• IL NUOVO ASSE

    Cinque stelle e Pd: alleati contro la famiglia

    Sul tema della famiglia naturale la convergenza tra il Pd di Zingaretti e i pentastellati è piena. C’è da tremare al sol pensiero che un giorno possa solidificarsi un’intesa di governo tra quelle due forze politiche, molto ostili alla famiglia naturale e radicalmente avverse al sentire dei cattolici.

    • IMMIGRAZIONE

    La politica dei porti chiusi salva tante vite umane

    La politica dei porti chiusi, fin qui adottata dal governo Conte, ha ridotto drasticamente il flusso di immigrazione clandestina. Gli sbarchi sono ridotti a meno di un decimo rispetto alla media degli anni scorsi. Si contano a migliaia e non più a centinaia di migliaia. Ora è più facile ottenere lo status di rifugiato, mentre l'asilo per motivi umanitari (istituto che esisteva solo in Italia) è ridotto a pochi casi. Ma il risultato più eclatante è nei morti in mare: uno solo dall'inizio dell'anno, contrariamente alle stragi, con migliaia di morti, negli anni scorsi. Eppure questa politica passa per essere "disumana".

    • PARADOSSI

    Consulenze gratis, autogol del ministero dell’Economia

    Ha fatto discutere l’avviso pubblicato dal ministero dell’Economia e rivolto a personalità altamente qualificate per il conferimento «di incarichi di consulenza a titolo gratuito». Uno scivolone se si pensa che il bando riguarda uno dei dicasteri più importanti. C’è pure la violazione di un principio costituzionale, che prevede la giusta remunerazione del lavoratore.

    • POLITICA

    5Stelle e l'utopia della democrazia digitale

    I 5Stelle rilanciano il progetto di democrazia digitale e propongono il passaggio al voto online. Una manovra che da una parte appare un diversivo, dall'altra un progetto senza basi tecnologiche adeguate.

    • IMMIGRAZIONE

    Campi di concentramento in Libia? Una bufala delle Ong

    Uno dei principali motivi per cui Ong e parte del clero continuano a sostenere la necessità dell'accoglienza si basa sull'idea che, se rimpatriati in Libia, gli emigranti finirebbero in campi di concentramento, dove subirebbero privazioni e torture. Ma in Libia, stando a quanto testimoniano agenzie internazionali come l'Acnur e l'Oim, non ci sono affatto campi di concentramento, ma centri sempre meglio organizzati, dove sono presenti anche numerosi osservatori, agenzie e altre Ong. Abbiamo, dunque, una falsa rappresentazione della realtà, diffusa per motivi ideologici, per continuare a sostenere la politica delle porte aperte.

    • VERSO LE EUROPEE

    Quel compromesso sulla Tav per salvare i Cinque Stelle

    Il patto mediato dal premier Conte dà tregua per sei mesi a Salvini e Di Maio ed è sufficientemente ambiguo da permettere a entrambi di esultare con i rispettivi elettorati. La vera partita tra Lega e Cinque Stelle inizierà il 27 maggio, all’indomani delle europee, perché in base ai rapporti di forza che emergeranno si potrà capire quanto futuro abbia l’attuale alleanza di governo, che intanto sconta il peso dei veti incrociati.

    • IMMIGRAZIONE

    Libia, il Pd perde la bussola e vuole riaprire i porti

    Dopo una svolta di politica responsabile dell'ex ministro dell'Interno Minniti, sotto il governo Gentiloni, il Pd a guida Zingaretti ritorna alle utopie sull'immigrazione. Propone di nuovo la politica dei porti aperti e chiede una "missione internazionale" di pace in Libia senza specificare quali eserciti debbano farne parte.

    • TERZA REPUBBLICA

    Il doppio volto del M5S, di governo e opposizione

    Dopo le elezioni regionali i detrattori della Lega le hanno rinfacciato di aver rispolverato la teoria andreottiana dei “due forni”: al governo nazionale col M5S e nei governi locali col Centrodestra. Adesso anche il M5S potrebbe fare la stessa cosa, dopo che nel Pd ha vinto Zingaretti. Ma quanto somiglia alla Prima, questa Terza Repubblica?

    • JIHAD DI RITORNO

    Allarme terrorismo, si temono colpi di coda dell'Isis

    L'Isis è sconfitto, ma pericoloso. La Relazione annuale al Parlamento presentata dai servizi d’intelligence parla dei 1700 jihadisti che hanno combattuto sotto il Califfo e sono tornati in Europa, altri 2600 resistono a Baghouz, ultima roccaforte. Un pericolo anche gli sbarchi clandestini sulle coste italiane. E cresce la minaccia informatica.

    • LE PRIMARIE DEL PD

    Con la vittoria di Zingaretti torna la vecchia guardia

    Il governatore del Lazio ha raccolto circa il 70% dei consensi (i votanti sono stati circa 1.800.000), sconfiggendo gli sfidanti Maurizio Martina e Roberto Giachetti, e archiviando la stagione del renzismo. Tra i principali sponsor del neoeletto figurano infatti numerosi dirigenti della vecchia guardia, da Paolo Gentiloni a Dario Franceschini.

    • PRIMARIE DEL PD

    Se Zingaretti vince, il PD sarà più vicino al M5S

    Il PD cerca di attirare di nuovo l'attenzione di un elettorato comatoso, con le sue nuove elezioni primarie, per il rinnovo della leadership. I sondaggi danno in vantaggio l'attuale governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Che è molto più vicino all'ala di Fico del M5S. Così, in caso di crisi di governo...

    • IMMIGRAZIONE

    Baobab, come ragionano gli avvocati azzecca-migranti

    Sono gli avvocati che forniscono assistenza legale agli immigrati irregolari. I loro clienti non spendono un euro: paghiamo noi contribuenti. Baobab experience, una di queste associazioni, che chiede il risarcimenti per gli immigrati della Diciotti, è un concentrato di ideologia immigrazionista (e nel mentre parla male degli italiani)