• CINA

    Hong Kong commissariata. E guai a chi protesta (in Italia)

    Ad Hong Kong arriva il commissariamento. Pechino istituisce il nuovo Ufficio per la Salvaguardia della Sicurezza Nazionale. Il suo capo, Zheng Yanxiong, è un falco del PCC. Fioccano gli arresti dei manifestanti, di cui 10 sotto la nuova legge. E anche in Italia, l'ambasciata protesta duramente contro la manifestazione di sostegno a Hong Kong organizzata da Salvini. 

    • CONTINENTE VECCHIO

    L'Ue si sveglia sulla crisi demografica, ma si muove tardi

    L'Ue si sta rendendo conto della crisi demografica. Entro la fine del secolo, gli europei saranno appena il 4,1% della popolazione mondiale. L'impatto della crisi demografica si farà sentire in ogni settore. Un recente rapporto del Parlamento Europeo indica anche gli esempi virtuosi (fra cui non appare l'Italia) e le politiche per resistere

    • TRUMP VS BIDEN

    Il generale dell'"Obamagate" parla di guerra escatologica

    Scagionato dopo gli atti che hanno aperto l'indagine su Obama, Biden e l'Fbi, il generale Michael Flynn parla di una guerra epocale da combattere con azioni e preghiere. Dietro la lotta al razzismo si nasconde un attacco elettorale volto «ad instaurare il socialismo» e ultimamente «a cacciare Dio dalle nostre famiglie, dalle nostre scuole e dai nostri tribunali…anche dalle nostre chiese». «Siamo scoraggiati ma c'è una via d'uscita».

    • 1 LUGLIO

    Fine di Hong Kong "per come l'abbiamo conosciuta finora"

    Il 1° luglio è una data speciale per Hong Kong. Il 1° luglio 1997, infatti, l’ex colonia britannica venne riconsegnata alla Cina. E dal 1° luglio 2003 si tiene una marcia annuale per la democrazia, da quando cioè venne sconfitta la liberticida Legge per la sicurezza nazionale. Ma oggi Pechino ha imposto quella legge ponendo fine alla libertà di Hong Kong

    • MEDITERRANEO

    Libia, egiziani e russi pronti a difendere Sirte

    Il governo di accordo nazionale libico (Gna) minaccia di attaccare Sirte. L'Esercito nazionale libico di Haftar si prepara a difendere l'importante città. L'Egitto schiera le truppe al confine e minaccia di intervenire se il Gna dovesse attaccare. E anche la Russia manda aerei in appoggio alle forze di Haftar. Un deterrente forte per riprendere il negoziato

    • MEDIO ORIENTE

    Israele e Territori, ragioni storiche dell'annessione

    È imminente in Israele, dovrebbe avere inizio il 1° luglio, il processo di consultazioni e varo di provvedimenti per l’annessione di parte (circa il 30%) della Cisgiordania. Il diritto che Israele difende ha certamente basi giuridiche e una storia secolare. L'accanimento mostrato dall'Onu nei suoi confronti non ha senso

    • RIVOLUZIONE E CENSURA ONLINE

    Facebook, boicottato, deve mettere il bavaglio a Trump

    Si boicotta per timore di essere boicottati. È questa la catena di vero e proprio terrore che si sta scatenando negli Stati Uniti, all’inizio della campagna elettorale presidenziale e nel bel mezzo della bufera Black Lives Matter. Facebook, boicottata da Unilever e altre multinazionali, costretto a etichettare come bufalari i post di Trump

    • ELEZIONI AGLI ANTIPODI DELL'UE

    La Francia boccia Macron, la Polonia riconferma Duda

    Si è votato domenica in due importanti paesi europei, in Polonia per le elezioni Presidenziali in Francia per le elezioni amministrative. In Francia si registra il netto declino della popolarità di Macron, a vantaggio soprattutto della sinistra. Astensione molto alta. In Polonia, invece, il conservatore Duda vince il primo turno e si avvia alla riconferma

    • IPOCRISIA AL POTERE

    L'Onu contro il razzismo tace su quello africano

    La morte di Floyd ha indotto 22 alti funzionari delle Nazioni Unite, africani o di origine africana, a scrivere una lettera contro «l’ingiustizia del razzismo». Silenzio invece sul fatto che gli africani contemplano il diritto di discriminare, ragione per cui il loro continente nei secoli è stato devastato dal tribalismo fino al genocidio, mentre lo status di donne e bambini è inferiore a quello degli uomini.

    • SCIA DI SANGUE

    Delitti “d’onore” in Iran, una piaga continua

    Con il caso di Somayeh Fathi salgono ad almeno cinque gli omicidi perpetrati, tra maggio e giugno, ai danni di giovani donne nella Repubblica Islamica dell’Iran. Che non contempla giuridicamente la possibilità di uccidere una donna per comportamenti ritenuti poco “onorevoli”. Ma gli hadith, tante prescrizioni del Corano e del diritto penale islamico sono terreno fertile per questo tipo di omicidi.

    • BALCANI

    Serbia, il trionfo dei nazionalisti è premessa di nuove tensioni

    Domenica, alle elezioni parlamentari serbe, ha vinto il Partito progressista legato al presidente Vučić. Le opposizioni di centrodestra hanno scelto di boicottare il voto, considerato una farsa. Il nazionalismo di Vučić, che ora è forte di una maggioranza qualificata in parlamento, può innescare una serie di tensioni con gli Stati ex jugoslavi

    • NORD AFRICA

    Libia, due aree contese bloccano l'accordo tra russi e turchi

    Turchia e Russia sempre più padrone della Libia, ma la città di Sirte e l'oasi di al-Jufra restano un ostacolo per portare a buon fine l'accordo per le «due Libie». Entrambe sono aree strategiche sia per il governo di Tripoli sia per le milizie di Haftar. E intanto l'Italia è ormai completamente estromessa da qualsiasi ruolo.