a cura di Benedetta Frigerio
  • NIGERIA

Oltre 20 cristiani massacrati dai fulani

Fulani

Nigeria. Ancora morti nello scontro che vede coinvolti i cristiani vicini alle popolazioni di fulani. Questa volta, l’etnia di nomadi nigeriani, ha ucciso 19 membri della chiesa battista, fra cui nove bambini, ferendo diverse persone. Il fatto, denunciato in questi giorni, risale alla scorsa settimana. Il pastore della chiesa Battista di Salama, il reverendo Nanchwat Laven, ha raccontato la tragedia così: “Il mio cuore è terribilmente pesante. Non riesco dormire. Mi hanno chiamato circa a mezzanotte quando la milizia dei fulani è giunta nel villaggio. Il segretario della Chiesa, situata nel villaggio di Ancha, John Bulus, ha invece spiegato di essere sveglio mentre sentiva i rumori degli spari. Uscito di casa ha visto uomini armati sparare contro di lui. “Uno di loro mi è corso dietro in casa”, ma “è rimasto sulla porta di camera mia senza entrare e senza spararmi, dopo poco è uscito insieme agli altri”. Per circa 25 minuti l’uomo ha sentito sparare in continuazione. Alcuni abitanti, invece hanno detto al Morining Star News che insieme ai fulani c’erano i terroristi islamici. Secondo l’International Christian Concern americana, i militanti fulani fra l’ottobre del 2016 e il settembre di quest’anno hanno attaccato oltre 20 villaggi cristiani, distruggendo centinaia di proprietà sopratutto uccidendo oltre 200 persone. Le atrocità commesse dai fulani ma sopratutto dai terroristi islamici di Boko Haram contro i cristiani rendono la Nigeria il dodicesimo paese più pericoloso del mondo nella classifica stilata nel 2017 da Open Doors Usa.