• STORICITA' DEI VANGELI

La tomba di San Filippo sconfessa i laicisti

Dopo anni di ricerche una missione archeologica italiana sostiene di aver riportato alla luce in Anatolia la tomba dell'Apostolo di Cristo.

Hierapolis
Ha destato scalpore nelle scorse settimane il fatto che la Missione archeologica Italiana diretta da Francesco D'Andria ha annunciato di avere riportato alla luce a Pamukkale, l'antica Hierapolis, nella Turchia occidentale, la tomba di San Filippo, uno dei dodici Apostoli. Originario della Galilea, Filippo partì per evangelizzare l'Asia Minore, finendo però lapidato e poi crocifisso dai Romani a Hierapolis.
Nel 2008 l'equipe italiana aveva già rinvenuto la strada processionale percorsa dai pellegrini per raggiungere il sepolcro dell’apostolo. Adesso le ultime acquisizioni dimostrerebbero che la tomba apparterrebbe proprio a san Filippo. La tomba per ora non è stata aperta. «Un giorno forse lo sarà», ha spiegato D'Andria.


Così l'archeologia conferma la Tradizione, di Alfredo Valvo

Le orme di uno dei primi testimoni di Cristo, di Ruggero Sangalli