• Cortocircuiti

Irlanda, "nozze" gay ma solo per non pagare le tasse

Siamo in Irlanda. Lui si chiama Matt Murphy ed ha 83 anni. Il sig. Murphy ha chiesto al suo migliore amico nonché badante Michael O’Sullivan, di 58 anni, di convolare a “nozze” nonostante non siano omosessuali. Il motivo? Il sig. Murphy ha intenzione di lasciare in eredità all’amico la sua casa senza però pagare 50mila euro di tasse di successione. Dalla foto si capisce benissimo che i due sono arci felici di aver gabbato il fisco usando a proprio vantaggio una legge iniqua.

La vicenda dei due signori irlandesi mette a nudo una pecca di fondo di tutte le leggi sui “matrimoni” omosessuali o sulle unioni civili, compresa la nostra: lo Stato va a legittimare un mero sentimento che come tale non può che essere autocertificato dai due aspiranti “sposi”. Non solo, ma per alcuni ordinamenti giuridici come il nostro questo affetto omosex non deve neppure esistere perché per costituire una unione civile basta che i due dichiaranti siano dello stesso sesso. Quindi per legge possono essere anche due amici.

http://www.repubblica.it/esteri/2017/12/23/news/irlanda_matrimonio_tra_due_maschi_eterosessuali_cosi_evitiamo_le_tasse_-185046576/