• HAVEL PROFETA

    Contro le regole del nuovo totalitarismo democratico

    La reazione del "sistema" alle prime politiche sull'immigrazione di Matteo Salvini, fa capire bene in che mondo viviamo. E' l'ideologia che comanda. E' un totalitarismo non tradizionale, che il drammaturgo Vaclav Havel aveva descritto in tempi non sospetti. Salvini ha violato le regole del gioco. Ed ora il gioco si farà duro.

    • IL PERSONAGGIO

    Cateno, sindaco scatenato che non è Sturzo nè La Pira

    Ritratto di Cateno De Luca, neosindaco vulcanico di Messina, che si ispira a Sturzo, prega ai comizi ed è favorevole alle unioni civili. 

    • COPYRIGHT

    La legge UE che ucciderebbe la libertà sul Web

    Tra il 2 e il 5 luglio si raccoglierà per un’ennesima seduta la Plenaria della Commissione Affari Legali del Parlamento europeo per votare sulla nuova Legge sul diritto di Copyright. Apparentemente innocente, questa legge uccide tutte le attività indipendenti sul Web e le piattaforme opensource. Un grave limite al diritto di espressione. 

    • DIFESA INTEGRATA

    Forza comune europea troppo francese. Italia fuori

    La costituzione dell’ennesima, teorica, forza militare congiunta europea contribuisce ad esacerbare gli animi già tesi nel confronto tra Italia e Francia. Lunedì è stata ufficialmente annunciata la costituzione della European Intervention Initiative (EII). E l'Italia resta fuori, perché è una creatura troppo legata agli interessi di Parigi.

    • IL CASO SUMAYA

    L'avanzata dell'islam politico nel Pd di Milano

    Terremoto politico a Milano. Sumaya Abdel Qader, consigliera comunale del Partito Democratico, diventerà presidente della Commissione cultura di Palazzo Marino. La notizia non è ancora ufficiale e l’elezione è attesa per la settimana prossima. Ma già così la polemica infuria. Perché è proprio lei il volto dell'islam politico.

    • BRUXELLES

    Il decalogo Conte per (non) governare i migranti

    I dieci punti della proposta italiana per affrontare su scala europea la crisi determinata dai flussi migratori illegali, presentata domenica al vertice Ue di Bruxelles dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte presenta moltissimi limiti. Propone soluzioni che sono già fallite e si scontra con realtà più grandi di noi.

    • RAPPORTI DI FORZA

    Giallo-verdi saldi al potere. Sempre che non litighino

    I ballottaggi delle elezioni comunali, domenica, hanno dimostrato ancora una volta che i partiti dell'attuale governo possono anche governare per cinque anni senza problemi. Perché Pd e Forza Italia stanno scomparendo. Il maggior ostacolo del governo è il governo stesso. La tenuta dell'alleanza Lega-5S non è affatto scontata.

    • AMMINISTRATIVE

    I ballottaggi premiano la Lega. Sinistra a pezzi

    Il secondo turno del voto amministrativo conferma che la Lega naviga col vento in poppa, mentre i Cinque Stelle arrancano. Salvini sta prendendo in mano il pallino dell'azione di governo. Il Pd perde città simbolo come quelle toscane e umbre, cioè perde in casa. 

    • MEDITERRANEO

    L'Ue non sa che fare con gli immigrati? Segua l'Australia

    L’Europa cerca soluzioni e risposte alla crisi determinata dai flussi di migranti illegali e dalla svolta dell’Italia, non più disposta a continuare a essere il ricettacolo dell’immigrazione clandestina. Eppure un modello di riferimento e di provato successo esiste ed è solo da imitare: l'Australia con la sua politica dei respingimenti.

    • BALLOTTAGGI

    Lega e 5 Stelle avversari, ma non sarà uno scontro

    Attesa per l’esito dei ballottaggi di domani, che chiuderanno un semestre di appuntamenti elettorali. Lega e 5 Stelle si presentano divisi. Difficilmente però, l’esito delle urne avrà effetti sulla tenuta dell’esecutivo. Sono talmente in crisi i partiti di opposizione, che anche un eventuale calo pentastellato non inciderebbe sui rapporti di forza tra i due alleati di governo.

    • IL PROSSIMO VERTICE DI BRUXELLES

    Gli immigrati dove li mettiamo? L'Ue si interroga

    Domenica 24 giugno si svolgerà a Bruxelles un vertice informale preliminare a quello del Consiglio Ue del 28 e 29 giugno in cui si parlerà della revisione del Regolamento di Dublino. Il problema più difficile da risolvere è la gestione degli immigrati illegali che sono già arrivati in Europa e quelli che ancora arriveranno. La riallocazione riguarda solo i richiedenti asilo. Ma tutti gli immigrati chiedono asilo, entrando illegalmente.

    • IL CASO ROMA

    Sistema Parnasi, tra opacità e giustizia a orologeria

    Parlare di giustizia a orologeria è fin troppo facile a proposito dell’inchiesta sullo stadio di Roma e su quello che è già stato ribattezzato “sistema Parnasi” da cui emerge l’opacità nei meccanismi di rappresentanza degli interessi, con lobbies che operano nel torbido e agiscono indisturbate, stante il vuoto normativo in materia.