• JIHAD ITALIA

    Antiterrorismo di successo quando manca un governo

    Strano che proprio in un periodo di limbo governativo, con l'esecutivo Gentiloni in uscita e nessun nuovo governo in vista, sia partita la più ampia operazione antiterrorismo finora mai osservata in Italia. Secondo Minniti, "oggi" c'è un pericolo jihadista. E perché ieri no?

    • SCENARI POST VOTO

    Lega-5S, "nozze" con sospetto. Senza programma

    La spinta giallo-verde verso un esecutivo presieduto da un uomo delle istituzioni che gestisca l’ordinario e l'essenziale (legge di stabilità e legge elettorale) e rinvii consensualmente di un anno la resa dei conti. Dove si avrà la vera sfida alle urne con una legge elettorale che assegni un premio di maggioranza ai vincitori.

    • I DATI EUROSTAT

    Richieste asilo, aumenta la pressione sull'Ue mediterranea

    I Paesi dell'Ue hanno registrato 650.000 nuove domande di asilo nel 2017, pari quasi alla metà dell'anno precedente quando furono 1.206.500. Lo rende noto Eurostat, l'Ufficio europeo di statistiche. In calo le richieste per i paesi del Nord Europa (a causa della chiusura delle frontiere). Aumenta la pressione sui paesi mediterranei.

    • MEDITERRANEO

    Ong, i produttori di bene al di sopra della legge

    Le Organizzazioni non governative sono centinaia di migliaia. Fanno del bene e lo fanno bene, guai a metterlo in dubbio; e, poiché fanno del bene e "lo fanno bene", per loro è lecito sfidare i governi. Ultimo esempio in ordine di tempo è quello della Ong spagnola Open Arms la cui nave ProActiva è sotto sequestro a Catania, per aver trasportato 218 persone raccolte in acque libiche. Il sospetto è che sia collusa con i trafficanti di esseri umani. E peggiora l'immagine della solidarietà internazionale.

    AUMENTA LA PRESSIONE SULL'UE MEDITERRANEA di Gianandrea Gaiani

    • SCENARI

    Camere al via, ma lo stallo fa gola a Lega e M5S

    E’ iniziata la settimana decisiva per la diciottesima legislatura. Da ieri i senatori e da oggi i deputati si stanno registrando per poter accedere ai loro uffici e iniziare l’attività parlamentare. Cinque Stelle e Lega non si strapperebbero i capelli se lo stallo prolungato costringesse il Capo dello Stato a sciogliere nuovamente le Camere.

    • ERDOGAN

    Turchia, il sultanato che piace ai salotti buoni

    A New York compare un nuovo murales di Banksy. Raffigura la pittrice e giornalista curda Zehra Dogan, in carcere in Turchia per aver dipinto la cruda realtà della repressione turca contro i curdi. La Turchia di Erdogan, che ieri festeggiava la sua vittoria ad Afrin, è una vergogna su cui il mondo benpensante tace.

    • IL CASO DELLA OPEN ARMS

    L'Italia vuole a tutti i costi gli sbarchi degli immigrati

    Open Arms, una Ong spagnola che opera nel Mediterraneo, arriva prima della Guardia Costiera libica a soccorrere due gommoni alla deriva carichi di emigranti. Dopo esser stati respinti da Malta (che ha soccorso solo i casi più gravi) e dalla Spagna, i volontari spagnoli sono approdati in Italia. Continuiamo ad esser complici del traffico.

    • L'ANALISI

    A 40 anni da via Fani, culture politiche in estinzione

    A quarant’anni esatti dalla strage di via Fani il processo di evaporazione delle due culture politiche più rappresentative della storia repubblicana può dirsi compiuto: in Parlamento non c’è nessuna forza politica di ispirazione cattolica e nessun partito che abbia nel suo nome la parola sinistra o la parola socialista.

    • POLITICA ESTERA ITALIANA

    La missione in Niger è già a rischio (e Parigi sa perché)

    La missione militare italiana in Niger potrebbe non partire mai. Perché il potente ministro degli Interni nigerino, Mohamed Bazoum (probabile futuro premier) ha rinnegato gli accordi presi dal suo governo con Roma. Dietro potrebbe esserci la pressione della Francia, che non vede di buon occhio la missione italiana.

    • GLI SCENARI DEL POST VOTO

    Il Pd si sfila, la palla che scotta a Lega e 5 Stelle

    Il Pd è in mano a Martina mentre Renzi sotto banco lavora a un rassemblement con Forza Italia. Ma per le sorti del governo la palla che scotta è in mano a un'improbabile alleanza tra Lega e 5 Stelle: una strada in salita a cominciare dalla scelta del premier. 

    • DOPO IL VOTO

    Rosatellum, una legge che distrugge le maggioranze

    Tutte le forze politiche hanno sempre dichiarato di volersi battere per un sistema elettorale chiaro, trasparente e dal funzionamento semplice. Ma a causa del "Rosatellum" l'attuale sistema, non solo non abbiamo una maggioranza di governo, ma neppure sappiamo ancora chi è stato eletto. 

    LA MALEDIZIONE DELLA RIFORMA ELETTORALE di Stefano Magni

    • STORIA DELLE ELEZIONI

    Riforma elettorale: nuoce alla salute di chi la promuove

    Con quante leggi elettorali abbiamo votato, in meno di 25 anni? Sono ben tre quelle che sono entrate effettivamente nei seggi e hanno permesso il rinnovo delle camere parlamentari, altre 8 sono state proposte e non sono passate. Siamo un caso unico fra le democrazie stabili. E tutto per interessi di fazione e scarsa lungimiranza.