Dopo la pasta i pannolini. Il metodo Barila funziona e dà buoni risultati: non l’hanno dimenticato i movimenti Lgbt che sono riusciti a far cancellare una campagna pubblicitaria da loro accusata di sessismo e razzismo di genere. Solo perché affermava che un bambino e una bambina sono diversi non solo dentro il pannolino, ma anche per carattere, giochi e interessi. L’azienda è stata costretta, sotto il ricatto del boicottaggio, a cambiare spot. 

di Tommaso Scandroglio

FOCUS di Stefano Magni

"L’unico modo in cui si può aiutare la Grecia è liberare le sue forze produttive. Una cosa difficilissima da fare, perché richiede il coraggio di scommettere sulla capacità delle persone di assumersi responsabilmente la gestione della loro vita. Di assistenzialismo si muore, alla lunga". Parla Simona Beretta (Università Cattolica di Milano) alla vigilia del voto al referendum greco.

E’ urgente, prima che sia troppo tardi, esigere con fermezza l’avvio di una rinegoziazione generale dei trattati europei. All’ombra del trattato di Lisbona l’Unione Europea si sta infatti trasformando in una potente macchina istituzionale che muove a spron battuto verso sviluppi di tipo neo-autoritario.

di Robi Ronza

IL CASO BP

Quasi 19 miliardi di dollari, il risarcimento più alto mai pagato per i danni di un disastro ambientale. Quello provocato cinque anni fa dall’esplosione di una piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico. Colpevole la BP, multinazionale del petrolio, ma anche una delle principali società nel campo delle energie rinnovabili.

di Luigi Santambrogio
Il nuovo logo della BP

YANKEE CONTRO SUDISTI

Negli Stati Uniti impazza da giorni l’ennesima buffonata. Si vuole a tutti i costi bandire per sempre la bandiera che durante la Guerra di secessione fu della Confederazione “sudista”. Amazon e Wal-Mart che non la venderanno più, e siti Internet che, seguendo il consiglio di Google, la rimuoveranno per sempre.

di Marco Respinti
Manifestazione contro la bandiera sudista

BALCANI(STAN)

Lo scenario jihadista albanese conferma i suoi stretti legami con l'Italia. Lo attestano gli ultimi arresti, eseguiti a Milano, Bergamo e Grosseto. Si tratta della punta dell'iceberg di un movimento più vasto, in Albania, dove le ex milizie indipendentiste dell'Uck stringono legami con i neo-arrivati dell'Isis.

di Valentina Cominetti
Arresto di jihadisti in italia

ITINERARI DI FEDE

Nel Medioevo il lago d’Orta era chiamato lago di San Giulio. Nella sua incessante opera di evangelizzazione, il Santo greco costruì anche un gran numero di chiese. La tradizione vuole che la basilica a lui intitolata sull’omonima isola nel bel mezzo del lago d'Orta fosse l’ultima sua fatica, per l’esattezza la centesima.

di Margherita Del Castillo
La chiesa di san Giulio sull'isola del lago d'Orta

CRISI
Il parlamento greco dopo il voto a favore del referendum

Dopodomani i greci andranno alle urne per decidere se accettare o meno le condizioni poste dai creditori internazionali. Si tratta di un voto rischioso che i sondaggi (veri e presunti) danno come testa-a-testa e su cui si gioca il futuro del governo Tsipras, prima ancora che quello della Grecia.

di Stefano Magni

JIHAD
Egiziani in marcia verso il Sinai

Lo Stato Islamico si palesa in un altro pezzo di mondo arabo: la penisola del Sinai. Pressoché fuori controllo dal 2011, questa regione strategica dell'Egitto, al confine con Israele, è stata oggetto di una vasta offensiva di jihadisti, forti di 300 miliziani ben armati e addestrati. Hanno attaccato nell'anniversario della deposizione di Morsi.

di Giorgio Bernardelli


MILANO/ APPELLO
Appello per salvare il Cav Mangiagalli di Milano

il Centro di Aiuto alla Vita alla Mangiagalli, la più grande clinica delle mamme di Milano è sull'orlo della chiusura. Tra qualche giorno il consiglio di amministrazione in seduta straordinaria dovrà decidere come affrontare l’emergenza. La chiusura delle case alloggio e la vendita degli immobili sembrano inevitabili. A meno che...

di Luigi Santambrogio

IL CASO
L'ultimo inganno del pensiero gender: il gender non esiste?

Orami lo abbiamo imparato. L'ideologia di genere sostiene che il sesso – la parte biologica della sessualità umana – e il genere – la parte non biologica – non hanno nulla a che fare l'uno con l'altro. Mentre il sesso è biologico, innato, il genere è socialmente costruito; in altri termini, il genere è solo uno stereotipo. Ma è solo un inganno.

di Roberto Marchesini


BRUXELLES
Europa Gay

Lousewies van der Laan e Michael O'Flaherty: è tra questi due nomi che si sta giocando la presidenza dell'Agenzia europea per i Diritti fondamentali. E in entrambi i casi abbiamo attivisti decisi a imporre i diritti LGBT a tutta l'Europa.

di Tommaso Scandroglio

STREGONERIA
La decapitazione è abitualmente esercitata nei Paesi islamici

Ha destato molto scalpore la notizia della decapitazione di due donne siriane, accusate dall'Isis del reato di “stregoneria”. Ma la decapitazione delle due presunte “streghe” non può però essere considerata un atto bellico: è invece legato alla più consolidata tradizione wahabita e dell’Islam più ortodosso.

di Gianandrea Gaiani


ISLAM
Islamisti in Gran Bretagna

Agli occhi di un giovane musulmano – sia in patria che immigrato qui da noi - quel che oggi la cultura di massa comunica dell’Occidente è qualcosa nel medesimo tempo di scandalizzante e di incomprensibile. Quel che gli appare è un’economia molto ricca, cui corrisponde invece una società di debosciati.

di Robi Ronza

DA BRUNETTA A SALVINI
Il premier greco Tsipras

Sui mercati finanziari si sono bruciate cifre consistenti, che sarebbero bastate per salvare la Grecia dal probabile fallimento. Ma le posizioni assunte sulla crisi greca dai partiti italiani forniscono la riprova che il bersaglio delle opposizioni non è né la troika né la Merkel, bensì Palazzo Chigi e il premier Renzi.

di Ruben Razzante


GREXIT
Eurotower

In questi giorni in cui la Grecia è colpita da una bufera che sembra non finire mai è fin troppo facile, per alcuni, puntare il dito contro la Germania. Una nazione definita come egoista, immorale, dedita solo agli affari e senza alcun senso di pietà. E' veramente così? Non proprio. Dipingere la Germania come l'origine di tutti i mali è quantomeno riduttivo.

di Matteo Borghi

CIVITAVECCHIA
La statua della Madonna di Civitavecchia che lacrima sangue

Nel 1995, a Civitavecchia, una statuetta della Gospa di Medjugorje cominciò a piangere lacrime di sangue. A vent’anni di distanza da un evento soprannaturale che a quanto pare non si è ancora concluso, vengono resi noti i messaggi della Vergine: la Terza guerra mondiale e i piani di Satana per distruggere la famiglia. 

di Rino Cammilleri


EDICOLA
Il primo numero della nuova Unità

Ho comperato l’Unità. Era il numero della rinascita. Glielo dovevo. Era il numero 1”. Era evidente che la nuova Unità voleva presentarsi come la prosecuzione della vecchia. L’impressione è di un giornale che nasce già puntellato dalle istituzioni e dal potere. Un giornale troppo correttamente di sinistra, ortodosso e allineato.

di Stefano Fontana

PAPA
Papa Francesco

Presentato ieri il viaggio di papa Francesco in Ecuador, Bolivia e Paraguay, paesi poverissimi e politicamente ai margini, che ben rappresentano lo spirito della Chiesa "in uscita" come la intende il Pontefice.
FRANCESCO, LA COCA E LE SNIFFATE DI LIBERO di Luigi Santambrogio

di Marinellys Tremamunno


4
Lug
Beato Piergiorgio Frassati

SCHEGGE DI VANGELO

Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno. (Mt 9,14-17) 



Monsignor Luigi Negri

«La manifestazione di Roma per la famiglia è una cosa grande resa possibile da un milione di cuori grandi, disponibili ad agire senza farsi frenare dalle piccole alchimie delle valutazioni scientifico-politiche». Parla l'arcivescovo di Ferrara.
- Stampa costretta a fare i conti con un fatto nuovo, di L. Bertocchi
- 
Famiglie più vive che mai, di R. Cascioli ll Una giornata indimenticabile, di G. Brienza

di Riccardo Cascioli




DOSSIER

Comitato difesa dei figli
Esiste un popolo che non accetta di essere cancellato. Per questo, il 20 giugno (15.30, Piazza San Giovanni) non si potrà mancare di essere a Roma per la manifestazione a difesa della famiglia e dei figli.

RUBRICHE

Lettere in redazione

Dopo Agim Sulaj, anche il vignettista Alessandro Gatto smentisce la sua partecipazione al concorso di vignette contro l'olocausto organizzato a Teheran. Ne prendiamo volentieri atto, notando però che il nome del Gatto compare nel sito ufficiale della manifestazione e che lo stesso Gatto ha partecipato all'edizione del 2006 della rassegna, vincendo un premio. 


Paolo il caldo

Un punto debolissimo dell'enciclica sta nell'assunzione di teorie economiche, sociologiche e ambientaliste molto discutibili, fino al punto di riecheggiare i falsi allarmi del Club di Roma. Ma la sobrietà si deve afre per scelta etica, non per necessità strategica.



BLOG DEI COLLABORATORI
Cyrano da Fauglia

Il blog di Paolo Togni


Il blog di Robi Ronza
La pagina personale di Robi Ronza