Nel grande business mondiale, entrano anche “i matrimoni” gay. Ce lo dicono gli Stati Uniti che, come si sa, precedono sempre di qualche anno il futuro degli altri Paesi. In America oggi sono 37 gli Stati che riconoscono questi “matrimoni”: ne mancano all’appello ancora 13. Per far rientrare in classe questi Stati ritardatari, 379 aziende statunitensi hanno sottoscritto una petizione indirizzata alla Corte Suprema per riconoscere la legittimità delle nozze gay. 

 

di Tommaso Scandroglio

FOCUS di Graziano Motta

É passata una settimana dalle elezioni israeliane e seguendo la grande stampa internazionale stupisce che analisti ed esperti non smettano di interrogarsi sulle ragioni della vittoria alla grande di Benjamin Netanyahu contro tutti i sondaggi. Nonostante una campagna mediatica fortemente ostile con toni denigratori anche nei confronti di sua moglie Sarah. Una campagna che all'estero mirava a delegittimare Israele.

L’attacco dei terroristi dello Stato islamico al museo di Tunisi è rimasto finora impunito. Il commando proveniva dalla Libia, addestrato nei campi gestiti dall'Is a Sabratha, ma finora l’unica reazione dell’Italia e degli altri Paesi europei è rappresentata da un generico sostegno a Tunisi nella lotta al terrorismo.

di Gianandrea Gaiani

VERSO IL SINODO

Richiamo all'ordine da parte del prefetto dell'ex Sant'Uffizio, in vista del Sinodo. La Chiesa non è un governo democratico. "Delegare alcune decisioni dottrinali o disciplinari sul matrimonio o la famiglia alle conferenze episcopali è un'idea assolutamente anticattolica". E il cardinal Marx rischia di dividere la Chiesa.

di Matteo Matzuzzi
Card. Muller

PERSECUZIONE

Proseguono le conseguenze drammatiche del duplice attentato contro i cristiani a Lahore e della prima reazione violenta della comunità locale, che ha portato al linciaggio di due musulmani innocenti. La condanna della Chiesa per la risposta violenta è molto chiara. Ma ora si temono le vendette, anche delle autorità.

di Stefano Magni
Manifestazione di cristiani a Lahore

MULTINAZIONALI

Multinazionali italiane come la Salini-Impregilo sono impegnate in progetti di importanza mondiale, come l'ampliamento del canale di Panama. Altre, come la Perfetti Van Melle, sono leader mondiali nella loro categoria (dolciumi, in questo caso). Sono le vere glorie nazionali, ma i media le snobbano.

di Robi Ronza
Perfetti Van Melle

ANNIVERSARIO

Ventesimo anniversario dell'enciclica Evangelium Vitae, un'opera monumentale ma ampiamente disattesa dai cattolici, invitati a una mobilitazione generale a difesa della vita. San Giovanni Paolo II era consapevole che «attorno alla famiglia e alla vita si svolge la lotta fondamentale della dignità dell’uomo...»

Papa Francesco: «Difendete la famiglia, sacra e inviolabile»  di M. Introvigne

di Riccardo Cascioli
Giovanni Paolo II

AFRICA
L'epidemia di ebola non  è ancora sotto controllo

Si riparla di Ebola, e non sono buone notizie. Nei giorni scorsi i Medici Senza Frontiere, Msf, hanno annunciato che, per quanto i nuovi casi siano diminuiti, nel complesso da gennaio non lo sono in maniera significativa: l’epidemia continua ed è tutt’altro che sotto controllo. In Guinea Conakry i casi hanno ricominciato ad aumentare. 

di Anna Bono

IL CASO
Laura Boldrini, presidente della Camera

Un vero e proprio tarlo corrosivo della società, che rischia di minare dalle fondamenta un patrimonio identitario ed educativo inestimabile e di produrre frutti aberranti tra le generazioni a venire. L'ideologia gender continua a fare breccia in ampi settori della cultura laica e in qualche alta carica dello Stato. Come Laura Boldrini.

di Ruben Razzante


RAGAZZI
I ragazzi non sanno neppure che droghe assumono

«Sì, mi drogo, ma non so con che cosa». Lo confessano gli adolescenti delle scuole medie superiori italiane, censiti da un’indagine condotta dal Cnr. Il 56% circa dei 54mila studenti interrogati, ha assunto, senza sapere cosa fossero, e il  23% ha ripetuto l’esperienza più di dieci volte. Insomma, lo sballo a ogni costo e al buio. 

di Luigi Santambrogio

FRANCIA
Marine Le Pen

A giudicare dalla maggioranza dei commentatori politici, nel primo turno delle elezioni dipartimentali francesi ha vinto Sarkozy e ha perso la Le Pen. Ma il Fronte Nazionale è il partito più votato della Francia. Si è affermato nelle aree più depresse e in quelle con l'immigrazione più difficile. 

di Stefano Magni


LETTERA DALLA GRAN BRETAGNA
S. Edoardo, Clifford

Mentre il cardinale Kasper invita alla preghiera, affinché le decisioni del Sinodo vadano verso uno “sviluppo della tradizione”, circa 500 sacerdoti di Inghilterra e Galles sottoscrivono una lettera in cui chiedono ai padri un “annuncio chiaro e fermo dell’insegnamento morale immutabile della Chiesa”.

di Lorenzo Bertocchi

EDITORIALE
Arrivo delle salme dalla Tunisia

Il dolore per le vittime di Tunisi, lo strazio per le nuove vittime di un "pirata" della strada. Sullo sfondo il disastro di una società che vive minacciata quotidianamente, e che come risposta è travolta da una valanga di retorica. Ma la salvezza, anche oggi, passa dall'affidamento della nostra vita a Gesù Cristo. 

di Luigi Negri*


ACQUISIZIONI
ChemChina

La Pirelli viene comprata da una compagnia pubblica cinese, la ChemChina. Di fatto: è stata comprata da Pechino. Per l'Italia significa aver perso la proprietà sull'ultima delle nostre grandi industrie. Per la Cina è invece un tassello in più nel suo faraonico progetto di infrastrutture, che mira a ricostruire la Via della Seta.

di Robi Ronza

SINGAPORE
Lee Kuan Yew

Singapore, morto Lee Kwan Yew, fondatore e padre-padrone della città-Stato più ricca dell'Asia. Ora che ne sarà di quella piccola e variopinta realtà? Comportandosi come un dittatore, il premier Lee è riuscito ad amalgamare etnie e religioni e trasformare una piccola isola malarica in un paradiso economico.

di Stefano Magni


NONNI 2.0
Proposte per il Sinodo sulla famiglia

L’associazione Nonni 2.0 entra nel dibattito sulla famiglia, in vista del Sinodo dei vescovi e offre il suo contributo dopo aver esaminato il questionario di preparazione. Così, dopo averne a lungo discusso, propone alcune osservazioni che sembrano non secondarie nell’attuale contesto ecclesiale e sociale. 

di Peppino Zola

SOCIETA'
Napoleone Bonaparte

Ancora non si conosce il movente del duplice omicidio di Pordenone, ma non è di questo che vogliamo parlare oggi. Quel che colpisce è il quasi unanime incipit degli articoli che riguardano il caso. Praticamente non c’è giornalista che non si sia riferito ai due uccisi parlando di loro come “ragazzi”. E pure “bravi ragazzi”.

di Rino Cammilleri


UTERO IN AFFITTO
Regalo

Serve un bambino su misura? Il catalogo on line è tradotto in italiano e ci sono pure i prezzi. É il sito della BioTexCom – Center for Human Reproduction con sede a Kiev in Ucraina, un hard discount dell’utero in affitto e della fecondazione artificiale. Un bambino “basic” costa 9.900 euro, uno “all inclusive” arriva a 29.900 euro.

di Tommaso Scandroglio

DEMOGRAFIA
Europa

L'Europa, presa nel suo insieme, costituisce il 7% della popolazione mondiale, produce il 25% del Pil mondiale, ma spende il 50% in welfare state ed ha il tasso di natalità medio più basso del mondo. Nel corso del secolo la popolazione europea è destinata a ridursi, forse anche di un terzo. E' chiaro che questa tendenza, alla lunga, è insostenibile. Come invertire la rotta?

di Matteo Borghi


26
Mar
S. Emanuele

SCHEGGE DI VANGELO

In verità, in verità io vi dico: “Se uno osserva la mia parola, non vedrà la morte in eterno” (Gv 8,51-59)





DOSSIER

Terroristi
Parigi trema, il terrorismo islamico, dopo innumerevoli avvisaglie, ha compiuto la sua prima strage. E’ un massacro nella redazione del Charlie Hebdo: 12 morti. E poi è un massacro all'HyperCasher, sequestrato da uno dei tre terroristi in fuga: 4 ostaggi assassinati. L'Europa si sente sotto attacco. E intanto ci facciamo domande: sull'islam, sulla libertà di espressione e sulla nostra sicurezza data troppo per scontata.

RUBRICHE

Paolo il caldo

La mia nota della settimana scorsa sulla cosiddetta elettrosensibilità ha suscitato una certa quantità di proteste e di critiche, sulle quali credo sia opportuno fare qualche osservazione. Innanzi tutto voglio scusarmi se i miei toni abbiano in qualche modo addolorato chi soffre di situazioni di grave malessere.


La Settimana

Matteo Renzi, stanco della vecchia guardia comunista del Pd e dell'opposizione dei sindacati alle riforme, ha deciso di implementare sul serio quella democrazia sindacale e interna ai partiti che era prevista dalla Costituzione. A destra, intanto, la Lega nel Veneto si spacca. Naturale conseguenza della svolta nazionalista impressa da Matteo Salvini.



BLOG DEI COLLABORATORI
Cyrano da Fauglia

Il blog di Paolo Togni


Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza