• VIDEO SHOCK DI BRIAN SIMS

    Lei prega contro l’aborto. E il dem Usa la molesta per 8 minuti

    Il politico democratico Brian Sims, attivista Lgbt e pro aborto eletto al parlamento della Pennsylvania, si scaglia verbalmente per 8 minuti contro una donna che stava pregando all’esterno di una clinica della Planned Parenthood, insultando la fede cristiana e definendo più volte “disgustoso” il gesto di preghiera di colei che chiama “vecchia signora bianca”. Non pago, pubblica il video su Twitter, mettendo la signora alla gogna pubblica.

    • IL FILM

    Unplanned, quando l’abortista diventa un’eroina pro life

    In primavera uscirà negli Stati Uniti il film Unplanned, basato sulla storia vera di una ex manager della Planned Parenthood, la trentottenne Abby Johnson, che nel 2009 rinunciò al suo lavoro dopo aver visto con i propri occhi la cruda realtà dell’aborto, praticato ai danni di un bambino di 13 settimane. La sua parte sarà interpretata dall’attrice Ashley Bratcher, anche lei con una storia che sa di Provvidenza.

    • PLANNED PARENTHOOD

    Leana Wen, presidente nuova… ideologia vecchia

    Dallo scorso 12 novembre la Planned Parenthood è guidata ufficialmente da Leana Wen, una dottoressa di origini cinesi, che in un tweet ha definito l’espansione dell’aborto «la nostra missione principale». Nulla che già non si sapesse, anche se l’affermazione è un autogol per la propaganda portata avanti per anni dalla multinazionale abortista.

    • EX ABORTISTA

    «Ho ucciso più uomini dei nazisti, la fede mi salvò»

    Mentre un giudice blocca la norma che riduce la possibilità di abortire in Mississippi in nome del "diritto di scelta della donna", la dottoressa Kathi Aultman svela la menzogna teorica che ha portato all’omicidio di oltre 60 milioni di bambini solo negli Stati Uniti.

    • VITE CALPESTATE

    Che disagio l'uragano, ma niente paura: l'aborto è gratis

    Dopo l'uragano che ha devastato il Texas, molte cliniche sono allagate, le strade ancora inagibili. Così la catena texana di abortifici Whole Woman’s Health offre a tutte le donne incinte travolte dalla furia di Harvey di uccidere il bimbo che hanno in grembo senza sborsare un cent. E non è un caso che il Texas sia uno degli stati che per primo si è adeguato alla legge di Trump che chiude i rubinetti pubblici agli abortifici. Per uccidere bambini così, ogni scusa è buona.
    • USA

    Aborto: non pagano i colpevoli ma chi li smaschera

    Il processo paradossale agli uomini che hanno rivelato le atrocità del colosso degli aborti americano Planned Parenthood: gli Stati si muovono a favore della vita, ma il sistema della morte è così radicato da condannare chi ha colpito il business abortista e la compravendita degli organi di bambini.