Al via il voto per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica: girandola di nomi ma l'accordo non c'è ancora. Ma più che il nome, conta la sostanza: avremmo bisogno di un presidente di "discontinuità": da un eccessivo presenzialismo, dalla politica fatta dal Colle, dall'europeismo ideologico, dall'interventismo sui temi etici. Intanto le consultazioni proseguono e arrivano i veti incrociati. Chi sopravviverà?

di Stefano Fontana e Ruben Razzante

FOCUS di Enrico Cattaneo

Al Sinodo il teologo tedesco ha indicato come modello possibile per ammettere alla Comunione i divorziati risposati, quello della Chiesa ortodossa, ovvero la "dispensa" (oikonomia) dal matrimonio ritenuto "morto". Di fatto però questo è il riconoscimento di un divorzio che renderebbe inutile verificare l'eventuale nullità del matrimonio.

Eugenio Scalfari si domanda se Papa Francesco sia liberale. Si domanda se un uomo di fede possa esserlo e risponde di si. E invece no. Il suo argomento è storicamente e filosoficamente impossibile. Liberalismo si coniuga con relativismo, agnosticismo e scetticismo. Il cristianesimo afferma valori di verità assoluta.

di Ettore Gotti Tedeschi

GIUDICI

Toga rossa la trionferà. Dopo la sentenza della Cassazione che ha elevato a rango nobiliare l’insulto (copyright Berlusconi) di partigianeria aggravato dalla tintura comunista, lo strapotere di magistrati e giudici non avrà più limiti. Una volta c’era Tangentopoli, oggi l’arroganza giudiziaria continua sotto altre forme. 

di Luigi Santambrogio
Giudici in ermellino

PAOLO IL CALDO

Il maltempo di questo periodo invernale, seguito a quello dello scorso autunno, mette all'ordine del giorno il problema del dissesto idrogeologico. Colpa del maltempo? No, colpa della non prevenzione e dell'uso sconsiderato del territorio. Lo Stato qualcosa ha fatto, ma i soldi sono stati mal gestiti dagli enti locali.

di Paolo Togni
Alluvione a Vibo Valentia

IL FILM

Ormai gli effetti speciali nei film li usano tutti, e hanno pure stancato. Perché se non c’è una storia da raccontare, è inutile ogni fantasmagoria. Vale anche per il cinema. Un chiaro esempio di tutto ciò è il film Exodus. Dei e Re di Ridley Scott. Già distintosi per non aver nemmeno nominato i cristiani ne Il gladiatore.

di Rino Cammilleri
La locandina del film Exodus

ANNIVERSARIO

n un mondo politico-giudiziario nel quale abbondano corrotti ed imboscati, è doveroso rievocare l’esempio di dedizione e servizio del giudice Emilio Alessandrini (1942-1979), «uno dei magistrati migliori che Milano abbia mai avuto». Alessandrini venne assassinato a Milano il 29 gennaio 1979 dalle Brigate Rosse.

di Giuseppe Brienza
Il giudice Emilio Alessandrini

L'UDIENZA
San Giuseppe

Per la prima volta nella storia, sottolinea Papa Francesco, la nostra è una ‘società senza padri’. Non si può escludere che, in passato, i padri manifestassero un dannoso «autoritarismo». Ma oggi il problema è nella loro assenza o in una improbabile ricerca di un rapporto "alla pari" con i figli.

di Massimo Introvigne

TSIPRAS ALL'ITALIANA
Antonio Gramsci, fondatore del Pci

Si chiama Antonio Gramsci, come il nonno, di mestiere fa il musicista e insegna all’università di Mosca. È iscritto al Partito comunista d’Italia ma con quel cognome potrebbe diventare il Tsipras italiano e dare finalmente una prospettiva ai ribelli del Pd di Renzi. Stiamo scherzando? Sì, però sarebbe una buona idea.

di Luigi Santambrogio


SIRIA
Curdi vincitori a Kobane

I curdi liberano Kobane, la città della Siria settentrionale. Per i combattenti curdi si tratta di una grande vittoria simbolica contro gli jihadisti. Ma nell'economia complessiva del conflitto, hanno strappato al Califfato solo l'1% del suo territorio. Mentre altrove si espande.

di Gianandrea Gaiani

RISCHI
Il Corano

«Al principio del dialogo c’è, dunque, l’incontro». Lo ha detto papa Francesco a proposito del dialogo interreligioso con l’islam. Ma la difficoltà del dialogo aumenta nel momento in cui ci si trova innanzi a una religione, l’islam, che non ha né un Papa, né vescovi, né sacerdoti. Facile, dunque, cadere nella trappola dell’islam organizzato.

di Valentina Colombo


SENTENZA
Utero in affitto

Una sentenza condanna l'Italia nel caso della coppia a cui è stata rifiutata la registrazione come figlio di un bambino ottenuto con la maternità surrogata in Russia. I giudici europei, pur intervenendo solo sul fatto che il bambino è stato tolto alla coppia in questione, di fatto spingono il nostro paese a introdurre la possibilità della pratica dell'utero in affitto.

di Tommaso Scandroglio

LITURGIA
Il Crocefisso

«Hanno portato via il mio Signore».Si potrebbero usare le stesse parole di Maria di Magdala, quando trovò vuoto il sepolcro di Cristo, per definire alcuni cambiamenti nella liturgia ecclesiale e nell’arredo nelle chiese. Come la scomparsa del crocefisso dagli altari e il tabernacolo con il Santissimo Sacramento. 

di Luisella Scrosati


EDITORIALE
Matrimonio gay

Sono ormai moltissimi i vescovi che si sono espressi a favore delle unioni omosessuali «purché non si chiamino matrimonio». E altrettanti si sono pronunciati per la comunione ai divorziati risposati. Malgrado il Magistero su questi temi abbia già detto una parola chiara. Ma nessuno sembra farci caso.

di Roberto Marchesini

MESSAGGIO QUARESIMA
Papa Francesco

Papa Francesco ha reso noto il suo messaggio per la Quaresima 2015, dedicato al tema - già presente in numerosi discorsi del Pontefice - della «globalizzazione dell'indifferenza». Il Papa ritiene che questo sia oggi uno dei più gravi problemi per la Chiesa universale, per le parrocchie e comunità e anche per i singoli fedeli.

di Massimo Introvigne


EDITORIALE
Papa in aereo

Ancora lettere sul "caso conigli". Sulla paternità responsabile san Giovanni Paolo II aveva detto le stesse cose di papa Francesco, segnalano alcuni lettori. Ma allora, chiediamo noi, come mai la percezione è così diversa? Pregiudizio? No, la cosa è molto più semplice e riguarda soprattutto il contesto ecclesiale e internazionale in cui certe parole sono state pronunciate.

di Riccardo Cascioli

IL CASO
Lassana Bathily

Nella sanguinosa passeggiata jihadista per le vie di Parigi si sono segnalati musulmani di segno opposto. Alcuni erano i fanatici armati che sappiamo. Gli altri erano il poliziotto finito mentre era a terra, e il giovane Lassana Bathily, l’eroe del negozio kosher. Padre di quattro figli, Lassana è un eroe davvero "sfortunato"

di Rino Cammilleri


EX URSS
Mariupol bombardata

Le milizie pro-russe lanciano la loro offensiva in Ucraina orientale. Le stragi di civili a Donetsk e Mariupol costringono un Occidente distratto a riaprire gli occhi sulla crisi a Est. Ma nessuno è in grado o ha la volontà di fermare la Russia e la sua espansione territoriale. Tantomeno le istituzioni internazionali. Mentre la disinformazione di Mosca fa passare solo la sua "verità".

di Graziano Motta

DOPO IL VOTO
euro Grecia

La Grecia è stata una grande civiltà, ma è ora una realtà periferica dell'Europa da tutti i punti di vista. La vittoria di Tsipras va letta in questo contesto. Ma può giocare lo stesso ruolo del bambino che dice "il re è nudo", in questo caso: l'Europa è in crisi nera.

Bce, la fabbrica di illusioni di Gianfranco Fabi

di Robi Ronza


29
Gen
San Costanzo di Perugia

SCHEGGE DI VANGELO

Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro?

(Mc 4,21-25)


Lettera al Papa da un

Sono un “coniglio” irresponsabile. E per la verità non me ne vergogno nemmeno, dato che ho passato tutta la mia vita matrimoniale con la colpevole complicità di mia moglie ad accogliere i figli che Dio ci ha donato, come dice la striminzita formuletta che oggi sembra tanto desueta. Abbiamo 4 figli che ci riempiono la vita e anche lei dice che va bene così: una “coniglietta” senza giarrettiera felice e irresponsabile.

di Andrea Zambrano



DOSSIER

Terroristi
Parigi trema, il terrorismo islamico, dopo innumerevoli avvisaglie, ha compiuto la sua prima strage. E’ un massacro nella redazione del Charlie Hebdo: 12 morti. E poi è un massacro all'HyperCasher, sequestrato da uno dei tre terroristi in fuga: 4 ostaggi assassinati. L'Europa si sente sotto attacco. E intanto ci facciamo domande: sull'islam, sulla libertà di espressione e sulla nostra sicurezza data troppo per scontata.

RUBRICHE

Paolo il caldo

Il maltempo di questo periodo invernale, seguito a quello dello scorso autunno, mette all'ordine del giorno il problema del dissesto idrogeologico. Colpa del maltempo? No, colpa della non prevenzione e dell'uso sconsiderato del territorio. Lo Stato qualcosa ha fatto, ma i soldi sono stati mal gestiti dagli enti locali.


Paolo il caldo

Com’è universalmente noto, il semestre europeo a presidenza italiana non ha lasciato tracce di alcun tipo. Così come l'anno di governo di Renzi: riforme al palo, spesa pubblica in rialzo, economia al disastro. L’unico risultato positivo dell’anno di governo sono gli 80 euro. Non gli resta che l'elezione del nuovo capo dello Stato.



BLOG DEI COLLABORATORI
Cyrano da Fauglia

Il blog di Paolo Togni


Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza