Oggi il referendum che potrebbe introdurre nella Costituzione il diritto alle nozze gay. Nettamente favorito il "Sì" grazie a un pesante clima di intimidazione contro i difensori della famiglia naturale. Tutti i partiti e tutta la stampa hanno condotto una durissima battaglia pro-gay e anche la Chiesa, ancora imbarazzata dai gravi scandali sessuali, si presenta azzoppata e divisa davanti a un voto che potrebbe cambiare definitivamente il volto del paese.

di Riccardo Cascioli

FOCUS di Stefano Magni

La persona ha iniziato a pensare che la libertà fosse svincolata da ogni responsabilità. Così ha origine la crisi della persona e delle sue relazioni. Così inizia la crisi del lavoro e dei corpi intermedi, prima di tutto i sindacati. Ne parliamo con Giuseppe Sabella, studioso del caso Fiat, direttore del think tank Think-in specializzato nel mercato del lavoro.

Le consultazioni promosse dalle conferenze episcopali occidentali, in vista del Sinodo, ci danno un quadro piuttosto desolante sullo stato del cristianesimo. L'idea di fondo è che la Chiesa si debba adeguare alle mode e alle filosofie dominanti. Se il cristianesimo fosse nato oggi e non 2000 anni fa, si sarebbe estinto subito.

di Robi Ronza

EMERGENZA SENZA FINE

L’immagine talvolta evocata per spiegare lo sbarco clandestino sulle coste europee non ha alcun fondamento. E non tutti quelli che fuggono dalla miseria e della guerra riescono a imbarcarsi. I più cercano scampo entro i confini nazionali: si chiamano sfollati o profughi interni. Nel 2014, hanno raggiunto i 38 milioni.

di Anna Bono
Bambini in un campo profughi

VERSO IL SINODO

«La Chiesa non pratica la benedizione delle coppie omosessuali».  Lo ha dichiarato a La Croix il vicepresidente della Conferenza episcopale francese, mons. Pierre-Marie Carré, vescovo di Montpellier. Precisazioni che guardano al prossimo dibattito sinodale e rispondono all’offensive delle Chiese protestanti.  

di Lorenzo Bertocchi
Pierre-Marie Carré, vescovo di Montpellier

LA STORIA

«La ribellione ha sempre accompagnato la mia vita ed è stato proprio il non accettare il limite imposto dalla disabilità la motivazione che mi ha spinto a gettare il cuore oltre l’ostacolo». Vincenzo Russo, docente di Sociologia all’Università per Educatori Fondazione don Gnocchi racconta la sua storia. 

di Maria Angela Masino
Vincenzo Russo

IL CASO

Dai tribunali all’Expo, da lager dove i ragazzi venivano violentati a eccellenza imprenditoriale da far conoscere al mondo. Ecco il Forteto double face: una comunità dove i minori venivano abusati e poi una cooperativa agricola che oggi mostra i suoi prodotti all’Expo. Una storia ai limiti dell'incredibile. E della legalità.

di Luigi Santambrogio
La bottega dove il Forteto vende i suoi prodotti

TORINO
La Mecca

Il Salone del Libro di Torino del 2016 ospita l'Arabia Saudita. Non è uno scherzo: Arabia Saudita. Che si propone di far conoscere l'islam (fondamentalista, wahhabita) agli italiani. Quale proposta letteraria e culturale potrebbe mai arrivare da un paese dove 200 scrittori sono all'indice, la stampa è censurata e il blogger Badawi è condannato a 1000 frustate?

di Valentina Colombo

GENDER
Torta per nozze gay

Fra i corsi di formazione obbligatori per giornalisti, ce n'è stato uno, a Milano, dal titolo "Il diritto di essere omosessuale", tenuto da Marsilia D'Amico, docente alla Statale e legale di riferimento della comunità Lgbt. Si è trattato di un momento di propaganda a favore del matrimonio gay.

di Andrea Lavelli e Caterina Vitale


PAOLO IL CALDO
Terra dei fuochi

Neanche in campo ambientale vige nel nostro Paese una piena legalità. Perché mancano le leggi? No, perché ce n'è troppe, semmai. Come per le tasse, quando ce n'è troppe, non si rispettano. Eppure l'istinto sovietico dei legislatori ha portato all'approvazione della nuova norma sugli "ecoreati".

di Paolo Togni

ELEZIONI
Il premier Matteo Renzi

In prossimità di ogni consultazione elettorale riesplode, puntuale come un orologio svizzero, la polemica sul rispetto delle norme sulla par condicio. Questa volta a inalberarsi è il centrodestra e il Movimento Cinque Stelle, perché il premier Matteo Renzi è stato ospite negli studi de L’Arena, di Massimo Giletti, su RaiUno

di Ruben Razzante


GIORNALI
Tutti contro il razzismo, anche quando non c'è

A Pisa, una studentessa senegalese strappa dall’insegnante di Diritto un bel 10 e qualcuno le manda una lettere anonima piena di insulti. Un atto di deficienza e invidia, che stampa e Tv trasformano subito in grave scandalo razzista. Ignorando, invece, la bimba di sei anni stuprata da un senegalese.

di Rino Cammilleri

L'UDIENZA DEL PAPA
Papa Francesco

Nell’udienza del mercoledì, proseguendo le sue catechesi sulla famiglia, Papa Francesco ha dedicato la sua meditazione al ruolo educativo dei genitori, troppo spesso soppiantato da un nuovo potere forte, quello degli «esperti» che suggeriscono o anche impongono un'educazione ideologica.

di Massimo Introvigne


EDITORIALE
Croce astile

Dopo la vicenda della ragazzina colpita da un coetaneo senegalese che voleva strapparle il crocifisso al collo (ma c'è anche la versione che nega motivi religiosi), domenica a Terni è stata fatta rimuovere una croce astile per non disturbare il corteo gay della giornata contro l'omofobia. Un pessimo segnale.

di Riccardo Cascioli

LE RICHIESTE DEL PM
Rodolfo Fiesoli, il fondatore del Forteto

Abusi e maltrattamenti «di eccezionale gravità» perpetrati a danno dei bambini con la complicità di istituzioni, magistratura e assistenti sociali. Così il pm ha chiesto 21 anni di reclusione per Rodolfo Fiesoli, il “Profeta” e fondatore del Forteto al Mugello. Una comunità ritenuta dalla sinistra un modello da seguire.

di Luigi Santambrogio


TURCHIA
Mutlu Kaya

Mutlu Kaya, cantante curda di Diyarbakir (Turchia sudorientale), si stava preparando per andare a cantare al talent show Sesi Cok Guzel, l’equivalente turco del nostro Italia’s got Talent, quando un uomo le ha sparato alla testa. Aveva ricevuto minacce di morte dal clan del padre, il suo successo era uno scandalo.

di Stefano Magni

POLITICA
Quirinale

Il berlusconismo è al tramonto, ma è ancora abbastanza forte da impedire ad ogni altro soggetto di centrodestra di emergere. La popolazione italiana è in maggioranza conservatrice, ma non ha più rappresentanti, né nella politica, né nei media e nella classe intellettuale. Cosa possono fare i cattolici?

di Robi Ronza


PROLUSIONE
Angelo Bagnasco

Dopo il Papa, anche la Cei va all'attacco contro l’ideologia gender, il divorzio breve e le unioni omosessuali. Il cardinale Angelo Bagnasco nel suo discorso di apertura all’assemblea generale ha pure ricordato il martirio dei cristiani: «Stare in silenzio davanti a questa carneficina», ha avvertito, «sarebbe diventarne conniventi».

di Matteo Matzuzzi

CALCIO
Il simbolo del Frosinone calcio

Una volta le chiamavano “Provinciali”. Sono le piccole squadre che arrivano in serie A, spesso grazie ad un ottima gestione artigianale, da veri artisti del pallone. Dopo il Carpi, adesso è il turno del Frosinone che con anticipo festeggia la conquista della serie A dopo un anno di serie cadetta condotto alla grande. 

di Lorenzo Bertocchi


22
Mag
Santa Rita da Cascia

SCHEGGE DI VANGELO

In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». (Gv 21,15-19)



Monsignor Luigi Negri

«C'è un cedimento totale a una mentalità estranea al cattolicesimo, anche perché si è lasciato che fossero media laicisti a definire l'immagine della Chiesa». «La persecuzione di tanti cristiani ci ricorda che la posta in gioco è l'adesione a Cristo che ci mette in condizione di poter essere eliminati da un momento all'altro». Così monsignor Luigi Negri, che rilegge i suoi dieci anni da vescovo.

di Riccardo Cascioli




DOSSIER

Terroristi
Parigi trema, il terrorismo islamico, dopo innumerevoli avvisaglie, ha compiuto la sua prima strage. E’ un massacro nella redazione del Charlie Hebdo: 12 morti. E poi è un massacro all'HyperCasher, sequestrato da uno dei tre terroristi in fuga: 4 ostaggi assassinati. L'Europa si sente sotto attacco. E intanto ci facciamo domande: sull'islam, sulla libertà di espressione e sulla nostra sicurezza data troppo per scontata.

RUBRICHE

Paolo il caldo

Oggi, nel 2015, noi italiani possiamo dirci veramente liberi? E partiamo dalle libertà “classiche”, quelle che costruiscono intorno alla persona un’area che nessuno può violare: riguardano la vita e le pertinenze strettamente personali. È pur vero che le norme in essere le garantiscono; ma in concreto che succede?


La Settimana

Il governo Renzi piace, perché è composto (a partire dal premier) da abili comunicatori, che sanno dire la parola giusta al momento giusto per la gioia dei giornalisti. Ma a giudicare dalle azioni, soprattutto in ambito Ue, sia sulla tragedia degli emigranti che sulla politica energetica, è un governo che naviga a vista.



BLOG DEI COLLABORATORI
Cyrano da Fauglia

Il blog di Paolo Togni


Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza