Santa Chiara d’Assisi

    La fondatrice delle Clarisse, oggi patrona delle telecomunicazioni, era già una giovane donna di circa 18 anni quando, la notte tra la Domenica delle Palme e il Lunedì Santo del 1211 (o 1212), fuggì dalla comoda casa paterna per raggiungere la chiesetta della Porziuncola. Ad attenderla c’era Francesco, che le tagliò la bella chioma e la vestì di un ruvido saio, segno dell’inizio di una nuova vita, fatta di penitenza e contemplazione

    San Lorenzo

    La figura del diacono san Lorenzo (†258) è stata nei secoli fonte di ispirazione per artisti e poeti, da Tiziano Vecellio a Giovanni Pascoli, e oggetto di grande devozione tra i fedeli, che in ogni parte del mondo hanno innalzato chiese in onore di questo popolare martire e imitatore di Cristo

    Santa Teresa Benedetta della Croce

    La vita di questa brillante filosofa, a lungo atea, poi innamorata di Dio, carmelitana scalza, mistica, autrice di opere di intensa spiritualità e vittima della Shoah, non smette mai di affascinare. Il pellegrinaggio esistenziale di santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein (1891-1942), proclamata compatrona d’Europa da Giovanni Paolo II, racchiude molta della storia drammatica del Novecento, da cui lei - figlia d’Israele - emerse scoprendo e incarnando totalmente in sé il mistero di Cristo crocifisso e risorto.

    San Domenico

    San Domenico insegnava ai suoi frati che «il nostro studio deve principalmente, con ardore, con ogni energia, mirare a renderci utili ai nostri fratelli», con il fine di salvare le anime. Premessa indispensabile è il tempo dedicato a Dio, perché «il frate predicatore attinge nella contemplazione ciò che poi dispensa nella predicazione»

    San Gaetano Thiene

    Spesso raffigurato con Gesù Bambino, san Gaetano Thiene (1480-1547), fondatore dei teatini e tra le figure più belle della Riforma cattolica, è detto «il santo della Provvidenza» per la fiducia immensa che ebbe nel buon Dio, da cui trasse la forza per molteplici opere di carità in favore di malati e bisognosi

    Trasfigurazione del Signore

    Introducendo i misteri della luce nella recita del Rosario, san Giovanni Paolo II scrisse che la scena evangelica della Trasfigurazione di Nostro Signore può essere assunta a «icona della contemplazione cristiana»

    Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore

    La Basilica di Santa Maria Maggiore, una delle quattro basiliche papali di Roma, è chiamata così per indicare la sua preminenza su tutte le altre chiese intitolate nel mondo alla Beata Vergine. Il suo nome è legato al plurisecolare culto della Madonna della Neve

    Santo Curato d'Ars

    «Il Sacerdozio è l’amore del cuore di Gesù», diceva san Giovanni Maria Vianney (1786-1859), per tutti "il Curato d’Ars", umilissimo ma consapevole della grandezza del ministero sacerdotale, inscindibile da Cristo, Sommo Sacerdote. «Un buon pastore, un pastore secondo il cuore di Dio, è il più grande tesoro che il buon Dio possa accordare a una parrocchia e uno dei doni più preziosi della Misericordia divina»

    Sant’Aspreno di Napoli

    A Napoli sorge la basilica di San Pietro ad Aram, che secondo la tradizione venne fondata sul luogo dove san Pietro battezzò sant’Aspreno (I-II sec.), primo vescovo della città partenopea. Custodirebbe inoltre l’Ara Petri, cioè l’altare su cui il Principe degli Apostoli pregò e celebrò l’Eucaristia prima di dirigersi a Roma

    Sant’Eusebio di Vercelli

    Secondo la tradizione fu lui a portare, di ritorno dall’Oriente (dove era stato esiliato dall'imperatore per aver difeso la divinità di Cristo), delle statuette raffiguranti la Madonna Nera; e sempre a lui si fa risalire la prima origine dei santuari mariani di Oropa e Crea, che si rivelarono determinanti per la conversione a Cristo delle popolazioni rurali

    Sant’Alfonso Maria de’ Liguori

    Autore di una monumentale Teologia Morale, onorato dalla Chiesa con il titolo di Doctor Zelantissimus, sant'Alfonso Maria de' Liguori (1696-1787) visse nel «secolo dei lumi», sapendo ridare la giusta misura alla ragione e scrivendo opere basilari di apologetica, come Verità della fede. Che inizia con una preghiera a Maria e si sviluppa in tre parti volte a confutare i materialisti che negano l’esistenza di Dio, i deisti che respingono la Rivelazione, i settari che negano la verità e unicità della Chiesa cattolica

    Sant’Ignazio di Loyola

    Il grande protagonista della Riforma cattolica, fondatore della Compagnia di Gesù, fu in gioventù abile suonatore e ballerino, oltre che spavaldo nei tornei cavallereschi, prima di combattere nell'assedio di Pamplona. Dopo la grave ferita subita in quella battaglia, si convertì ed ebbe l'illuminazione che fu alla base degli Esercizi Spirituali