• CASO MACERATA

    Esasperazione figlia della "Scampia" dell'Adriatico

    Il caso Macerata è figlio di una storia non detta di degrado e lassismo su cui lo Stato chiude gli occhi: è Hotel House di Porto Recanati, una enclave di 4.000 irregolari stranieri che tra droga liberalizzata da un governo inadeguato e delinquenza incontrollata provoca incursioni nelle zone e contribuisce a far esplodere l'odio. Eppure, se quel girone dantesco venisse bonificato ridarebbe fiducia a tutti riducendo l'area di consenso verso gli squillibrati. Parla il magistrato ed ex sottosegretario Mantovano. 

    • L'INTERVISTA

    "La Chiesa non fa sociologia antimafia, ma converte"

    Prediche sotto controllo antimafia? Anche il procuratore aggiunto di Napoli Airoma boccia il documento licenziato per conto del ministro Orlando da Melloni & co. Che sa di accanimento e dimentica il giudice Livatino. "Scomodo e cattolico vero". Chiesa complice dei boss? "Falso: vedo preti che nel nascondimento hanno favorito la conversione di molti mafiosi". Come? Parlando dell'Inferno e combattendo il relativismo che genera la cultura mafiosa. 

    • E' SCONTRO CON LA CEI

    La Scuola di Bologna vuole prendersi anche l'Antimafia

    Galantino accusa il tavolo ministeriale su Mafia e Religione definendolo "banale e arrogante". Ma l'obiettivo non è il Guardasigilli, bensì il suo "tifoso" Alberto Melloni, che con il vescovo "dosettiano" di Palermo confeziona uno studio per accusare la Chiesa di non fare lotta antimafia. 

    -IL DOCUMENTO: LO STATO CONTROLLI LE PREDICHE

    • IL DOCUMENTO MINISTERIALE

    Ossessione antimafia: lo Stato vuole controllare le omelie

    Una parrocchia che si fa tribunale del popolo e un vescovo che diventa procuratore generale obbligato a denunciare il minimo sospetto di mafiosità. E in mezzo sacerdoti come osservati speciali per concorso esterno le cui omelie vengono tenute d’occhio da un osservatorio statale. E' il punto centrale del Tavolo 13 su Religione e Mafia promosso dal ministero e coordinato da Alberto Melloni e che la Cei ha bocciato. Con questo criterio trionfa il sospetto e il pregiudizio, proprio il terreno più fertile perché il potere mafioso cresca e germini i suoi semi di morte.

    • INFORMAZIONE E LIBERTA'

    Fake News, i rischi di un controllo "poliziesco"

    Dall'analisi del Protocollo Operativo per il contrasto sulle fake news emerge il pericolo di una valutazione arbitraria. Un potere di accertamento attribuito alla Polizia, alle dipendenze del governo, lascia perplessi. Il tutto senza passare neppure dal Parlamento. 

    • OMOERESIA

    La fedeltà gay è in Diocesi: la Chiesa smette di insegnare

    La legge Cirinnà ora detta la pastorale. In Diocesi a Torino parte il corso per insegnare ai gay la fedeltà. Il vescovo approva e il prete che lo organizza pensa di saperne più della Chiesa che così smette di insegnare. E' il nuovo Sol dell'avvenir: l'omoeresia. 

    • L'ANNIVERSARIO

    Il diario del giovane Corti in attesa della grande epopea

    Quattro anni fa moriva il geniale scrittore Eugenio Corti. La sua Brianza lo ricorda con uno spettacolo teatrale ricavato dai suoi diari inediti recentemente pubblicati in cui traspare l'uomo e il futuro scrittore. 

    • POVERTA'

    "Poveri di tutto, pieni di Cristo" La missione di padre Aldo

    Che cos'è la povertà? Lo sa bene padre Aldo Trento, missionario in Paraguay da trent'anni. Con la Fondazione san Rafael dà da mangiare a migliaia di barboni, raccoglie i moribondi, educa bambini abbandonati e abusati. Eppure è certo: «La sola risposta è Gesù Cristo, è Lui l’amore della mia vita!». Ecco il mistero della povertà che diventa incommensurabile ricchezza.

    • SABATO CON LA BUSSOLA

    Senza dottrina sociale nessun bene comune: il convegno

    Conoscere la verità, praticare la giustizia” è il titolo della Giornata della Dottrina sociale della Chiesa promossa da la Nuova BQ e Osservatorio Van Thuan. L’idea oggi prevalente è che si debba partire dai bisogni sociali per poi eventualmente recuperare i contenuti della fede. Invece è il contrario e vale anche per avere criteri di giudizio in vista delle prossime elezioni. Appuntamento sabato 3 a Milano. 

    -LISTE CHIUSE: C'E' ARIA DI LARGHE INTESE di Ruben Razzante

    • GIORNATA DELLA MEMORIA

    I partigiani e il silenzio sulla Resistenza all'Olocausto

    C'è un buco nero nella retorica della Giornata della Memoria: il silenzio dei partigiani dell'Anpi sull'Olocausto. A parte alcuni gesti sporadici, mancano la propaganda resistenziale contro le deportazioni e le azioni militari. Ciononostante la Sinistra si è impossessata sia dell'antifascismo che della causa ebrea. Parla lo storico Tadolini. 

    • IL FILM "OMO" DEL MOMENTO

    Chiamami col tuo nome: cioè noioso e furbo

    La storia gay, diretta da Luca Guadagnino, acclamata negli Usa, è di una noia indicibile. Ecco la trovata: di questi tempi Hollywood è molto sensibile alle tematiche lgbt. Da qui la «delicata e sensibile» storia d’amore. Tra due maschi. Infatti, Hollywood ha subito plaudito. 

    • ASILO PERCHE' OMOSESSUALI

    Il Paese di Lucignolo che vezzeggia i presunti gay

    Sul caso dei richiedenti asilo sedicenti gay: l’Europa è davvero il Paese di Lucignolo che accoglie, coccola e vezzeggia i c.d. «disperati». I quali ora sanno anche che i suoi giudici supremi hanno a cuore pure la loro privacy.