• ELEZIONI USA

    La vita, la fede e Cristo al cuore della Convention repubblicana

    Mentre durante la Convention democratica il candidato Joe Biden che pur amando fare della sua posatezza una bandiera di affidabilità e fede ha taciuto sui temi legati alla difesa della legge naturale e della libertà religiosa (parlandone però con le scelte del suo entourage), lo sfacciato Donald J. Trump ha reso la Convention repubblicana un inno alla vita.

    KENOSHA IN FIAMME di Michael Severance

    • COSTUME

    L'odio sociale contro Briatore è una spia di allarme

    La notizia del ricovero al San Raffaele di Flavio Briatore, risultato anche positivo al Covid, ha scatenato una tempesta di insulti e maledizioni contro l'imprenditore, reo di aver  criticato nei giorni scorsi l'allarmismo del governo. È una reazione da "lotta di classe", che la dice lunga sul brutto clima creatosi in Italia.

    • I NODI AL PETTINE

    I contraccettivi ledono le donne: Bayer sborsa 1,6 miliardi

    La Bayer costretta a sborsare 1,6 miliardi di dollari per la lesione della salute di migliaia di donne che hanno usato la spirale. La causa è l'ennesima in cui la casa farmaceutica paga per lesioni gravissime causate da dispositivi e pasticche contraccettiveli/abortive. Eppure, grazie ai governi il business continua mentre crescono le femministe che si pentono della pillola.

    Español
    • SCENARI

    Coi Dem al potere per Taiwan è sempre più dura

    Oggi al comando italiano abbiamo i soliti dem (ennesimo nuovo nome dei comunisti) e i pentastellati, la cui simpatia «cinese» preoccupa gli Usa. La storia insegna che la storia non insegna nulla. Infatti, questa con la Cina si chiama sindrome di Monaco. 

    • IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

    Sicilia contro gli sbarchi, le invettive "cattoliche" sanno di menzogna

    Pesanti critiche di parte del mondo cattolico per la decisione del governatore della Sicilia di chiudere i centri di accoglienza - diventati ormai ingestibili per il grosso afflusso di clandestini - e di impedire altri sbarchi. Dai Centri Astalli alla Caritas di Palermo, si invocano le porte aperte, ignorando la differenza tra immigrati illegali e profughi, e dimenticando che tale traffico è gestito da organizzazioni criminali internazionali, cui queste persone si affidano. Mentono inoltre affermando che l'Italia non ha investito "in protezione, accoglienza e integrazioni dei migranti", quando la realtà dice esattamente il contrario.

    • IL PIANO DELLA REGIONE

    Puglia: lu sule, lu mare e la sottomissione all'islam

    La Regione vira verso un'inquietante sottomissione all'Islam. Pubblicato e poi nascosto dopo la denuncia della Meloni, un bando da 90mila euro per operatori turistici con lo scopo di attirare il flusso dei ricchissimi turisti islamici. Negli hotel si dovrà conoscere la distinzione tra halal (lecito) e haram (probito), predisporre camere orientate verso La Mecca, tappetini per pregare in ogni stanza, niente vino al ristorante, salumi non di suino, ingressi "di genere" in piscina e informazioni sulla preghiera coranica nelle città. Ogni immagine cristiana dovrà sparire da alberghi e masserie e i percorsi turistici non dovranno toccare certi passaggi della storia imbarazzanti: come quegli 800 martiri decapitati dai turchi a Otranto.  

    • DUE CASI FRA CENTINAIA

    Regole deontologiche: per i giornalisti non valgono più

    La direzione di Gente è accusata di aver violato le norme che tutelano i minorenni, mentre il giornalista di La Repubblica che ha definito i veronesi fascisti chiedendo loro di riflettere sul nubifragio sarebbe da radiare. Ma a rileggere i codici deontologici si capisce che le trasgressioni sono ormai la norma.

    • PEDOFILIA TI SDOGANO

    La bufera sulla figlia di Totti fa il gioco dei colpevoli

    La scelta di Gente di mettere in risalto i glutei della piccola Chanel non poteva passare inosservata, ma di queste e di immagini anche peggiori sono piene le spiagge, le tv e i rotocalchi. L'episodio svela così il gioco ipocrita grazie a cui ormai tolleriamo la sessualizzazione dei piccoli, ma anche la forza della parola che può smascherarlo.
    -LA DEONTOLOGIA? NON VALE PIU' di Ruben Razzante

    • IL REPORTAGE

    Venezuela, i medici muoiono di covid o sono arrestati

     

    Più del 25% dei decessi per Covid-19 riguarda lavoratori del settore sanitario, il numero è già salito a 82. Intanto il regime di Maduro impone la censura e la repressione per tentare di nascondere la catastrofe umanitaria in corso: già 12 sono i medici arrestati. La denuncia della Federazione Medica Venezuelana alla Bussola: «Il 90% degli ospedali non ha acqua, non ha sapone, non ha detersivi, occhiali nè maschere chirurgiche speciali». 

    English Español
    • NERI I più COLPITI?

    E la chiamano scienza: adesso il Covid è anche razzista

    “Il Coronavirus è anche razzista: ha portato a disparità razziali tra bianchi e neri”. L'accusa arriva da prestigiose riviste sicentifiche come il New England Medical Journal e The Lancet secondo le quali bisogna parlare di razzismo strutturale perché il virus ha prodotto disparità razziali che hanno colpito le minoranza etniche. Ma così non si fa medicina, bensì impegno ideologico. In realtà ad essere coinvolto è il fattore sociale che riguarda le condizioni economiche, il livello di istruzione e la possibilità di accesso alle cure. E se si prendono a modello Stati a forte concentrazione afroamericana come la Louisiana il dato balza all'occhio. Infatti, basta andare in altri Paesi, come l'Italia, per scoprire che il razzismo non c'entra proprio nulla. 

    English Español
    • IL LINGUAGGIO PANDEMICO

    "Casi", la parola apriscatole dei media mainstream

    Sono già dei mesi che i medici sul campo segnalano che il virus si è come spento, ha perso la carica virale, che i decessi sono decisamente calati sia nei paesi del lockdown sia in quelli più blasé, e che le terapie intensive sono vuote. Allora che fanno i media mainstream? Danno i numeri dei malati e dei decessi? No, parlano di “casi”.  

    • USIAMO LA TESTA

    Covid debole e endemico, la pandemia si sta esaurendo

    Il governo utilizza gli ultimi dati per rilanciare la campagna di terrore e ventilare possibili nuovi lockdown. Ma i dati ci dicono tutt'altro: il Covid ha smesso da settimane di essere epidemico per diventare endemico: è entrato nella sua fase di omoplasia, cioè ha perso potenza ed ha sostanzialmente esaurito il suo ciclo, anche se non del tutto. Seminare il panico mediatico per le persone giovani positive non ha senso: la preoccupazione maggiore deve essere quella di mettere in sicurezza anziani e fragili. Invece si stanno trascurando i malati oncologici e quelli a rischio infarto, come dimostrano i dati della Società Italiana di Cardioloogia sul calo dei ricoveri. 
    - LA PAROLA APRISCATOLE "CASI" di Alessandra Nucci

    English Español