• IRLANDA

    Un prete nega l’Eucaristia a un politico pro aborto

    Padre John Hogan ha evitato di dare la Comunione a Robert Troy, esponente del Fianna Fáil che ha votato per l’abrogazione dell’Ottavo emendamento, la norma costituzionale che proteggeva i nascituri. Intanto, mentre i fedeli e qualche vescovo chiedono la scomunica di Andrew Cuomo, prosegue il silenzio dei vertici del Vaticano sulla legge dello Stato di New York che consente l’aborto fino alla nascita.

    • APPELLO A DELPINI

    Pastora a messa, perché il vescovo deve intervenire

    Ha proclamato il Vangelo, ha predicato, ha partecipato alla consacrazione e distribuito la comunione. Quanti abusi commessi dalla pastora battista nella chiesa di San Giovanni a Milano per la messa ecumenica. Ecco, punto per punto, tutte le violazioni gravi della legge della Chiesa che il parroco ha assecondato con il suo invito. Sulle quali l'arcivescovo di Milano, Delpini, non può tacere. 

    • IL PAPA CHIUDE LA GMG

    “Guardate a Maria, vera influencer di Dio”

    La Santa Messa celebrata al Metro Park di Panama segna la conclusione della Giornata Mondiale della Gioventù 2019. "La giovane di Nazaret non compariva nelle 'reti sociali' dell’epoca, ma senza volerlo né cercarlo è diventata la donna che ha avuto la maggiore influenza nella storia”. Nuovo appello per la pace in Venezuela. 
    - IL PAPA AI GIORNALISTI

    • MILANO

    La pastora "celebra" messa. Ecumenismo? No, profanazione

    Milano. In occasione della Giornata per l'unità dei cristiani un parroco apre le porte della chiesa a una pastora battista che diventa una concelebrante tanto da partecipare sull'altare alla consacrazione. In più: le viene affidata la proclamazione e il commento del Vangelo e la distribuzione della comunione. Lo sconcerto di alcuni fedeli che escono dalla chiesa. E lo sfogo di uno di loro alla Nuova BQ: "Una enorme tristezza". 
    -PER IL PARROCO NON C'E' NIENTE DI STRANO di Andrea Zambrano

    • PSEUDO ECUMENISMO A MILANO

    Il don si difende: “Messa con la pastora? Nulla di strano”

    La segnalazione del nostro lettore sulla messa ecumenica di Milano è vera, ma l'arcivescovo Delpini non ne era informato. Al telefono con la Nuova BQ il parroco di San Giovanni si difende: “Non so se sia permessa, ma è una consuetudine. La pastora alla consacrazione: bè, la transustanziazione non è poi l'unico modo per capire l'Eucarestia...”. Silenzio sui fedeli che fuggono.

    • PANAMA

    Sulla Gmg arrivano gli echi della crisi venezuelana

    Francesco celebra la Messa nella basilica di Santa Maria La Antigua a Panama. Ma anche durante la veglia coi giovani non sono cessati gli echi della crisi venezuelana nel giorno in cui il governo panamense ha annunciato il suo appoggio a Guaidò. Intanto la Santa Sede si mantiene su posizioni attendiste. 

    • REPRODUCTIVE HEALTH ACT

    Quella scomunica che non si ha la carità di dare

    Dopo l’approvazione da parte dello Stato di New York della legge che consente di abortire fino al nono mese di gravidanza, diversi fedeli hanno chiesto di comminare una scomunica al governatore Cuomo. Ma il portavoce del cardinale Dolan ha detto che “la scomunica non dovrebbe essere usata come un’arma”. Eppure, la scomunica è una medicina per spronare l’anima a tornare in comunione con la Chiesa.

    • LA XXXIV GMG

    Panama, il Papa incontra i carcerati e li confessa

    Si è concluso il terzo giorno in terra panamense per papa Francesco. Appuntamento più atteso la visita al carcere minorile di Pacora, dove Bergoglio ha ascoltato le confessioni di quattro ragazzi e una ragazza. Nell’omelia la dicotomia tra lo “sguardo del pettegolezzo” e quello della “conversione”.

    • SANTI DEI NOSTRI GIORNI

    “La grazia di vivere la grazia”. La sorella racconta Chiara

    Elisa Corbella ricorda in una testimonianza pubblica la sorella Chiara. Nel rievocare le ultime ore della vita terrena della Serva di Dio, Elisa spiega che “Chiara, nel suo ultimo respiro, è come se avesse spiccato il volo e si può spiccare il volo così solo se si è sicuri che Qualcuno ti prenderà”. E lei lo era.

    • LA XXXIV GMG

    Il Papa a Panama, tra la crisi di Caracas e i migranti

    Francesco è atterrato mercoledì a Panama per la Giornata mondiale della Gioventù, in una fase calda per il continente americano, segnato dalla grave situazione venezuelana. Il Pontefice argentino ha fatto sapere tramite la sala stampa vaticana che prega per le vittime degli sconvolgimenti di queste ore e ha poi parlato personalmente di migranti, del muro voluto da Trump e di sant’Oscar Romero.

    • LA RINASCITA

    San Paolo, da persecutore a uomo nuovo in Cristo

    Una delle immagini più impresse nell’immaginario collettivo riguardo al cristianesimo è quella della conversione di san Paolo, che la Chiesa festeggia il 25 gennaio. Non a torto. Infatti, ci fa pensare questa immagine drammatica dell’uomo che da persecutore di cristiani si fa cristiano lui stesso, capitolando di fronte alla Grazia e combattendo la buona battaglia.

    • LA XXXIV GMG A PANAMA

    Solo in 27mila dal Papa, migranti in agenda

    Francesco a Panama, per la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù. Flop di prenotazioni, si dà la colpa alle carovane migratorie verso gli Stati Uniti, ma sono hondureñi e venezuelani in fuga dalla povertà dei loro rispettivi Paesi. Ad accogliere Bergoglio la moglie del presidente della Repubblica, nota attivista della causa Lgbt.