• SCHEGGE DI VANGELO

Una scelta individuale

Ma io vi dico di non opporvi al malvagio (Mt 5, 39)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio” e “dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu porgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle». (Mt 5, 38-42)


Con questo insegnamento Gesù ci chiede veramente qualcosa di sovraumano: amare i nemici, e con la Sua incarnazione ci dà un bel incoraggiamento. Gesù ci ha dato l'esempio e non si è opposto ai malvagi che lo crocifiggevano. Questa volontà di amare il nemico fino all’annichilimento della propria persona, però, è una scelta individuale, per dare vita donando la propria. Non riguarda, invece, la doverosa difesa degli innocenti dall’oppressione. Il padre di famiglia ha il dovere di difendere la moglie e i figli. Il poliziotto ha il dovere di difendere chi viene ingiustamente aggredito. Il chirurgo ha il dovere di tentare di salvare vite umane. Insomma, la propria vita può essere donata, ma si ha il dovere di difendere e proteggere coloro che ci sono affidati.