalizzato da Saviano in chiave hashish free, ma smentito dalla madre del giovane suicida. Da sola e nel dolore ha impartito allo scrittore una vera lezione di dignità e di verità, accusando non la Polizia, ma gli stessi cantori della droga libera. 

di Benedetta Frigerio

IL LIBRO DI COCCOPALMERIO

La presentazione del libro del cardinal Coccopalmerio sul capitolo VIII di AL doveva esser la risposta "definitiva" ai dubia. O almeno così l'aveva presentata qualcuno forse eccessivamente frettoloso nel risolvere la questione. Invece ieri non si è presentato il porporato, ma il suo editore. Il quale ha presentato il laovoro come un semplice contributo. Quindi la questione rimane aperta. 

-COLPO AL VI COMANDAMENTO di A. Martinetti

di Marco Tosatti

SFIDE

Jihad e populismo assediano le democrazie: è apparso con questo titolo su La Stampa di domenica un editoriale, a firma del suo direttore Maurizio Molinari è un esempio delle pulsioni neo-autoritarie che oggi serpeggiano nelle élite progressiste. In pratica: jihad e "populisti" di varia natura sono messi sullo stesso piano. E la soluzione non passa per il voto democratico.

di Robi Ronza

IL TORMENTONE DI SANREMO

Il divertente sfottò dei tic occidentali che cercano pace nelle filosofie orientali, ma alla fine incappano nel conformismo edonista che li rende come Buddha in fila indiana. Quante verità nella divertente canzone di Francesco Gabbani che ha trionfato a Sanremo. Ma il nostro cuore non è un ammasso di istinti scimmieschi. Desidera, spera e alza la testa per cercare una verità non una semplice tranquillità interiore. 

di Andrea Zambrano

23
Feb
San Policarpo di Smirne


SCHEGGE DI VANGELO

«Buona cosa è il sale; ma se il sale diventa insipido, con che cosa gli darete sapore? Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri». (Mc 9,41-50)



Caffarra nell'incontro ieri a Correggio

Il cardinale Caffarra torna a parlare di famiglia: «Esistono ancora sposi che vivono il matrimonio radicati nel Principio. Sono il seme nascosto, che, dopo questi giorni tristi, faranno rifiorire quella che S. Giovanni Paolo Il Papa chiamava la civiltà della verità. Nello splendore del loro faticoso quotidiano, risplende la potenza dell'amore eterno di Dio e l'aurora di un nuovo assetto sociale, come fu il monastero benedettino».

 

-NOZZE E CONVIVENZA: PER I FIGLI NON SONO UGUALI di Marco Tosatti

di Carlo Caffarra*



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.



BLOG DEI COLLABORATORI
Cyrano da Fauglia

Il blog di Paolo Togni


Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza