• SCHEGGE DI VANGELO

Il dono dell’amore

«Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». Mt 19,3-6 

Gli si avvicinarono alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito a un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?». Egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li fece maschio e femmina e disse: Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne? Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». Mt 19,3-6 

Ritorniamo ‘al principio’! E’ l’unica possibilità di salvezza. Occorre tornare alla nostra origine, a Colui che ci ha creato a sua immagine e somiglianza con pienezza di amore. Rassegnarsi a un’immagine frantumata dell’uomo e della donna; dare per scontata una relazione d’amore solo provvisoria, induce alla dispersione di quel grande patrimonio che è l’amore, e in specie l’amore tra uomo e donna. Constatiamo certo la nostra fragilità umana, e per questo scopriamo che non ci basta nemmeno riaffermare le ‘sante leggi’, siano pure quelle dettate dalla Bibbia e dal Vangelo. Occorre la ‘santa grazia’ del Signore. Occorre un amore continuamente rinnovato dal dono dello Spirito, continuamente perdonato dalla sua ‘santa misericordia’.