• IL DIBATTITO

    Studiare il Novecento? Solo con docenti preparati

    Il dibattito sulla scuola ha portato alla ribalta la questione dello studio del Novecento. Bisognerebbe allungare di un anno lo studio della Letteratura. È necessario però anche un lavoro serio di autoformazione degli insegnanti. Quanti tra loro hanno studiato Letteratura contemporanea all’università? 

    • IL DIBATTITO

    Un anno in meno di scuola? Solo togliendo le medie

    In attesa della prima campanella un dibattito sulla scuola del futuro. Ecco le nostre proposte: da anni la scuola ha inserito la nuova parola d’ordine «competenze», che sembra debba sostituire la cultura. Invece la scuola è fatta di insegnanti che devono essere sì professionali, ma soprattutto umani. Per riformare bisogna partire dalle esperienze del passato perché il cuore degli uomini è immutabile. E togliere le medie potrebbe portare a dei benefici. Ecco perché. 

    • INTERVISTA

    Negri: la libertà di educazione non si tocca

    «Nessuno può avere l’autorità di definire ideologiche, insensate, inutili le battaglie per la libertà di educazione come se si trattasse semplicemente di opinioni che si possono cambiare quando lo si ritenga opportuno». L'arcivescovo emerito di Ferrara replica ad alcuni interventi sulla scuola ascoltati al Meeting di Rimini.

    • DIPENDENTE LICENZIATO

    Il "sinedrio" di Google vieta la differenza uomo-donna

    Uno sviluppatore del colosso di Mountain View è stato licenziato in tronco per aver detto che le donne e gli uomini sono diversi. “Ha perpetuato stereotipi di genere”, la motivazione. Tradotto: puoi dire tutto quello che vuoi basta che coincida con quello che pensiamo noi. Tolleriamo tutto e tutti, ma non le differenze di opinioni.

    • IL LIBRO SU MAGDA ARNOLD

    La psicologa che non subì il fascino delle passioni

    Un libro sulla psicologa cattolica Magda Arnold (1903-2002), la «psicologa delle emozioni». L'uomo è un essere gerarchico: a capo dell'uomo c'è la ragione e le passioni sono al di lei servizio. La ragione ha il compito di discernere il bene dal male e le passioni quello di portare verso il bene e allontanare dal male. 

    • USA

    La strana guerra di una mamma per i bagni trans

    Negli Stati Uniti non esiste alcuna norma sui bambini transgender. Non esiste alcuna discriminazione, nemmeno con l'amministrazione Trump. Ma una "madre coraggio", con una bambina che a due anni già chiedeva di cambiare sesso, protesta contro la "discriminazione" nei bagni pubblici nel Texas. Dove resta la divisione per sesso di nascita.

    • I DATI DEL SERVIZIO ANTIDISCRIMINAZIONE

    Unar, un bidone Costa tanto per non fare nulla

    Il Fatto Quotidiano svela i numeri del servizio telefonico antidiscriminazioni. Ebbene: appena 1800 chiamate, pochissimi i casi di intolleranza e ancor meno, appena 230, gli omosessuali. Eppure il servizio costa 800 euro di soldi pubblici a chiamata e 2 milioni all'anno. E’ ovvio che l’Unar è solo un pretesto per accumulare quattrini da spendere chissà per quali finalità. La bandiera arcobaleno è unicamente un vessillo sotto cui è utilissimo mettersi per far cassa.

    • IL CASO STARANZANO

    "I miei dubia al vescovo sui gay". Così scrive un parroco

    "Il discernimento secondo Sant'Ignazio è tra due beni, non tra un bene e un male". E' il cuore della lettera che il parroco di Staranzano ha scritto al suo vescovo dopo il caso del capo scout gay "sposo" e del discernimento chiesto dal prelato di Gorizia. Il metodo utilizzato da don Francesco è quello dei dubia, della richiesta pacata di un chiarimento. Avverrà o sarà messo alla gogna anche lui?

    • UN CAPO CI SCRIVE E RIVELA

    Scout, finita l'attenzione all'antropologia cristiana

    Dopo il caso Staranzano ci scrive un capo scout che esterna la sua amarezza per la piega presa dal movimento a cui non interessa più l'antropologia cristiana. "Ora che sul quotidiano dei Vescovi si afferma che su tematiche come l’amore omosessuale “la riflessione ecclesiale non è del tutto matura e i pareri sono diversi” come posso dire ad un ragazzo che le istanze della comunità LGBT non potranno mai realizzare, in nessun caso, il bisogno di felicità profonda dell’uomo?".

    • IL FESTIVAL DI SANTARCANGELO

    La parrocchia ammaliata da sirene ed ecosex

    La sconcertante programmazione del Sant'Arcangelo Festival con ecosessuali che provano orgasmi con alberi, uomini sirena, pornoterroristi e performer transgender. In Romagna è molto più che una una gender kermesse promossa dal Comune. E' un evento costato 800mila euro di soldi pubblici. Infatti anche la parrocchia di San Michele ha collaborato mettendo a disposizione un locale. Il consigliere va su tutte le furie. E il parroco che fa? Si giustifica pilatescamente all'insegna del "che male c'è?" e rampogna il politico di non essere stato abbastanza cattolico. Lui.

    • SBOARINA

    Verona, lapidazione del sindaco anti-gender

    A Verona il sindaco Federico Sboarina è stato eletto anche e soprattutto grazie al suo programma. In cui era scritto che avrebbe rimosso i libri gender dalle scuole e dalle biblioteche pubbliche. Non appena ha attuato il suo programma è partita una contestazione nazionale e internazionale contro la "censura".

    • FISCO

    L'Ue penalizza le scuole cattoliche

    Niente più sgravi fiscali per le scuole cattoliche. Lo stabilisce la Corte di Giustizia Europea, con una sentenza che risolve (a sfavore di un istituto cattolico) un contenzioso in Spagna. Le scuole cattoliche sono considerate imprese profit, dunque le esenzioni fiscali sono "aiuto di Stato". E dunque vietate. Si tasseranno tutte le attività della Chiesa finora esenti, d'ora in avanti?