Si può continuare a credere che l’slam e Allah non c’entrino niente con i sanguinari tagliagole dell’Isis, con quelli che filmano decapitazioni e crocifissioni e le mettono su You Tube? Si può, ma sarebbe un'altra menzogna buona solo a tranquillizzare le coscienze davanti a scene terribili, come quella della decapitazione del reporter americano James Foley. Che il Corano prescrive contro gli infedeli.

di Luigi Santambrogio

FOCUS di Massimo Introvigne

Ormai è il presidente degli Stati Uniti più preso in giro dopo Jimmy Carter, quello diventato famoso per avere israeliani e palestinesi a mettersi d'accordo «da buoni cristiani». Quando il 20 gennaio 2014 è sceso in campo per la liberalizzazione della marijuana che da giovane ha fumato anche lui, non c'è comico che non abbia risposto con il fin troppo facile sketch del presidente suonato e stordito dagli spinelli.

L'intervento sulla guerra in Iraq e i messaggi al governo cinese sono stati l'ennesima occasione - per giornalisti e intellettuali vari - per celebrare le strabilianti novità di questo pontificato. Ma a un esame attento della realtà pare evidente che papa Francesco su questi temi non abbia portato finora alcuna innovazione. 

di Riccardo Cascioli

CUBA

Mariela, la figlia di Raul Castro, con il suo solo voto blocca una legge sul lavoro. A suo parere, era ancora troppo discriminatoria nei confronti degli omosessuali. Suo zio (e suo padre) li confinavano nei gulag, ai lavori forzati. Tanta acqua è scorsa sotto i ponti. L'unico dissenso perdonato è quello gender.

di Tommaso Scandroglio
Mariela Castro

ABORTO

Giusto abortire un bambino affetto da sindrome di Down? «Sarebbe immorale metterlo al mondo se tu avessi la scelta». Ma non è omicidio? «Per quanto riguarda quei significati di “umano”, ogni feto è meno umano di un maiale adulto». Parola di Richard Dawkins, biologo britannico, paladino dell'ateismo militante.

di Lorenzo Schoepflin
Richard Dawkins

LA RECENSIONE

In prima serata Rai3 ha mandato in onda qualche giorni fa l’atteso (non da tutti, ovviamente) film There be dragons del famoso regista Roland Joffé. Perché atteso (non da tutti)? Perché parla di san Josemaría Escrivá de Balaguer, il fondatore dell’Opus Dei. Ma nel film del santo ci sono pochissime tracce.

di Rino Cammilleri
La locandina del film There be dragons

5 STELLE

Al momento del voto per fornire armi ai curdi, impegnati nella lotta contro l'Isis in Iraq, il Movimento 5 Stelle vota contro. Ma il deputato Sibilia nega che il suo collega Di Battista, investito dalle polemiche, si sia schierato in difesa del movimento terrorista. I grillini sono solo degli incompresi?

di Stefano Magni
Carlo Sibilia

PAPA/ UDIENZA
Papa Francesco

All'udienza generale Papa Francesco è tornato sul significato del suo viaggio in Corea. Il Papa ha spiegato perché è andato in Corea, e quale frutto può trarre tutta la Chiesa dall'insegnamento proposto nel viaggio che, ha detto, «si può condensare in tre parole: memoria, speranza, testimonianza».

di Massimo Introvigne

GUERRA
I documenti di uno jihadista tedesco

Si esprime in corretto inglese, con un marcato accento britannico il terrorista islamico che taglia la testa al reporter James Foley. È la conferma che a combattere per l'Isis ci sono tanti europei, arruolati alla guerra santa. ARMI AI CURDI, L'ITALIA DICE Sì. MA SERVIRANNO? 

di Gianandrea Gaiani

di Luigi Santambrogio


GAFFE
Romano Prodi

Romano Prodi dà lezioni ai Papi e alla Chiesa. Dice che i messaggi di Bergolgio costituiscono un «fatto nuovo» per i rapporti tra il Vaticano e la Cina. Una «spinta diversa rispetto al passato»: per questo Francesco non appare più come «esponente di un potere occidentale». Ma di che potere parla il cattolico Prodi?

di Lorenzo Bertocchi

CATTOLICI
Manifestazione delle Sentinelle

Laici continuamente sotto attacco per la loro testimonianza contro dittatura del gender, relativismo e  nichilismo. Le aggressioni alle Sentinelle in piedi e ai gruppi anti aborto di Bologna sono ormai all'ordine del giorno. Ma dall'Emilia parte la riscossa dei cattolici che si rifiutano di essere rinchiusi nelle sagrestia.

di Andrea Zambrano


IL LIBRO
La copertina

Rolando Rivi, 14 anni, seminarista, rapito e ucciso da partigiani comunisti nel 1945, era sprofondato nell'oblio. Solo un prodigio riportò l'attenzione sul suo martirio. La Chiesa l'ha beatificato, mettendo la parola fine a 70 anni di omertà. Andrea Zambrano ripercorre la sua storia con testimonianze inedite.

di Andrea Zambrano*

UCRAINA
Il patriarca Cirillo

La guerra civile ucraina è una questione politica, non religiosa. Il clero di Kiev, sia quello cattolico che quello ortodosso, ha sempre insistito su questo punto, nonostante le divisioni interne (che ci sono). Ma è il patriarca di Mosca, Cirillo, che accusa cattolici e "scismatici" di voler sradicare gli ortodossi.

di Stefano Magni


MEDIA EVO/3
Giornali italiani

Un segno del declino dei giornali è rappresentato dalla scelta degli editorialisti (quasi sempre non giornalisti). Sono sempre gli stessi, in alcuni casi riempiono le prime pagine dei principali quotidiani da venti o trent’anni, sono profumatamente pagati e sottraggono ingenti risorse al lavoro giornalistico.

di Ruben Razzante

FECONDAZIONE
Magistratura invadente

Ci risiamo: magistrati certo espertissimi in codici e pandette, ma del tutto irresponsabili in altre materie pretendono di appendere le loro toghe anche là dove non dovrebbero. Accade sulla fecondazione eterologa, così com’era già successo con il metodo Stamina: dai giudici un'altra picconata alla già fragile credibilità della politica.  

di Luigi Santambrogio


MAGISTERO
Il Catechismo della Chiesa cattolica

Il Papa, di ritorno dal viaggio in Corea del Sud, ha parlato anche dei conflitti armati che straziano le popolazioni della Siria e dell’Iraq. A tal proposito ha affermato che «è lecito fermare l’ingiusto aggressore». Tra le varie opzioni che la dottrina della Chiesa offre per fermare l’aggressore c’è anche quella dell’uso della forza.

di Tommaso Scandroglio

DOCUMENTO
Elham Manea

Elham Manea, politologa e scrittrice yemenita-svizzera, in questo eccezionale documento - che presentiamo in esclusiva nella traduzione italiana - invita il mondo islamico a riconoscere che il fondamentalismo terrorista, che oggi fa paura in Iraq, è figlio dell'ideologia propagata dalle moschee di mezzo mondo.

di Elham Manea


RIMINI
Meeting 2014

La grande stampa l'ha già ribattezzata "edizione povera", quella del Meeting di Rimini 2014. Perché manca Renzi, mancano i grandi nomi della politica. Invece è un'occasione per riscoprire il vero significato dell'incontro, con le sue tavole rotonde, esposizioni, momenti culturali.

di Vincenzo Sansonetti

EDITORIALE
Papa Francesco

Fermare l'aggressore è lecito, ma l'intervento va deciso dall'Onu e non è necessariamente una guerra. Così il Papa sull'aereo di ritorno dalla Corea, rispondendo a una domanda sull'Iraq. Criteri chiari, che si scontrano però con una realtà dove anche i grandi paesi fanno fatica a rendersi conto degli scenari inquietanti all'orizzonte.

di Riccardo Cascioli


22
Ago
Beata Vergine Maria Regina

SCHEGGE DI VANGELO

Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei. (Lc, 1,26-38)
 


Iraq, la decapitazione di James Foley

«La preghiera è stata un collante che ha permesso la mia libertà, una libertà interiore prima e dopo il miracolo di essere rilasciato durante una guerra in cui il regime non aveva alcun reale interesse a liberarci»

di James Foley*



DOSSIER

Mare Nostrum
L'Operazione Mare nostrum ha ulteriormente aggravato una situazione già drammatica. Aumentano gli sbarchi, i morti in mare e gli affari degli scafisti. Serve una soluzione alternativa: creare una fascia di sicurezza in Libia.

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei. (Lc, 1,26-38)
 


Schegge di vangelo

Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti (Mt 22,1-14)



BLOG DEI COLLABORATORI
Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza

 


Il blog di Giovanni Fighera

Il blog di Giovanni Fighera