• SUPERPOTENZA

    Usa e mercato delle armi, la logica dell'America First

    Gli Usa sono in posizione dominante nella produzione e nell'esportazione di armamenti. Ma anche perché sono estremamente protezionisti nei confronti delle produzioni degli alleati, da cui non comprano nulla. In compenso non esitano a colpire con sanzioni quei paesi che provano a comprare armi dagli avversari, soprattutto dalla Russia

    • GERMANIA

    Assia, i Verdi volano sulle macerie dei vecchi partiti

    E' Tarek Al-Wazir, quarantasette anni, tedesco-yemenita, il capolista degli ecologisti alle regionali nel Land di Francoforte e sarà decisivo per la formazione del governo del Land. I Verdi continuano a volare spinti dalla delusione degli elettori per i grandi partiti conservatore e socialdemocratico

    • IMMIGRAZIONE

    Carovana di migranti bussa alle porte delle elezioni Usa

    Alla vigilia delle elezioni Usa, una carovana di 7000 persone dall'Honduras sta attraversando il Messico per bussare alle porte dei nordamericani. È un'operazione organizzata fin da principio, da politici honduregni e cavalcata da Ong no borders, con molti effetti collaterali non intenzionali.

    • USA-RUSSIA

    Gli Usa fuori dal trattato Inf? Nuova corsa agli armamenti

    Riprenderà la corsa agli armamenti? Probabilmente sì, quale esito dell'uscita, annunciata da Trump, degli Usa dal Trattato Inf, che bandisce il possesso di missili a raggio intermedio. La sua firma, da parte di Reagan e Gorbachev, nel 1987, aveva praticamente segnato la fine della Guerra Fredda in Europa. Ora si torna indietro.

    • ISLAM

    Nessuno chiede giustizia per il giornalista Khashoggi

    La morte del giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi è la storia di una morte annunciata, che nessuno ha potuto o voluto prevenire e che oggi è oggetto di un imbarazzato scambio di accuse. Imbarazzato, perché la questione solleva veli che coprono verità scomode in tutte le parti coinvolte.

    • ISLAM

    Le chiavi dell'emigrazione in Europa le ha ancora Erdogan

    La Grecia torna ad essere un punto di passaggio privilegiato per entrare in Europa dal Medio Oriente. Aumenta il flusso di emigranti. E c'è un solo paese che ha la chiave per il passaggio: la Turchia. Erdogan lo sa e sfrutta questo vantaggio nei negoziati con l'Ue. Dal 2011 la Turchia ha accolto 3,5 milioni di rifugiati dalla Siria. 

    • JIHAD

    Gaza, non solo Hamas. C'è anche il Pij, alleato dell'Iran

    Gaza, l'enclave palestinese controllata dal movimento armato Hamas, contiene anche altri pericolosi gruppi jihadisti. Fra questi il più celebre e potente è il Pij (Movimento per il jihad islamico in Palestina), finanziato e armato dall'Iran. L'organizzazione terroristica è pronta a subentrare a Hamas in caso di crisi di potere. Mira a distruggere Israele. 

    • GUERRA INFINITA

    Siria, la zona cuscinetto attorno a Idlib e i nuovi rischi

    Raggiunto l'accordo fra Russia e Turchia, è stata effettivamente creata una zona demilitarizzata attorno alla sacca di Idlib. Le milizie legate ai turchi la rispettano, non così i jihadisti che non si ritirano e non depongono le armi. Intanto resta aperto il problema del Kurdistan siriano, difeso da militari Usa la cui presenza è denunciata da Mosca.

    • BAVIERA/ELEZIONI

    Germania, c'è l'immigrazione dietro il crollo della Merkel

    La Csu alleata della Cancelliera cala al 37%, grande successo dei Verdi (17%) e l'Adf entra per la prima volta nel Parlamento bavarese. Sono questi i risultati più significativi di un voto su cui ha pesato molto l'afflusso incontrollato di immigrati, e che ha quindi punito il governo.

    • IL GIORNALISTA SCOMPARSO

    Riad voleva Khashoggi morto e nessuno lo ha difeso

    Jamal Khashoggi era un giornalista saudita fra i più influenti e rispettati. Consigliere di principi, amico della corte reale, è caduto in disgrazia quando ha rotto con il nuovo corso del principe Mohammad bin Salman, l’uomo forte di Riad. Vicino ai Fratelli Musulmani, è scomparso, quasi certamente ucciso, nel consolato saudita di Istanbul.

    • CONTINENTE NERO

    Sequestro Maccalli e non solo: il jihad in Africa

    A quasi un mese dal rapimento di padre Pierluigi Maccalli, missionario in Niger, è bene fare il punto della situazione sui gruppi jihadisti che operano in Africa, ben radicati e in piena espansione. Oltre all'ara del Sahel, i gruppi direttamente legati ad Al Qaeda (come al Shabaab), dalla Somalia, si espandono in Kenya e Mozambico

    • IL PROCESSO ISLAMICO

    Erdogan-Khomeini, che somiglianze sull'islamizzazione

    La Turchia degli ultimi 16 anni è un Paese trasformato fin dalle radici. Oggi è una nazione islamista che assomiglia all’Iran del 1979: alla guida di Erdoğan la rivoluzione islamica sta facendo il suo corso, forse è solo più lenta rispetto al modello iraniano. Ma il processo d'islamizzazione è quasi sovrapponibile.