• Emilia Romagna

Legge omofobia passa in Commissione Parità

La legge regionale dell'Emilia Romagna sull'omofobia ha ricevuto il placet della Commissione Parità. Più di 300 gli emendamenti, dal titolo è stato tolto il termine “omotransnegatività” ma le opposizioni dichiarano che rimane un testo di legge inutile.

Michele Facci di Fdi commenta: “Questo progetto di legge avrebbe meritato un altro trattamento visto che è un pdl importante, da qualsiasi parte lo si guardi. Vi siete voluti far dettare i tempi dalle realtà che hanno voluto questa legge e questo non vi fa onore. Le realtà Lgbti sono già tutelate dalla Costituzione, questa legge a nostro parere non serve e forse gli stessi proponenti lo pensano, visto come l’hanno depotenziata con i loro 24 emendamenti”.

Sulla stessa frequenza d’onda il compagno di partito Giancarlo Tagliaferri: “Capisco la sudditanza al mondo Lgbti ma non capisco perché la discussione debba avvenire proprio oggi. Forse perché si teme che il fragile equilibrio raggiunto dalla maggioranza possa venir meno ancora una volta”.

Nel testo è stato proposto anche il divieto di finanziamenti pubblici alla maternità surrogata. Infatti l’emendamento 72 obbliga “la Regione a non concedere contributi ad associazioni che nello svolgimento delle proprie attività realizzano, organizzano o pubblicizzano la surrogazione di maternità”.

Purtroppo questa proposta di legge prima o poi verrà varata e così la libertà di espressione e quella religiosa saranno ingiustamente limitate.

https://cronacabianca.eu/comunicato/diritti-legge-contro-discriminazioni-per-orientamento-sessuale-passa-esame-in-commissione-parita/