• DI FRONTE AGLI SCANDALI

    Chiesa, il grande paradosso del peccato e dell'annuncio

    Tra i cattolici sta girando un “sentimento” abbastanza strano, reso ancora più forte a seguito della scoperta dei tanti peccati (anche orribili) commessi da fedeli ed ecclesiastici appartenenti alla Chiesa. Il grande paradosso cristiano è che Dio ha scelto la debolezza umana per perpetuare nella storia e fino alla fine dei tempi la presenza di Cristo. E’ un paradosso drammatico e affascinante, di cui non dobbiamo vergognarci. 

    • L'ACCORDO

    Cina-Vaticano, il trionfo dei "lapsi"

    Nel III secolo vennero definiti lapsi i cristiani che per sfuggire alle persecuzioni accettarono di bruciare incensi alle divinità pagane pretendendo di mantenere segretamente la fede cristiana. Sono sempre stati condannati dalla Chiesa, ma oggi l'accordo Cina-Vaticano rovescia il giudizio: i veri fedeli cattolici sono i lapsi, questa è la vera svolta storica.

    • LA SENTENZA

    Formigoni, giustizia etica che scambia peccato con reato

    Sulla condanna a Formigoni la corte d’appello non ha saputo, come doveva fare, distinguere tra comportamenti forse inopportuni e fatti costituenti reati. E’ stata seguita la pericolosissima strada di confondere il peccato (eventuale), per il quale altri sono competenti, ed il reato. Stiamo entrando con grande velocità in uno Stato etico, di terribile memoria.
    -LA SOLIDARIETA' DEL VESCOVO NEGRI

    • IL CASO

    "Le Pen in manicomio", allarmante purga sovietica

    Purga di stampo sovietico per Marine Le Pen che per aver mostrato la barbarie jihadista è stata condannata alla rieducazione dallo psicologo. L’episodio è allarmante. Poiché in Italia abbiamo anche noi i magistrati creativi, ci sarà d’ora in poi da stare attenti a quel che si dice o si posta.

    • ABUSI SESSUALI

    Macché clericalismo, Müller rimette le cose a posto

    Alla radice degli abusi sessuali non c'è il clericalismo, ma l'allontanamento dalla verità, il pensiero mondano entrato nella Chiesa. Così il cardinale Müller prende le distanze dai giudizi di papa Francesco per riprendere il pensiero caro a Benedetto XVI.

    • TENDENZE

    Di sinodalità si può morire

    La nuova Costituzione apostolica "Episcopalis Communio" sembra ratificare un grave equivoco sul significato dei Sinodi, ovvero che siano i sinodi a produrre la verità e non viceversa. Ma oggi il vero problema della Chiesa è l’episcopato, vale a dire la perdita del senso di cosa significhi essere successore degli Apostoli.

    • STRATEGIE VATICANE

    Abusi, il silenzio sulle proposte dei vescovi Usa

    Appare singolare il silenzio sull’incontro del vertice della Conferenza Episcopale statunitense con il Pontefice. La delegazione americana si attendeva forse una risposta positiva da papa Bergoglio circa le tre propost avanzate. Ma il silenzio di questi giorni fa pensare ad una strategia vecchio stampo. 

    • SESSO

    Ci sono abusi e abusi

    La cronaca ci mostra come gli stessi giudici moralizzatori che inquisiscono severamente preti e vescovi, diventano comprensivi e compiacenti quando gli stessi crimini vengono commessi in istituzioni laiche. Come mai? Una risposta c'è...

    • OPZIONE BENEDETTO

    Quelle parole di Gaenswein sui media cattolici

    «La crisi della Chiesa, nel suo nocciolo, è una crisi del clero. (…) Dunque è scoccata l’ora dei laici forti e decisi, soprattutto nei nuovi mezzi di comunicazione cattolici indipendenti»È un passaggio importante dell'intervento fatto da mons. Gaenswein la scorsa settimana a Roma, che merita di essere ripreso.

    • LIBERTA' IN ASIA

    Qualcosa di buono dall'Ue: la difesa di Taiwan

    Talvolta il Parlamento Europeo si ricorda di difendere la libertà, anche andando controcorrente. Una risoluzione, votata a maggioranza, difende la Taiwan dal “bullismo” del regime di Pechino, nonostante le forti pressioni del regime comunista. Taiwan, con un vicepresidente cattolico, è l'ultimo lembo di Cina in cui vige la libertà di religione.

    • EX ICONA

    Aung San Suu Kyi, due lezioni sul crollo di un mito

    La leader birmana Aung San Suu Kyi è in difficoltà. Era l'icona mondiale del pacifismo e della resistenza nonviolenta a un regime militare. Adesso è l'incarnazione del regime stesso. Quali lezioni trarre? Che il potere corrompe (e i militari birmani lo sanno). E che la repressione fa perdere consensi nel mondo, specie se le vittime sono musulmane.

    • CHIESA

    Papa e abusi, ecco dove stanno i falsari della parola

    C'è un fatto, molto semplice, a cui si deve dare una risposta e da cui dipende la credibilità del Papa: il 23 giugno 2013 monsignor Viganò ha veramente informato il Papa del caso McCarrick? Questo milioni di cattolici hanno il diritto di sapere. E invece la solita banda di falsari delle parole non appena si fa questa domanda cercano di screditare chi pone le questioni, affibbiandogli secondi, terzi e quarti fini ignobili.