• IL CASO

    Morire di Ru 486, succede a Torino

    Una donna di 37 anni morta poco dopo l'ingestione della seconda componente del cocktail abortivo. Il ginecologo radicale Viale si preoccupa di chi strumentalizza il caso. Ma questa morte smonta la menzogna dell'aborto facile.

    • L'ANALISI

    Tutto nasce dalla sentenza del 1975

    E' stata un'altra sentenza della Corte Costituzionale - la 27/75 - a porre le basi per lo sterminio degli embrioni. E' lì che i giudici hanno stabilito che la salute della donna ha la precedenza sulla vita del concepito, e da lì vengono tutte le leggi ingiuste.

    • CONSULTA

    Legge 40, come volevasi dimostrare

    La sentenza della Corte costituzionale, che ha cancellato dalla Legge 40 il divieto di fecondazione eterologa, comporterà una serie di effetti a cascata, dalla riscrittura del diritto di famiglia alla legalizzazione dell'utero in affitto. La situazione diventa oggi peggiore del "vuoto" precedente la Legge 40. Grazie anche all'errore di strategia dei cattolici. L'epilogo di questa legge insegnerà qualcosa in vista delle prossime sfide?

    • PALERMO

    Mille persone in Marcia per la Vita

    Nonostante la pioggia, più di mille persone hanno partecipato alla Marcia per la Vita di Palermo, con lo slogan di "Vita, famiglia, educazione!" per dire no ad aborto ed eutanasia. La testimonianza di Lea Vanella, madre di dieci figli.

    • LA MANIFESTAZIONE

    A Palermo, in marcia per la vita

    Marcia per la Vita. Domani, a Palermo, centinaia di persone marceranno per gridare a gran voce il loro sì alla vita e testimoniare contro una cultura che la calpesta. E' l'11ma edizione ed è promossa dal Forum Vita Famiglia Educazione

    • EDITORIALE

    Anche in Italia i feti finiscono in cenere

    Ha fatto scalpore la notizia che in Inghilterra migliaia di feti abortiti sono stati bruciati per riscaldare gli ospedali. E anche da noi i feti abortiti prima delle 20 settimane finiscono in cenere. Ed è tutto legale.

    • GERMANIA

    Ellaone, la pillola abortiva venduta senza prescrizione

    Ellaone, la pillola dei 5 giorni dopo, è finora venduta solo su prescrizione medica. Ma l'Ema, l'agenzia europea dei medicinali potrebbe liberalizzarla. In Germania il dibattito infuria e alcuni già la vendono liberamente. E la parola "aborto" scompare.

    • EDUCAZIONE SESSUALE

    Chieri, il Comune che sfida l'OMS

    Cosa c'entra un piccolo comune come Chieri, in provincia di Torino, con l'Organizzazione Mondiale della Sanità? Il Consiglio Comunale ha bocciato le linee guida dell'Oms sull'educazione sessuale per i bambini.

    • BIOETICA

    La via friul-giuliana all'eutanasia

    Duplice offensiva, dal comune di Trieste e dalla regione Friuli Venezia Giulia, per introdurre le Dat (Dichiarazioni anticipate di trattamento) e la legge regionale sul fine-vita. È un chiaro tentativo di introdurre l'eutanasia.

    • VITA

    Aborto casalingo, ora c'è anche nel Lazio

    Dopo Emilia, Umbria e Puglia, il Lazio si appresta a somministrare la RU486 in regime di day hospital. I commentatori che ritengono la cosa incompatibile con la legge 194 non la dicono tutta. È l'aborto il problema, non dove si abortisce.

    • INTERVISTA

    «Nel concepito il volto di Gesù»

    In Europa viene soppresso un bambino ogni 11 secondi, un'ecatombe negata e banalizzata perfino tra i cattolici. Parla don Maurizio Gagliardini, dell'Associazione Difendere la Vita con Maria, organizzatore di un convegno sul tema a Roma.

    • VITA

    Napolitano scende in campo per l'eutanasia

    Iniziativa dei radicali per far discutere il Parlamento della proposta di legge sul fine vita. Immediata sponda del presidente della Repubblica, che ha invitato il Parlamento a legiferare in materia. E anche il Pontificio Consiglio della Cultura...