• VIAGGIO APOSTOLICO AL VIA

    Mozambico, arriva il Papa “onorato” da “attacchi” Usa

    È iniziato ieri il XXXI viaggio apostolico di Francesco, che sull’aereo, commentando un libro su un presunto complotto ai suoi danni, si è detto “onorato di essere attaccato dagli americani”. Parole poi ‘corrette’ dal portavoce vaticano. La visita di Bergoglio in Mozambico arriva a un mese dalle elezioni, banco di prova per la pace interna.

    • INTERVISTA

    Napier: «Africa, aborto è la nuova colonizzazione»

    "Il maggiore ricorso all'aborto da parte delle donne africane è esempio di colonizzazione ideologica dell'Africa". Alla vigilia del viaggio apostolico di Papa Francesco in Mozambico e Madagascar, la Nuova BQ intervista il cardinale sudafricano Napier. "Sarei stupito se la legalizzazione dell'aborto non avesse effetti sull'aumento della violenza nella società". E sugli abusi del clero e l'omosessualità conferma le parole di Benedetto XVI: "La correlazione c'è e la promozione Lgbt ha prodotto il cedimento delle pratiche morali".

    • L’APPELLO DI 200 ACCADEMICI

    «Riassumete i docenti licenziati del GPII»

    Due nuove lettere firmate da studiosi di varie nazionalità chiedono il reintegro di monsignor Melina e degli altri docenti del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II ingiustamente licenziati dopo il colpo di mano attuato da Paglia con i nuovi statuti. In gioco c’è «la distruzione dell’eredità» di papa Wojtyla, denuncia Norbert Martin, uno dei fondatori del GPII. E intanto gli studenti, per salvare l’Istituto, lanciano una campagna di preghiera in onore della Madonna di Fatima.

    • L'ANNUNCIO

    Nuovi cardinali tutti di "osservanza" bergogliana

    Il coinvolgimento in temi particolarmente cari a questo pontificato - migranti, dialogo con l'islam e lotta alle ingiustizie sociali - sembra essere il filo comune dell'elenco dei 13 nomi scelti per la porpora annunciati ieri da Papa Francesco. 
    - PER ZUPPI FA FESTA IL PD: “ABBIAMO UN CARDINALE” di Andrea Zambrano

    • LA FIGURA

    In morte di Silvestrini, regista del gruppo di San Gallo

    Ieri mattina è morto all’età di 95 anni il cardinale Achille Silvestrini. Grande amico di Prodi, era considerato una sorta di padre spirituale del centrosinistra italiano. Pare che spinse per la scomunica di Lefebvre, contro il parere di Ratzinger. Assieme agli altri membri del “gruppo di San Gallo” cercò, nel 2005, di stoppare l’elezione di Benedetto XVI e nel 2013 accolse con favore quella di Bergoglio.

    • IGLESIA & POLITICA

    ¿El Papa apoya al peronista Fernandez? Negaciones y reuniones poco fiables

    Mientras en Vaticano se apuesta por el gobierno italiano “amarillo y rojo” (la coalición M5S y PD), en Argentina continúan las conjeturas sobre el respaldo papal al peronista Alberto Fernández para las elecciones presidenciales. El candidato a la Casa Rosada lo desmintió al Financial Times, pero confirmó que tiene un canal de diálogo privilegiado con Bergoglio, tanto que se ha “reconciliado con la Iglesia”. Los obispos le abrieron de inmediato las puertas de la Conferencia Episcopal, hablando de los pobres, pero ignoran la ley sobre el aborto.

    • DIOCESI A RISCHIO

    Fabriano rimarrà senza vescovo?

    Complice anche il crollo demografico, in cui ha la sua parte di responsabilità il clero che ha ignorato l’Humanae Vitae, la diocesi di Fabriano rischia di essere soppressa, venendo accorpata a quella di Camerino. Una scelta difficile da digerire, per una serie di motivi, come spiega alla Nuova BQ don Alfredo Zuccatosta. C’è però ancora una speranza…

    • CHIESA & POLITICA

    Il Papa tifa peronista? Smentite e incontri "galeotti"

    Mentre in Vaticano si fa il tifo per il governo giallorosso, in Argentina continuano le congetture sull'endorsement papale al peronista Alberto Fernandez per le presidenziali. Il candidato alla Casa Rosada smentisce il Financial Times, ma conferma di avere un canale di dialogo con Bergoglio tanto da essersi "riconciliato con la Chiesa". E i vescovi gli hanno aperto subito le porte della Conferenza Episcopale. Parlando di poveri, ma tralasciando la legge sull'aborto.
    -VERSION EN ESPAÑOL 

    • 41 ANNI FA L'ELEZIONE

    Luciani, il papa moderno, che non cedette alla mondanità

    Nei suoi 33 giorni di pontificato, Giovanni Paolo I riuscì a conquistarsi la benevolenza del mondo senza cedere alla mondanità, riaffermando scomodamente la dottrina in tempi ancora contaminati dal lungo strascico del Sessantotto. Capì per primo la necessità di "una grande sfida dei nostri tempi", ovvero l'"evangelizzazione piena di tutti i battezzati" e comprese il rischio dell'alienazione dell'uomo moderno. 

    • LA DENUNCIA DELL’ACCADEMICO

    Assalto al GPII, un danno per «ogni università cattolica»

    Il colpo di mano al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II danneggia la reputazione di tutte le «università ecclesiastiche nel loro insieme», è in contrasto con il Processo di Bologna e mette a rischio il riconoscimento dei titoli accademici. A dirlo è il professor Berthold Wald, emerito a Paderborn, che denuncia il tradimento dell’eredità di Wojtyla e gli «atti arbitrari» di Paglia.

    • UN VESCOVO BRASILIANO ALLO SCOPERTO

    "Col sinodo sull'Amazzonia si rischia lo scisma"

    Immanenza, neopelagianesimo, e il rischio concreto che possa nascere uno scisma: questi sono alcuni dei rischi che l'arcivescovo José Luis Azcona, vescovo emerito della prelatura di Marajó, nella regione amazzonica brasliana, sottolinea in un suo intervento in relazione al Sinodo sull’Amazzonia. L'Instrumentum Laboris, poi non tiene conto della piaga della pedofilia nella regione e del fatto che ormai il cattolicesimo è sparito. 

    • LA CONDANNA DEL PORPORATO

    "Pell innocente". Quel giudice coraggioso e inascoltato

    Il coraggio del giudice Weinberg, che ha rigettato in tutti i modi le tesi inconsistenti e indimostrabili della colpevolezza di Pell. In un Paese, l'Australia, dove l'odio anti cattolico è altissimo, ma in cui il muro di omertà sta iniziando a sgretolarsi. Cominciando da alcuni giornali che hanno compreso l'inganno di questa condanna.