• INTERVISTA A SERPELLONI

    “Governo antiscientifico, folle favore alla canna-business”

    Il neuroscienziato Serpelloni denuncia l’emendamento choc di 5 Stelle e Pd che innalza la soglia drogante: “Follia, la quantità di sostanza psicoattiva non la decide la politica, ma la scienza. E la scienza certifica che già con lo 0,2% c’è il ritiro della patente. Come fanno a dire che non sia drogante?”. Ma il problema è l'assist all'industria dell'oro verde: “I primi a esultare sono stati i colossi del canna-business". Declassati anche i cannabiniodi sintetici, che stanno facendo morti in Europa. “Allucinante che la politica si renda complice di tutto questo”.

    • IL SAGGIO DI FERTILIO

    Dal Kgb a Greta: la madre delle fake news è sempre incinta

    Dario Fertilio pubblica Ultime notizie dal diavolo. I segreti della disinformazione dall’antichità alle fake news. Il libro è una miniera di chicche: dal processo farsa al cardinal Mindszenty passando per gli sgambetti della Cia al Kgb fino ai creatori del personaggio Greta: propaganda, disinformatja, fake news. Dove la parte del leone la fanno i giornalisti. 

    • EQUILIBRI

    La crisi libica si allarga all'Oriente, rischi per l'Italia

    Tripoli si allea saldamente con Ankara per un accordo che minaccia la stabilità in tutto il Mediterraneo orientale coinvolgendo Grecia, Cipro, Egitto e Israele. L’Italia, che ha tutto da perdere da questi sviluppi, dorme e si limita ad appellarsi alla Ue e a inviare una nave da guerra a Cipro a mostrar bandiera.

    • ROSA MISTICA

    Maria e il Suo popolo. Svolta storica sul "caso Fontanelle"

    Alla presenza di migliaia di fedeli oranti, il vescovo di Brescia, visibilmente commosso, ha proclamato la costituzione del Santuario diocesano di Maria Rosa Mistica e Madre della Chiesa. "Una pagina importantissima, non solo per il caso di queste presunte apparizioni mariane, ma per la storia di tutta la Chiesa". Riccardo Caniato, studioso ed esperto della vicenda, ci spiega perché.

    SANTA CASA, LA SCIENZA DICE Sì ALLA TRASLAZIONE ANGELICA, di Ermes Dovico

    • LA PRIMA ALLA SCALA

    L'Italia che se la canta e se la suona (e si applaude pure)

    Pare passato un secolo da quando le pellicce e i frac degli illustri invitati alla Prima della Scala venivano bersagliati dalle uova marce dei contestatori negli anni Settanta et ultra. Alla Scala c’era quell’Italia minoritaria, ed elitaria, che celebra se stessa e si applaude pure, al sicuro dietro cordoni di polizia. Siamo sicuri che gli applauditori siano proprio quelli che opereranno la «rinascita» del Paese?

    • ABUSI INDIMOSTRATI

    “Pell è innocente”. Lo dice anche un’inchiesta di Sky

    Andrew Bolt, giornalista di Sky News Australia, ha ricostruito meticolosamente i movimenti del cardinale Pell e quelli del suo accusatore, dimostrando che la versione della presunta vittima di abusi non regge. E in vista dell’esame del ricorso del porporato dice: “Speriamo che l’Alta Corte rimedi a questo scandalo”.

    • NUOVA FOLLIA

    Libro di demoni per bambini: è satanismo normalizzato

    Si intitola “A Children’s Book of Demons” ed è facilmente reperibile online e nei negozi americani. Il libro associa 72 demoni ad altrettanti sigilli e, in tono apparentemente giocoso, invita i bambini a evocarli, secondo lo stile della magia nera. Uno dei demoni si chiama Corydon, come l’omonimo personaggio delle Bucoliche, che oggi diremmo pedofilo. Insomma, starne alla larga.

    • LIBERTÀ CERCASI

    La prima piaga della scuola? Il centralismo statalista

    I dati del rapporto Ocse-Pisa sulle competenze in lettura, matematica e scienze dipingono un quadro fosco della scuola italiana. Il primo problema da risolvere è lo statalismo, che si accompagna alla burocrazia asfissiante e ai tentativi dei ministri di turno di usare la scuola a fini ideologici. Serve valorizzare paritarie e parentali, per una vera libertà di scelta delle famiglie.

    • ECCOLI I DEMOCRATICI

    Bologna la rozza: offendono la Madonna e nessuno si indigna

    Brutta pagina bolognese. A due giorni dall'Immacolata squadristi universitari rossi e lgbt promuovo una festa blasfema. Protesta solo la Lega. Tace il Comune, tace l'Università e tace il Pd. L'evento viene annullato. E per ultima interviene la Diocesi che si limita a parlare di "provocazione". Nel 2007, per un episodio simile, il vescovo Caffarra scese in città con una processione riparatrice. Oggi, col nuovo corso inaugurato da Zuppi, acclamato dalla Sinistra al ragù come una star, ci si accontenta di invocare la libertà di pensiero nel rispetto di tutti. Ma il problema non è questo, bensì il grave sacrilegio commesso. È questa la Bologna libera? 

    • IL DIBATTITO

    Senza prescrizione siamo tutti colpevoli a prescindere

    Lo stop alla prescrizione che metà governo vuole è proprio dei regimi totalitari per i quali tu non sei innocente fino a prova contraria, ma colpevole fino a prova contraria. Siamo tutti potenzialmente colpevoli, imputati a tempo indeterminato e ostaggi perenni della giustiza. 

    • ESCLUSIVO

    «Io pestato dal regime di Maduro. Ora denuncerò la tragedia venezuelana»

    In esclusiva il drammatico racconto alla Bussola Quotidiana di Amèrico De Grazia, uno dei due deputati perseguitati dal regime di Maduro e arrivati in Italia grazie alla missione diplomatica di Casini: «Le squadre castro-comuniste di Maduro mi hanno pestato, sequestrato il passaporto e espropriato la mia emittente radio. I massacri in Venezuela sono sconosciuti, l'ultimo a Icabarù martedì, le miniere saccheggiate da formazioni vicine alla Farc, la persecuzione politica è all'ordine del giorno. Ora, grazie all'Italia denuncerò quanto sta accadendo». 
    -EN ESPAÑOL 

    • IL BLACK FRIDAY DEL TERRORE

    L'indulgenza verso i jihadisti presenta il conto

    Dopo gli attentati a Londra e all'Aja e l'allarme bomba a Parigi, tutti il 28 novembre, sarebbe doveroso aprire gli occhi. E riconoscere, ad esempio, il fallimento dei programmi di de-radicalizzazione dei fondamentalisti. Il terrorismo jihadista è una cosa seria. Morti e feriti ce lo ricordano in continuazione, ma nessuna inversione di tendenza da parte dei governi europei.