• OLTRE LA VIOLENZA URBANA

    Ceceni contro magrebini: la Francia si scopre in guerra

    «La giustizia arriva tardi, non siamo più nella repubblica». L'inquietante allarme lanciato dal sindaco di Digione rivela il problema, al limite della guerra civile, in Francia: ceceni contro magrebini per un'ondata di violenza, dietro la quale non c'è solo il controllo del territorio per lo spaccio, ma un rischio di terrorismo jihadista. 

    • RAPPORTO ANNUALE

    Unhcr: sempre più in fuga dalle guerre e dal "chavismo"

    Oggi il mondo celebra la giornata del rifugiato, istituita dalle Nazioni Unite nel 2001, nel 50° anniversario dell'approvazione della Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati. I profughi sono complessivamente in aumento, fuggono dalle guerre civili e sempre di più dal Venezuela del regime chavista. I Paesi occidentali i più generosi

    • PLANNED PARENTHOOD

    Il colosso degli aborti si schiera con Biden

    La Planned Parenthood ha deciso di sostenere apertamente la corsa di Joe Biden alla Casa Bianca, definendo le prossime elezioni una questione «di vita o di morte». La multinazionale e l’ex vice di Obama sfruttano la retorica anti-Trump sulla questione razziale. Ma è un boomerang, perché l’aborto legale ha prodotto almeno 19 milioni di bambini neri abortiti negli Usa dal 1973 e Margaret Sanger, fondatrice del colosso abortista, voleva «sterminare la popolazione negra»

    • INTESA INEDITA

    È nato il governo della nuova Irlanda post-cristiana

    Quattro mesi dopo le elezioni irlandesi, gli ex rivali Fianna Fail e Fine Gael hanno formato un nuovo governo (con l’aiuto dei verdi). Resta fuori lo Sinn Fein, che aveva preso più voti. Espansione di aborto, gender e Pma nel programma dell’esecutivo, che si basa su due partiti formalmente di centrodestra ma che non sostengono più un solo valore cattolico.

    • KASHMIR

    India e Cina, uno scontro sul tetto del mondo

    “Non ho idea di quali armi serviranno per combattere Terza guerra mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre”, diceva Albert Einstein nel 1946. Ebbene, soldati cinesi e indiani si sono affrontati a colpi di bastoni e pietre, lunedì, lungo il confine comune del Kashmir. Il problema è che Cina e India hanno l'atomica

    • COME L’IRLANDA

    Da Soros all’Ue, la Polonia bersaglio dell’ideologia Lgbt

    Mentre si avvicinano le elezioni del presidente della Repubblica (28 giugno), si infittiscono le trame internazionali contro il Paese considerato l’ultimo baluardo cattolico in Europa. La Commissione europea fa pressioni pro Lgbt usando il ricatto dei fondi. Più le pressioni di grande stampa e fondazioni.

    • GOVERNO CONTROVERSO

    Trudeau, l’idolo dei liberal che non piace ai canadesi

    Dopo l’inginocchiamento alla marcia di Black Lives Matter, Justin Trudeau è sempre più l’idolo del mainstream liberal internazionale. Il Canada, però, alle prese con una disoccupazione da record e un notevole deficit della bilancia commerciale, è sempre più insofferente verso il suo premier. Che in tempo di Covid pensa a finanziare l’aborto all’estero, si mostra succube della Cina, mentre in patria vira verso forme di pericoloso autoritarismo.

    • STATI UNITI

    Democratici e Black Lives Matter, un legame torbido

    Scoperta del National Pulse: le donazioni a Black Lives Matter passano dalla stessa piattaforma online di raccolta fondi, Act Blue, creata ad hoc per il Partito Democratico e oggi principale canale di finanziamento per la corsa di Biden alla Casa Bianca. Del resto, l’ideologia è comune: in primis agenda Lgbt e aborto. Il che rende BLM in contraddizione con il nome stesso del movimento…

    • CINA

    Sempre più difficile parlare liberamente di Tienanmen

    Fino a quest’anno c’erano solo due zone, formalmente appartenenti alla Cina, in cui si poteva parlare liberamente del massacro di piazza Tienanmen (4 giugno 1989): sull’isola di Taiwan e a Hong Kong. Una nuova tornata di incriminazioni dimostra che non si può più commemorare a Hong Kong. E nemmeno sulla piattaforma Zoom

    • CACCIATO DAL PARTITO

    Parla delle bimbe abusate dai pakistani: accusato di razzismo

    Trevor Phillips, militante del Partito laburista, nero e proveniente da famiglia islamica, è un attivista dell'anti-razzismo. Dopo aver espresso preoccupazione per l'islam inglese e i musulmani pakistani che abusano sessualmente di bambine nel Paese, è stato espulso dal partito. Sebbene Khalid Mahmood, primo parlamentare musulmano inglese e backbencher laburista, lo abbia difeso perché «le accuse sono insensate», la persecuzione continua.

    • SUDAMERICA

    Comunismo, il virus latino che si diffonde anche in Europa

    C’è un virus molto più insidioso del Covid-19: è il comunismo mascherato come Socialismo del XXI secolo. Dalla caduta del muro di Berlino alla nascita del Forum di San Paolo (poi del Gruppo di Puebla) e alle sue vittorie elettorali grazie al sostegno economico di Chávez. Il senatore colombiano Gaviria spiega l’avanzamento del pericolo “rosso” in America Latina e avverte che il ruolo di protagonista, una volta avuto da Venezuela e Cuba, oggi è svolto dalla sinistra spagnola

    Español
    • PRESIDENTI A CONFRONTO

    Cosa fece Obama con Black Lives Matter nel 2015

    Da quando Trump è diventato presidente degli Usa, i Democratici ricordano con nostalgia Barack Obama. Lo rievocano come uno statista gentile. Che cosa avrebbe fatto per riportare la calma in queste settimane di rivolta? Vediamo cosa fece, nel 2015, in una situazione analoga: niente di diverso da Trump. E un po' meno sul piano sociale

    English Español