• SCHEGGE DI VANGELO

Il segno

Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero”. Gv 6,30-32

Allora gli dissero: “Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai? I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: Diede loro da mangiare un pane dal cielo». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero”. Gv 6,30-32

Hanno ricevuto il segno chiarissimo del pane, eppure ancora chiedono un segno e domandano di vedere quello che hanno già avuto sotto gli occhi ma non hanno riconosciuto. Anche noi, come e più dei nostri padri abbiamo mangiato il pane del miracolo, ma ancora non ci basta per alzare lo sguardo e riconoscere Gesù, vero pane della vita. Tutta la vita è piena di segni attraverso i quali possiamo riconoscere non solo l’opera del Signore ma il Signore stesso che opera. Occorre spalancare la ragione, come ci ripeteva Papa Benedetto; occorre allargare il cuore, come ci suggerisce Papa Francesco. In una domanda umile e attenta, questa è la grazia che ci viene donata.