• Trento

Avio, due "padri" e una bimba

Siamo ad Avio in provincia di Trento. Juri e Stefano sono una coppia gay che ha avuto tramite la pratica dell’utero in affitto una bambina, di nome Bianca. I due uomini hanno chiesto all’anagrafe di comparire entrambi come genitori della piccola, ma, nel rispetto della legge, l’ufficiale di stato civile ha respinto la richiesta.

Allora i due uomini hanno chiesto che almeno uno dei due fosse riconosciuto come genitore. L’ufficiale di stato civile ha risposto che non c’è nessun problema, a patto che venga registrato come genitore l’uomo che è biologicamente il padre di Bianca. La coppia ha dato in escandescenza parlando di discriminazione. Ma Bianca avrà sì o no il diritto di avere come padre anagrafico il suo vero padre?

La coppia ha comunque già fatto sapere che non intende demordere: vogliono la doppia omogenitorialità, costi per quel che costi, e per questo sono disposti anche ad andare davanti ad un giudice.

https://www.ildolomiti.it/societa/2020/bianca-non-puo-iscriversi-allanagrafe-la-sua-colpa-essere-figlia-di-due-padri-noi-trattati-come-cittadini-di-serie-b

https://www.provitaefamiglia.it/blog/il-comune-di-avio-nega-registrazione-di-una-bimba-con-due-padri-le-parole-del-sindaco