• L'EDITORIALE

Una campagna che promette bene

In quattro giorni, per La Bussola Quotidiana, abbiamo superato quota 20mila euro. E' molto, e di questo vi ringraziamo, ma il traguardo dei 100mila è ancora lontano. La vostra generosità fa ben sperare...

La Bussola

Centomila euro per sopravvivere, avevamo chiesto venerdì. E la vostra risposta in questi primi giorni è stata generosa, e perfino commovente nei messaggi che hanno accompagnato le offerte di tanti di voi. Ricordiamo solo il lavoratore in cassa integrazione che, non potendo permettersi di più, ha inviato 50 euro “confidando in 2mila cassintegrati” come lui, affermando che “aiutare la BQ è un dovere soprattutto nei confronti di Nostro Signore”; o l’emigrato in Canada che ci ha inviato l’equivalente di 150 dollari canadesi pur essendo la sua “situazione finanziaria molto precaria”. Ma c’è stato anche chi ha inviato 5mila euro, così che in quattro giorni la cifra raccolta ha superato i 20mila euro.

E’ molto, certamente, e di questo vi ringraziamo con tutto il cuore. Ma non è abbastanza. C’è ancora molta strada da fare per arrivare a centomila, ma la vostra risposta fa ben sperare. Ancora una volta abbiamo la dimostrazione che attorno a La Bussola Quotidiana si è formato un popolo

Qualcuno ci ha giustamente chiesto a cosa servono i centomila euro e cosa accadrà dopo.
Servono per ripartire. O, meglio, servono per continuare ma dando una prospettiva di solidità a una realtà che non può reggersi soltanto sulle libere donazioni. Come abbiamo detto più volte, non abbiamo alcun finanziamento da enti istituzionali, né civili né ecclesiastici, e le donazioni – che in questi 16 mesi ci sono arrivate anche senza alcuna sollecitazione –, così come le adesioni a socio, non sono sufficienti a mantenere il servizio che La Bussola Quotidiana offre ogni giorno.

Stiamo predisponendo un nuovo piano aziendale che prevede iniziative e attività volte a integrare queste offerte, e allo scopo stiamo anche cercando altri imprenditori e professionisti che abbiano voglia di condividere più da vicino l’avventura de La Bussola Quotidiana investendo cifre ragionevoli in un progetto di evangelizzazione (chi volesse maggiori informazioni al riguardo può contattarci scrivendo a redazione@labussolaquotidiana.it).

I centomila euro servono perciò per garantire e gestire questo difficile periodo di transizione e fare quei minimi investimenti necessari ad aprire una nuova fase che - lo speriamo tutti - possa vedere uno sviluppo ulteriore del vostro quotidiano.

Per questo vi sollecitiamo ancora una volta a rispondere con generosità a questo appello.

PER DONARE CLICCA QUI