• DDL Zan

Marcello Pera sul Ddl Zan: «uno strumento di lotta contro il cristianesimo»

Marcello Pera, ex presidente del Senato, è stato intervistato da “iFamNews” sul Ddl Zan appena approvato dalla Camera. Ecco alcuni stralci dell’intervista: «Lo scopo vero della legge – dichiara Pera -  nascosto ma visibile, è quello di introdurre la categoria di “genere”. Ciò significa introdurre il matrimonio omosessuale con tutti i diritti connessi, compreso quello dell’utero in affitto».

Poi continua: «Grazie a queste introduzioni surrettizie, la legge discrimina e penalizza le opinioni e le manifestazioni in nome di valori tradizionali riguardo a matrimonio, famiglia, figli. La conclusione è amara ma semplice: la legge Zan è uno strumento di lotta contro il cristianesimo. Sono stupito dalle reticenze e timidezze delle gerarchie ecclesiastiche».

E aggiunge: «Nella tragedia non manca la farsa. A bambini cui non viene insegnato chi era Gesù e impedito di augurare Buon Natale, perché discriminatorio, viene fatto obbligo di non essere omofobi, ciò che essi non capiscono. Un lavaggio del cervello come ai tempi bui dell’insegnamento sovietico dell’ateismo».

Infine conclude: «Che fine ha fatto il Pd? Dove sono andati i suoi elettori cattolici? Tutti zitti ora che vengono abbattuti i fondamenti della nostra storia e civiltà? Quanto all’opposizione, per favore, urli molto di più, con voce forte e non flebile. Spieghi che non si tratta di diritti ma di soprusi».