• COLPO DI SCENA

    Indagini in Vaticano, l’Aif conferma la sua fiducia a Di Ruzza

    L’Autorità di informazione finanziaria della Santa Sede, dopo un’indagine interna, ha confermato il suo direttore Tommaso Di Ruzza, uno dei cinque funzionari sottoposti a gogna mediatica dopo la pubblicazione di un documento riservato da parte dell’Espresso. Dunque, a seguito delle perquisizioni nella Segreteria di Stato, finora l’unico a perdere il posto è stato Giani, che sarebbe vittima di un colpo basso anche secondo il cardinale Maradiaga.

    • GIOVANNI PAOLO II

    I coniugi Wojtyla verso gli altari

    L’arcidiocesi di Cracovia ha ottenuto da parte della Conferenza episcopale polacca l’assenso a rivolgersi alla Santa Sede per l’avvio del processo di beatificazione dei genitori di papa Wojtyla: Karol Wojtyla ed Emilia Kaczorowska. Una famiglia, dunque, in cui si respirava santità.

    • IL CASO IN UMBRIA

    Il massone cerca voti nel partito che non t'aspetti

    Tra i candidati di Fratelli d'Italia in Umbria c'è un massone già maestro venerabile di loggia. "Non è vietato" per il coordinatore Zaffini. Eppure il partito si richiama alle radici cristiane mentre i comizi della Meloni sono contro massonerie e poteri forti. "Non è un mistero", dice lui, Paul Dongmeza, alla Nuova BQ. Ma la domanda se il segretario ne sia al corrente resta sospesa e fa emergere l'interrogativo sul reclutamento nei partiti cresciuti rapidamente.  

    • L’INTERVISTA AL DIRETTORE PETRALIA

    Tafida è in Italia, il Gaslini: «La speranza è curarla un giorno a casa»

    La piccola Tafida Raqeeb è arrivata ieri con i genitori, poco dopo le 19, all’aeroporto di Genova, dove ad accogliere lei e la famiglia c’erano il governatore Giovanni Toti e il direttore generale dell'Ospedale Gaslini, Paolo Petralia. «Tafida, come tutti i pazienti che si trovano in questa situazione, verrà inserita in un percorso che ha diversi livelli di intensità di cura, a cominciare dalla rianimazione fino ad arrivare, se possibile, al domicilio», dice Petralia in questa intervista alla Nuova Bussola, spiegando che la tracheostomia sarebbe funzionale anche per un eventuale futuro trasferimento a casa. Intanto, chiesta per la bambina la cittadinanza italiana.

    • IL DIBATTITO SULL'ERGASTOLO

    La rieducazione non è reinserimento sociale

    La rieducazione del reo non mi pare che debba essere identica al suo reinserimento sociale, precluso dall’ergastolo, bensì designa il suo pentimento per il male commesso.

    • IL DIBATTITO

    Ergastolo giusto, soddisfa tutte le funzioni richieste

    Ergastolo pena ingiusta? Le cose non stanno così. Una pena per essere giusta deve soddisfare tre finalità: la finalità retributiva, quella dissuasiva, quella pedagogica-rieducativa. E l’ergastolo soddisfa questa triplice finalità.
    -LA RIEDUCAZIONE NON E' REINSERIMENTO SOCIALE di Elisabetta Samek Lodovici

    • POTENZA DELLA FEDE

    Il perdono, l'abbraccio di un giudice e l'ira dei progressisti

    Hanno fatto il giro del mondo le immagini dell’abbraccio in tribunale tra Brandt Jean e colei che ha ucciso (per sbaglio) suo fratello, Amber Guyger. Il perdono di Brandt, che ha augurato ad Amber di poter dare «la tua vita a Cristo», ha colpito molti. Meno noto è l’abbraccio del giudice Tammy Kemp, a condanna di 10 anni inflitta, con la stessa Amber, con il regalo di una Bibbia e l’invito a pregare insieme. Che ha scatenato le ire di un gruppo laicista.

    • PACE PER L'ETIOPIA

    Nobel dubbio ad Abiy Ahmed Ali. E poteva andar peggio

    Poteva andare peggio? Potevano assegnare il Nobel per la Pace a Greta Thunberg col suo carico di rancore. Oppure a Raoni Metuktire, l'indio brasiliano che accusa i non indigeni di distruggere l'Amazzonia. Invece lo hanno dato ad Abiy Ahmed Ali, premier etiope, per la pace con l'Eritrea. Anche se il suo paese è sull'orlo della guerra civile.

    • VIDEO INTERVISTE

    Da Messori a suor Rosalina, la giornata della Bussola

    Il nostro Andrea Zambrano intervista Vittorio Messori in occasione della riedizione del suo "Ipotesi su Gesù", domande a tutto campo anche sulla situazione odierna della Chiesa. Mentre, Valentina Tenani, con il suo video reportage, ci racconta la comunità Shalom - Regina della Pace, unica nel suo genere. I video dell'ultima edizione della Giornata della Bussola.

    • VIDEO INTERVISTA

    Burke: «Evangelizzare non è proselitismo. La Chiesa urge testimoni»

    Il cardinal Burke sulla missione della Chiesa oggi: «Noi nella Chiesa abbiamo tutto quello che è bene per il  mondo e dobbiamo testimoniare questo Bene nel mondo. L'evangelizzazione è nostro dovere, gli altri rimangono liberi di rifiutare o accettare, ma noi cristiani non siamo mai nel giusto se non diamo testimonianza». E poi: «Oggi si diffonde l'idea erronea che la Chiesa debba andare in cerca della fede presso culture pagane». 

    - DA MESSORI A SUOR ROSALINA, LA GIORNATA DELLA BUSSOLA (VIDEO)

    - L'OMELIA DI BURKE: "PREGHIAMO PER CRESCERE NELL'AMORE DI CRISTO"

    • EVENTI DELLA BUSSOLA

    "Se questi taceranno, grideranno le pietre". Incontro con il card Sarah

    Sabato 9 novembre, alle ore 16,30, presso Casa Cardinal Ildefonso Schuster, via sant'Antonio, 5 a Milano si terrà l'incontro con il Cardinal Robert Sarah, dal titolo: "Se questi taceranno, grideranno le pietre", in occasione della presentazione del suo ultimo libro: "Si fa sera e il giorno ormai volge al declino". L'evento è organizzato da La Nuova Bq in collaborazione con la casa Editrice Cantagalli, che ha edito il testo in lingua italiana.

    • PARLA UNA CONVERTITA

    «Io, ex femminista, mi sono ritrovata grazie a Gesù»

    Docente di letteratura inglese e autrice di un libro che racconta come ha superato la sua crisi, Abigail Favale è passata dall’essere una paladina del femminismo a moglie e madre toccata dalla grazia di Dio che «mi attrasse improvvisamente e inaspettatamente alla Chiesa». La preghiera e la lettura di libri sull’Eucaristia l’hanno resa capace di abbandonarsi a Gesù e capire gli inganni delle ideologie. «Pensare da cattolica, invece, è molto più liberante». Ecco la sua storia.