• ISLAM

    Ben Jelloun predica contro il jihad, lontano dal fronte

    Tahar Ben Jelloun, dal pulpito de La Repubblica, predica contro le comunità islamiche che non lottano abbastanza contro l'estremismo. Ma dimentica i veri musulmani moderati, che lottano e muoiono contro i fanatici. Comodo predicare dal pacifico Marocco, quando le periferie italiane sono un romanzo criminale jihadista

    • ROMA

    Manifesto Pro Vita rimosso. Una vergogna

    Il Comune di Roma ha rimosso il maxi-manifesto di un bambino all'11esima settimana di gestazione. Non aveva nulla di offensivo o aggressivo, la rimozione è un atto di violenza e un inquietante segno di totalitarismo. 

    • CAPIRE LA CRISI

    La sindrome di Stoccolma dei catto-ostaggi del mondo

    Il mondo è riuscito ad operare una sorta di sequestro del pensiero di tanti cattolici, che, nella sostanza, pensano che il pensiero laicista e massonico circa la storia della Chiesa abbia reale fondamento. E' la sindrome di Stoccolma del cattosequestrato. 

    • IL CASO

    "Il Papa mi ha detto...". Si fa largo il magistero privato

    Una suora dall'Argentina sdogana i preservativi: "Me l'ha detto il Papa...". Silenzio dalla sala stampa vaticana. Intanto però si fa largo un magistero privato di Francesco esposto sempre da terzi, ma in contraddizione con quello pubblico che rende ormai urgente un intervento chiarificatore. Perché quando le opinioni sono imposte da chi ha potere, il passo verso l'ideologia è molto breve.

    • IL CASO INFERNO

    Rep alla vaticana, il gioco delle parti del giornale partito

    Repubblica difende Scalfari dall'accusa di aver fabbricato fake news sul caso Inferno/Papa. Ma non ha mai pubblicato la smentita della Sala stampa vaticana, indirizzata proprio al quotidiano romano. Un gioco delle parti che conviene a tutti: al giornale partito Rep, ma anche al nuovo corso Vaticano che sa di avere così nella storica testata del laicismo italiano un valido alleato. 

    • IDOLATRIA DI STATO

    Macron non rende onore all'eroe Beltrame

    Nel suo discorso per la morte di Arnaud Beltrame, il gendarme morto per salvare gli ostaggi nell'attentato di Trèbes, il presidente Macron non cita neppure la fede cattolica dell'eroe. Per il presidente, infatti, l'unica divinità per cui val la pena di sacrificarsi è la Francia.

    • IL CASO BARDONECCHIA

    Sovranità violata, ma il resto è barzelletta

    Prima ancora che ai confini settentrionali, la nostra sovranità andrebbe difesa e dimostrata lungo i confini del Mediterraneo, prima ancora che nei confronti dei doganieri francesi, nei confronti dei trafficanti di esseri umani. Inutile poi stupirsi se questi stessi Paesi non hanno alcun rispetto per l’Italia e la sua sovranità da barzelletta.

    • REDDITO E PENSIONI

    Lega e M5S ostaggi di promesse inesigibili

    La Lega ha battuto tutti i record di consensi con lo slogan "via la riforma Fornero" sulle pensioni. Mentre il M5S è diventato il primo partito promettendo il reddito di cittadinanza. Entrambe le proposte sono inattuabili, quando non sono superflue.

    • IL CASO

    Scalfari e il Papa, una farsa che deve finire

    Il Papa che nega l'esistenza dell'Inferno. Una enormità che per ore e ore è rimbalzata sui giornali di tutto il mondo, prima che la Santa Sede smentisse il fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari. Eppure nel comunicato della Sala Stampa troppe cose non tornano....

    • ISLAM

    Il principe e la modernità, come cambia l'Arabia Saudita

    Sta succedendo qualcosa nel mondo arabo, di cui con ogni probabilità non si ha ancora piena contezza. Il principe Salman vuole modernizzare l'Arabia Saudita, cuore del mondo sunnita wahabita, con una serie di riforme che potrebbero cambiare la società e spezzare i legami con il jihadismo.

    • NUOVO ANTISEMITISMO

    Parigi, chi ha assassinato una sopravvissuta alla Shoah?

    Venerdì scorso, è stata assassinata in casa sua Mireille Knoll, ebrea francese di 85 anni. Era scampata per un soffio al rastrellamento nazista del 1942, ma non si è salvata dalla furia lucida del suo assassino. Parenti e conoscenti della vittima dicono che il suo assassino è un musulmano. Media e autorità tacciono su questo "dettaglio"

    • PAPA EMERITO

    Attacco a Benedetto XVI

    Se c’è qualcosa di positivo nella vicenda che ha avuto per protagonista monsignor Dario Viganò è che ha fatto emergere con chiarezza che i più accesi sostenitori di papa Francesco perseguono una discontinuità con i pontificati precedenti e con la Tradizione.