• DOTTRINA E PASTORALE

    "No aborto, famiglia una sola", dice il Papa. Sì, ma...

    Se padre Martin parlerà di integrazione, di accoglienza, di accompagnamento e di discernimento la dottrina non verrà formalmente negata ma verrà messa da parte con un “sì, ma”. Ma mettere da parte la dottrina e fare come se essa non fosse vuol dire cambiarla (senza dirlo).

    • OCCIDENTE

    Meno cristiani, più infelici

    Suicidi, droghe, depressioni: il mondo post-cristiano è certamente meno felice. Motivo in più per testimoniare il "centuplo" che una vita di fede realizza. Ed è una responsabilità che i cristiani devono vivere sia in privato che in pubblico.

    • IL CASO

    Il cardinale Burke e le miserie dell'Avvenire

    Ennesima pagina nera di Avvenire: dopo un articolo calunnioso di Gianni Gennari, il cardinale Burke scrive al giornale e chiede di ristabilire la verità. Per tutta risposta si becca altri insulti dal direttore Marco Tarquinio, che ancora una volta manipola le parole del cardinale. E questa sarebbe la voce dei vescovi italiani.

    • IMMIGRAZIONE

    Quell'umanitarismo un po' vomitevole

    Gli immigrati non sono numeri, ma persone. Giustissimo, ma anche questa affermazione viene usata in modo strumentale e ideologico dagli ipocriti che vogliono soltanto promuovere le loro politiche e le loro ideologie.

    • DOPO LO SCONTRO

    Immigrazione, la svolta italiana ora va completata

    La “svolta” italiana, per essere tale, deve prevedere lo stop totale ai flussi: tutti i migranti vanno soccorsi e riconsegnati ai libici per accoglienza e rimpatrio gestiti dalle agenzie ONU (peraltro ben finanziate dall’Italia). Il modello è l'Australia.

    • IL CASO

    Omoeresia al potere, la Chiesa cede anche sulla famiglia

    All'Incontro mondiale delle famiglie che si svolgerà a Dublino in agosto, parola anche a padre Martin e alle sue rivendicazioni Lgbt. Un segnale chiaro che capovolge il significato di questi incontri che san Giovanni Paolo II aveva voluto per riaffermare l'unicità e insostituibilità della famiglia naturate, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna.

    • IMMIGRATI

    Il ricatto morale è inaccettabile

    La politica delle immigrazioni non è come l’azione di chi sta sulla spiaggia e vede il naufrago agitare le braccia e gridare. L’azione politica, per essere buona, deve tenere presente il bene comune in tutti i suoi aspetti.

    • ODIO LGBT

    Brigata Arcobaleno: ieri il fascista, oggi l'omofobo

    E’ un filo rosso assolutamente coerente quello che lega la nascente Brigata arcobaleno che ha sfilato sabato per le vie del Roma Pride 2018 e l’aneddotica partigiana. Non è una provocazione, è il naturale sbocco di due realtà che vivono di ideologia e che nascondono il loro odio accusando falsamente gli altri di essere portatori di odio e discriminazione. Ieri il fascista, oggi l'omofobo.

    • LITURGIE MODERNE

    Il popolo e l'eresia intellettualistica

    Oramai da anni le nostre liturgie moderne peccano di un difetto letale. Questo è legato ad una concezione falsata del cosiddetto “popolo”, questa categoria astratta e mai compresa da un ceto clericale che al popolo non appartiene, un concetto a cui è stata sacrificata la tradizione liturgica e musicale della Chiesa Cattolica.

    • ROMA 2019

    Sinodo: convertire l'Amazzonia o cambiare la Chiesa?

    Nel documento pre sinodale la formula delle diaconesse è praticamente pronta come quella dei viri brobati. Formule che rischiano di estendersi, dato che il sinodo si terrà a Roma. Baldisserri, segretario generale del sinodo, ha spiegato: «Anche se il tema si riferisce ad un territorio, le riflessioni che lo riguardano superano l’ambito regionale, perché attingono tutta la Chiesa». 

    • SE IL SESSO È UN DIRITTO

    La candidatura di un pedofilo e l'imbarazzo progressista

    Nathan Larson, candidato al Congresso americano, combatte per la legalizzazione della pedoflilia. Ma perché non teme di esporsi fino a questo punto? Solo perché è un malato di mente? Di fatto l'impunità dell'uomo e il silenzio imbarazzato dei predicatori della libertà senza vincoli ha molto da dire. Ecco perché se non si colpisce l'origine del male si farà presto ad abituarsi anche a questo.

    • SALVINI NEL MIRINO

    Clandestini e prostituzione, dite la verità sulla tratta

    Due operatrici impegnate nell’assistenza alle donne vittime di tratta accusano il neo ministro di mentire agli italiani. Ci si aspetterebbe che il palpitante appello di chi ha speso una vita a soccorrerle, rivolto a un nuovo governo, fosse a fermare finalmente la tratta.