• NUOVI FALSI DIRITTI

    Cirinnà a carte scoperte: «Ora le adozioni»

    Nella consueta intervista a Repubblica la madrina della legge sulle Unioni civili gioca a carte scoperte con la tranquillità tipica di chi ormai è cosciente che non c’è più nessuno che potrebbe mettergli i bastoni tra le ruote: né politici, né uomini di cultura né tanto meno quelli che frequentano i sacri palazzi.

    • GAYSACRILEGI

    L'odio arcobaleno per la Chiesa e i cattolici

    L'odio arcobaleno per la Chiesa non ha limiti. A Perugia la locandina del pride con una drag queen vestita da Madonna. 

    -MADONNA “PRISCILLA” di T.Scandroglio

    Il Gay Pride di Milano fa tappa in chiesa. Complice un arcobaleno a cui si cambia il significato.

    -SAN SIMPLICIANO E L'ARCOBALENO di A. Zambrano

    • GAYSACRILEGIO

    L'ultimo affronto: la Vergine è una drag queen

    Una drag queen che sembra una Madonna è la locandina del prossimo gay pride di Perugia. Blasfemie simili mostrano l’intento di uccidere il senso del sacro e la fede in ogni credente. La Vergine è così deturpata dall’odio arcobaleno. E' uno dei risvolti dell'omoeresia nella Chiesa. 

    • MILANO

    Un arcobaleno fa entrare il gay pride in chiesa

    Parte oggi il pride week di Milano. Tra gli eventi in cartellone anche una visita artistica degli iscritti Arcigay alla chiesa di San Simpliciano, dove è conservata un'incoronazione della Vergine inscritta nell'arcobaleno. Gli organizzatori: "Sì, il significato è un altro, ma oggi l'arcobaleno è simbolo della causa gay". 

    • L'INTERVISTA

    Zecchi, "Solo la famiglia può fermare la deriva"

    Intervista sulla famiglia e la deriva della nostra società con lo scrittore e filosofo Stefano Zecchi. Con i suoi ultimi libri, in particolare, si sta distinguendo quale voce fuori dal coro, opposta a un conformismo che sta rendendo la famiglia un concetto sempre più liquido. “Solo l’impegno dei genitori e delle famiglie può fermare la deriva di una società che tagli le proprie radici”.

    • "GAYINGEGNERIA"

    Poliamore, la coppia diventa "troppia" e si fa in tre

    In Colombia nasce il “matrimonio” omosessuale a tre. Dalla coppia alla troppia. E' la logica conclusione di una premessa che è uno dei pilastri dell’ideologia gender: l’amore non deve conoscere limite alcuno. Con un'idea distorta di amore domani sposeremo il pesce rosso, la nostra utilitaria o i parenti stretti.

    • PARIGI

    Nozze gay postume per la vittima dell'attentato

    Xavier Jugelè si è sposato con Etìenne Cardile, con cui aveva già stretto un Pacs. Alla cerimonia hanno assistito anche l'ex presidente François Hollande e Anne Hidalgo, sindaco di Parigi. C'è un dettaglio: Xavier è morto il 20 aprile scorso, nell'attentato degli Champs Elysées. Quindi è nata una nuova tipologia di "matrimonio": quello postumo. E le conseguenze sono maledettamente serie.

    • L'INTERVISTA

    "Sui tradimenti lo zampino della cultura gay"

    L'allarme del direttore della Casa della Tenerezza, che aiuta i separati a tornare insieme e i figli a superare il lutto del divorzio: "Aumentano i tradimenti, soprattutto di donne che tornano adolescenti. E i mariti lasciano la moglie per un compagno. L'ossessivo martellamento dell'orgoglio gay contribuisce a indebolire l'antropologia della coppia". I figli invece vivono l'abbandono come un lutto, ma quando trovano la forza di parlarne...

    • IL CONVEGNO

    Il divorzio è un problema di salute. Dicono al Ministero

    La separazione con bambini è un problema di salute pubblica”, su questo tema si sono confrontati all’auditorium del Ministero della Salute, giuristi, esponenti della comunità medico-scientifica, psicologi, mediatori familiari e responsabili. Con il saluto del ministro Lorenzin è stata presentata una ricerca pubblicata sull'Health Psychology Open. Che cosa dice? Dati clinici alla mano che i bambini senza padre o madre uniti soffrono terribilmente. 

    • UN LENTO MIRACOLO

    "La casa dei giovani eroi". Il nuovo libro di Socci

    Il gornalista Antonio Socci pubblica "La casa dei giovani", un libro in cui descrive la forza della fede e dell'amore dei suoi familiari, le storie dei martiri e di tanti eroi nascosti. Ma soprattutto i progressi di sua figlia Caterina (dopo un arresto cardiaco nel 2009) grazie alla scoperta del metodo Doman.

    • LETTERA

    L'utero in affitto è tra noi, e facciamo finta di nulla

    Una bella festa di famiglia per un anniversario in un ristorante. Al tavolo anche un uomo e il suo compagno con una coppia di gemellini ottenuti negli Stati Uniti grazie all'utero in affitto. Chissà se gli altri invitati, che ostentavano naturalezza, si sono fermati a pensare con quale orribile procedura avevano ottenuto quei figli, e cosa ne sarà di loro? È proprio la "banalità del male"...  

    • LO SCONTRO IN TV

    La guerra tra femministe e Lgbt sull'utero in affitto

    La giornalista Monica Ricci Sargentini intervista una donna che ha affittato il suo utero e ne racconto i drammi. I soliti Lgbt insorgono contro la cronista fino ad arrivare al linciaggio mediatico.