• ANTI-COVID

    Non solo "dittatura sanitaria", si muove la resistenza

    Nascosti e liquidati dai mainstream come complottisti, terrapiattisti e fascisti, le fila dei contestatori, in realtà, si vanno ingrossando. Sabato si sono tenute manifestazioni in almeno quattro capitali europee - Berlino, Londra, Zurigo, Vienna - contro quella che da molti viene definita la “Dittatura sanitaria”. Esemplare il discorso di Kennedy a Berlino, ma anche in Italia qualcosa inizia a muoversi...

    • DATI GONFIATI

    Tutti morti di Covid: numeri per tenere in vita la paura

    Emergono aspetti problematici sui certificati di morte: casi sospetti vengono comunque classificati come Covid. Il timore è che si siano voluti gonfiare i dati del Covid “rinforzandoli” con quelli di altre patologie respiratorie. Il Ministero della Sanità ha dato l’indicazione di annoverare tra i morti di Covid anche chi dopo la malattia, dalla quale era guarito, è poi deceduto per altra causa. Il mantenimento di uno stato altissimo di pressione psicologica sulla popolazione ha diversi obiettivi, tra i quali quello di cambiare il volto della Sanità pubblica.
    -VACCINI DA FETI ABORTITI, DOV'E' LA NECESSITA'? di Tommaso Scandroglio 

    • DISCO APERTA PER BERGAMOSEX

    Non si ferma l'industria porno, virus più forte del covid

    Discoteche chiuse in tutt'Italia, ma per il Bergamo Sex in corso al Bolgia si è fatto uno strappo alla regola. Una concessione che mostra quanto il mercato del porno sia un virus più forte del covid. Ieri la giornata d'avvio, un consigliere comunale chiede di fermare lo show di spogliarelli e pornografia ad alto rischio assembramento e fa partire un esposto al Questore. «Ma è lo stesso che ha cacciato i pro life dalla piazza». 

    • IL CASO

    Francia e topless: da come ti (s)vesti, si vede cosa sogni

    L’orgoglio gallico alza la cresta per quattro tette al vento, mica per il clima di paura che la Francia respira da troppo tempo, mica per le stragi jihadiste subite, mica per le cattedrali incendiate e le migliaia di profanazioni di statue religiose e chiese che, se per disprezzo laïc non si vuol considerare importanti, sono «cultura nazionale» di certo molto più del topless.

    • SCELTA FOLLE

    Le contraddizioni del Festival di Berlino

    Gli organizzatori del Festival di Berlino hanno deciso di abolire i premi per il miglior attore e la miglior attrice. Una decisione contraddittoria con un principio ispiratore della Gender Theory la quale vuole tutelare le differenze tanto che non riconoscerle è atto discriminatorio.

    • ELEZIONI USA

    La vita, la fede e Cristo al cuore della Convention repubblicana

    Mentre durante la Convention democratica il candidato Joe Biden che pur amando fare della sua posatezza una bandiera di affidabilità e fede ha taciuto sui temi legati alla difesa della legge naturale e della libertà religiosa (parlandone però con le scelte del suo entourage), lo sfacciato Donald J. Trump ha reso la Convention repubblicana un inno alla vita.

    KENOSHA IN FIAMME di Michael Severance

    • COSTUME

    L'odio sociale contro Briatore è una spia di allarme

    La notizia del ricovero al San Raffaele di Flavio Briatore, risultato anche positivo al Covid, ha scatenato una tempesta di insulti e maledizioni contro l'imprenditore, reo di aver  criticato nei giorni scorsi l'allarmismo del governo. È una reazione da "lotta di classe", che la dice lunga sul brutto clima creatosi in Italia.

    • I NODI AL PETTINE

    I contraccettivi ledono le donne: Bayer sborsa 1,6 miliardi

    La Bayer costretta a sborsare 1,6 miliardi di dollari per la lesione della salute di migliaia di donne che hanno usato la spirale. La causa è l'ennesima in cui la casa farmaceutica paga per lesioni gravissime causate da dispositivi e pasticche contraccettiveli/abortive. Eppure, grazie ai governi il business continua mentre crescono le femministe che si pentono della pillola.

    Español
    • SCENARI

    Coi Dem al potere per Taiwan è sempre più dura

    Oggi al comando italiano abbiamo i soliti dem (ennesimo nuovo nome dei comunisti) e i pentastellati, la cui simpatia «cinese» preoccupa gli Usa. La storia insegna che la storia non insegna nulla. Infatti, questa con la Cina si chiama sindrome di Monaco. 

    • IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

    Sicilia contro gli sbarchi, le invettive "cattoliche" sanno di menzogna

    Pesanti critiche di parte del mondo cattolico per la decisione del governatore della Sicilia di chiudere i centri di accoglienza - diventati ormai ingestibili per il grosso afflusso di clandestini - e di impedire altri sbarchi. Dai Centri Astalli alla Caritas di Palermo, si invocano le porte aperte, ignorando la differenza tra immigrati illegali e profughi, e dimenticando che tale traffico è gestito da organizzazioni criminali internazionali, cui queste persone si affidano. Mentono inoltre affermando che l'Italia non ha investito "in protezione, accoglienza e integrazioni dei migranti", quando la realtà dice esattamente il contrario.

    • IL PIANO DELLA REGIONE

    Puglia: lu sule, lu mare e la sottomissione all'islam

    La Regione vira verso un'inquietante sottomissione all'Islam. Pubblicato e poi nascosto dopo la denuncia della Meloni, un bando da 90mila euro per operatori turistici con lo scopo di attirare il flusso dei ricchissimi turisti islamici. Negli hotel si dovrà conoscere la distinzione tra halal (lecito) e haram (probito), predisporre camere orientate verso La Mecca, tappetini per pregare in ogni stanza, niente vino al ristorante, salumi non di suino, ingressi "di genere" in piscina e informazioni sulla preghiera coranica nelle città. Ogni immagine cristiana dovrà sparire da alberghi e masserie e i percorsi turistici non dovranno toccare certi passaggi della storia imbarazzanti: come quegli 800 martiri decapitati dai turchi a Otranto.  

    • DUE CASI FRA CENTINAIA

    Regole deontologiche: per i giornalisti non valgono più

    La direzione di Gente è accusata di aver violato le norme che tutelano i minorenni, mentre il giornalista di La Repubblica che ha definito i veronesi fascisti chiedendo loro di riflettere sul nubifragio sarebbe da radiare. Ma a rileggere i codici deontologici si capisce che le trasgressioni sono ormai la norma.