Domani a Roma il Consiglio di Stato tra i Cavalieri di Malta, incaricato di procedere all’elezione del nuovo Gran Maestro. Ci sarà anche chi non era gradito, l’ex Gran Maestro Fra Matthew Festing a cui era stato chiesto dalla Santa Sede di stare alla larga dal voto. E' solo l’ultimo capitolo della controversia in un susseguirsi movimentato e confuso di colpi di scena e cacciate clamorose. Ma sullo sfondo c'è la guerra per il futuro dell'Ordine e il suo "assoggettamento" politico a Roma. 

di Lorenzo Bertocchi

FOCUS

Oggi e domani papa Francesco sarà in Egitto per una visita importante al cui centro c'è la visita all'Università islamica al-Azhar. «Mi aspetto che il Papa insista sulla necessità che i cristiani in Egitto siano considerati cittadini come tutti». Così afferma l'islamologo gesuita, egiziano, padre Samir Khalil Samir, in una intervista a rossoporpora.org che qui riprendiamo.

In un Paese come il nostro, dove da troppi anni anche la più strombazzata delle riforme consiste in modifiche millimetriche, la riforma fiscale cui il nuovo governo degli Usa ha posto mano in questi giorni sembra appartenere al mondo della fantasia. Mira a tagliare il carico fiscale dal 35 al 15%. Perché l'Italia e in genere l'Ue escludono misure simili dal dibattito pubblico?

di Robi Ronza

RAPPORTO OIM

Il rapporto dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim) ribadisce la natura economica dell'emigrazione dall'Africa all'Europa. Sono pochissimi, in percentuale, quelli che fuggono da guerra, repressione e povertà estrema. Il 93% degli emigranti si muove per motivi economici e non ha diritto all'accoglienza.

di Gianandrea Gaiani
Le rotte dell'emigrazione

PROPOSTA DOPO IL CONVEGNO DELLA BUSSOLA

L’amor di Dio e il Timore filiale di Dio son due aspetti di un'unica realtà, non è opportuno separare misericordia da giustizia, il rischio è far perdere Dio. Verrebbe l’ardire di proporre per il 2018 di indire “L’anno del Timor di Dio”, giusto per correggere qualche illusione pericolosa. Considerazioni e proposte dopo il convegno di Bussola e Timone. 

di Ettore Gotti Tedeschi
Il convegno di sabato di Bussola e Timone

POLITICA

Il carro di Matteo Renzi continua a perdere passeggeri. Dopo gli scissionisti e alcuni suoi ex fedelissimi che gli hanno preferito il ministro Orlando, ora anche il presidente Sergio Matterella. La lite è sulla legge elettorale. Che per il presidente sta diventando un mezzo per frenare Renzi e la sua voglia di rivincita.

di Ruben Razzante
Matteo Renzi

IL LIBRO

«I diritti umani stanno diventando una religione secolare, una porta spalancata sull’infinito perché non limitata dai doveri. ll centro dei diritti diventa non il bene oggettivo, ma l’arbitrio, l’autodeterminazione. La fonte dei diritti non è più il dovere, ma la volontà. Così il diritto genera il dovere e non viceversa». Il nuovo libro del filosofo Possenti. 

di Tommaso Scandroglio
Vittorio Possenti

LA SENTENZA
Donald Trump

Il 25 gennaio scorso, il presidente Donald Trump aveva emesso un decreto per togliere fondi pubblici alle città-rifugio. Cioè quelle contee che rifiutano di applicare la legge sull'immigrazione e di espellere i clandestini. Adesso il giudice William Orrick III dà ragione alle città rifugio (illegali!) e blocca il decreto.

di Marco Respinti

CHIESA
Giovani e pregheira

Il documento preparatorio al prossimo Sinodo considera soltanto i giovani "lontani" per i quali la Chiesa deve cambiare linguaggio e modo di presentarsi. Totalmente assenti invece quelli che col linguaggio della Chiesa non hanno problemi, magari amano la messa in latino e la tradizione. L'intento è chiaro: questi giovani non devono esistere.

di Riccardo Barile


SINDACATI
Alitalia

Referendum Alitalia: ha perso il governo, che aveva avvisato i lavoratori che non ci sarebbe stato un piano di riserva e che la compagnia avrebbe chiuso i battenti. Poi i sindacati, inadeguati a rappresentare le istanze dei lavoratori. E votando "no" al preaccordo, i lavoratori probabilmente perderanno il lavoro.

di Ruben Razzante

FLOP "STELLARI"

Quand’anche le spedizioni cosmiche trovassero acqua, non avrebbero trovato per nulla la vita. Avrebbero solo verificato la presenza di una (ce ne sono altre) delle condizioni necessarie all’esistenza. Le ultime scoperte della Nasa portano a pensare che l'acqua su Marte se mai c'è stata è evaporata a causa della bassa pressione atmosferica. 

di Marco Respinti


CHIESE PRESTO MUSEI

A Venezia alcune chiese diventeranno cinema e musei. Ad opporsi preti che celebrano anche solo per un fedele. Come a Torcello, dove a messa fa capolino spesso solo la Miranda, simbolo di un'Italia ancora innamorata di Cristo. Bisognerebbe affidare le parrocchie ai movimenti in espansione per capire che non è un problema di numeri. Come sul Golgota, è un problema di fede. 

di Andrea Zambrano

OSTIA
Don De Donno

Nonostante la contrarietà del codice di diritto canonico, e del vicario del Papa per la Diocesi di Roma, Vallini, don De Donno è sempre più intenzionato a candidarsi alle prossime elezioni per il X Municipio. Un passato barricadero tra gli occupanti e tanta politica di sinistra. Però la curia cerca di non strappare.

di Luca Paci


LETTERA A MATTARELLA
Sergio Mattarella

A fronte di alcune sentenze molte creative della magistratura italiana (soprattutto in tema di famiglia), alcuni avvocati hanno scritto una lettera a Sergio Mattarella, soprattutto nella sua qualità di Presidente del CSM, per segnalargli  la preoccupazione circa l’invasione del potere giudicante in quello legislativo, il che è contrario alla nostra Costituzione.

di Peppino Zola

OBIEZIONE DI COSCIENZA
Cgil aborto

A marzo il sindacato sostenne che ben 23 ospedali del Nord avevano ostacolato una donna che voleva abortire. Ora la procura dichiara che invece la legge 194 sull'aborto era stata rispettata. Un caso montato per abolire l'obienzione di coscienza. Ma non basta scandalizzarsi e difendere la libertà dei medici: se si accetta una legge che usa le donne per giustificare l'assassinio, diventa poi difficile mantenerne i limiti. 

di Benedetta Frigerio


DOPO IL VOTO
Manif pour Tous a Parigi

Non si può che constatare la sconfitta del popolo cattolico in Francia. Entrambi i candidati presidenti, Le Pen e Macron, sono "laici" nel senso francese del termine, due volti dell'illuminismo: giacobino l'uno, napoleonica l'altra. La proposta cattolica, emersa per la prima volta in tempi recenti con Fillon è stata bocciata per lo scandalo personale del candidato.

di Robi Ronza

QUALE DIALOGO
Papa Francesco e Benedetto XVI

Il messaggio inviato nei giorni scorsi da Benedetto XVI a un Simposio in Polonia dedicato al suo "concetto di Stato", rilancia i contenuti della lezione di Ratisbona di 11 anni fa paventando un tragico scontro tra i laicismi occidentali e l'islamismo. E questo proprio mentre papa Francesco sta per recarsi in Egitto per un incontro con il rettore dell'Università al Azhar, con un approccio opposto a quello di Ratisbona.

di Riccardo Cascioli


EDITORIALE
Un'immagine del convegno

l convegno del 22 aprile ha contribuito a spiegare la gravità della situazione e la profondità della crisi che si è ormai creata nella Chiesa cattolica a proposito di accesso ai sacramenti. Questo indica che anche il tempo della battaglia sulle interpretazioni  è ormai passato...

di Riccardo Cascioli

FRANCIA
Elezioni Francia

Francia, è testa a testa fra Marine Le Pen ed Emmanuel Macron. Saranno loro a contendersi la presidenza della Francia al secondo turno. I loro due programmi economici si assomigliano più di quanto si creda. Nessuno dei due pone particolare importanza ai principi non negoziabili. La vera battaglia sarà sull'appartenenza della Francia all'Unione Europea. 

di Stefano Magni


28
Apr
San Luigi Maria Grignion de Montfort


SCHEGGE DI VANGELO

«Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». (Gv 6,1-15)



Cascioli e Anna Silvas

Il successo del convegno internazionale al Columbus promosso in Vaticano da Bussola e Timone "A un anno da Amoris Laetitia, fare chiarezza". Giornalisti, esperti, curiosi, semplici fedeli. Laici da tutto il mondo per la prima volta escono allo scoperto nel dibattito post sinodale con franchezza e amore per la Chiesa.

-LIMINSKI: L'INDISSOLUBILITA' CONVIENE ALLA SOCIETA'

-COLLIN: NON E' QUESTO IL DISCERNIMENTO DI S.IGNAZIO

-FARROW: ALLE RADICI DELLA CRISI ATTUALE

-SILVAS: AMORIS LAETITIA, AMBIGUITA' VOLUTA

-MESSINA: IL CASO AFRICANO

-PIERANTONI: MAGISTERO E TRADIZIONE: MAI SEPARATI

di Lorenzo Bertocchi



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.