• PETIZIONE

    No alla vita Frankenstein: firma anche tu

    Una petizione indirizzata al Ministro della Salute inglese per bloccare la possibilità di creare embrioni con il materiale biologico di tre “genitori”. L'ha promuove l'assoociazioni internazionale di cittadini on line Citizen Go Gran Bretagna che lancia una raccolta firme per bloccare la proposta approvata dal Parlamento.

    • MARCIA DI WASHINGTON

    L'odissea di Rosa, la donna che disse tre sì alla vita

    Una storia toccante è stata raccontata durante uno degli eventi svoltisi ai margini della Marcia per la Vita di Washington dello scorso 22 gennaio. Davanti ai 15 mila alla partecipanti alla marcia, è stata raccontata l’odissea di Rosa, che per ben tre volte ha voluto dire “sì” alla vita, nonostante tutte le difficoltà.

    • SCENARI

    La guerra contro famiglia e vita comincia all'ONU

    Campagne per la contraccezione, aborto come diritto umano, coinvolgimento delle religioni, indottrinamento nelle scuole. Sono i quattro obiettivi su cui puntano le agenzie dell'Onu da qui al 2030, inseriti nei programmi di lotta alla povertà. Una casta di burocrati, finanziata da potenti Fondazioni private, decide l'etica mondiale.

    • L'INTERVISTA

    Gianna Jessen, "Grata di essere viva"

    Gianna Jessen, una donna americana di 37 anni, non avrebbe nemmeno dovuto essere al mondo. Nel 1977 è incredibilmente sopravvissuta a un aborto salino, nascendo prematura dopo una lotta di quasi un giorno. Nella sua vita ha continuato a lottare, questa volta per il diritto degli altri a nascere e vivere.

    • USA

    I repubblicani scendono a patti sull'aborto

    Passa alla Camera del Congresso una legge che vieta il finanziamento dell'aborto tardivo con fondi federali. Per i repubblicani che l'hanno proposta, non è una sconfitta, ma un compromesso rispetto alla prima proposta di legge, che prevedeva il divieto dell'aborto tardivo, oltre le 20 settimane di gravidanza.

    • WASHINGTON

    #WhyWeMarch, la più grande marcia per la vita

    #WhyWeMarch, perché marciamo, è l'hashtag di lancio della più grande manifestazione del mondo in difesa dei diritti umani. Si tiene domani a Washington, come tutti i 22 gennaio degli anni scorsi, nell'anniversario della sentenza Roe Vs. Wade quella che legalizzò l'aborto senza neppure passare dal voto. 

    • EUROPARLAMENTO

    Diritto all'aborto, l'Europa ci riprova

    Passa in Commissione la risoluzione Tarabella che spingerebbe tutti gli stati membri a liberalizzare aborto e contraccezione. Il mese prossimo va in assemblea plenaria, che un anno fa aveva bocciato l'analoga risoluzione Estrela, grazie anche alla mobilitazione popolare. E ora si ricomincia in vista della battaglia decisiva.

    #WhyWeMarch, la più grande marcia per la vita di A. Lavelli

    • PILLOLA DEI 5 GIORNI DOPO

    «Abortiva e pericolosa, noi farmacisti faremo obiezione»

    Dopo il via libera alla vendita senza ricetta della cosiddetta “pillola dei cinque giorni dopo”, parlano i farmacisti cattolici. La pillola è abortiva e pericolosa per la donna: per questo loro sono pronti a fare obiezione di coscienza alla vendota. Lo dice il dottor Piero Uroda, presidente dei Farmacisti cattolici italiani. 

    • L'INTERVISTA

    Stati vegetativi? No, ci sono solo padri, madri e figli

    Angelo, Silvia, Leonardo non sono "gli stati vegetativi", ma persone, padri, madri, figli. Fermi e immobili in un letto o su una carrozzina, rendono evidente il limite e la fragilità di ciascuno di noi. Non si esce dalle loro stanze senza interrogarsi sulla vita. Lo racconta lo scrittore Fabio Cavallari nel suo libro La vita in una stanza.

    • REPRINT

    «Aborto, la più grande minaccia per la pace» La grande lezione di Madre Teresa

    «Tante persone sono molto preoccupate per i bambini che muoiono di fame, ma milioni muoiono deliberatamente per volere della madre. E questo è ciò che è il grande distruttore della pace oggi. Perché se una madre può uccidere il proprio bambino, cosa mi impedisce di uccidere te e a te di uccidere me? Nulla». A 35 anni di distanza, riproponiamo il discorso della Beata Madre Teresa di Calcutta per l'accettazione del Premio Nobel per la pace.

    • CONVEGNO

    La vita, la morte e la libertà. Parole per capire chi siamo

    L’ultimo video-appello sul diritto all’eutanasia e il caso di Brittany Mainard impongono una decisa presa di posizione. Di vita e di morte si parlerà sabato 13 dicembre ad Este (Padova), con Ricci Sindoni, Vittorio Possenti e Enrico Berti. All'incontro interverranno anche monsignor Renzo Pegoraro e Giuseppe Anzani. 

    • DOLCE MORTE

    I vipponi d'Italia fanno lo spot per l'eutanasia

    Settanta testimonial per propagandare l’imprescindibile diritto all’eutanasia legale. Tutti arruolati dall’associazione Luca Coscioni per un video-appello rivolto al Parlamento perché venga legalizzato il suicidio assistito. Nel video ci sono vipponi e star del mondo della scienza, della cultura, del giornalismo e dello spettacolo.