• L'INCONTRO

Maria ci prepara al futuro

Domenica 19 gennaio alle 16, La Nuova Bussola Quotidiana organizza un incontro-testimonianza a Milano con suor Emmanuel Maillard, da 30 anni a Medjugorje, e Diego Manetti, autore tra l’altro del libro della Bussola “Perché appare la Madonna” (clicca qui per il programma). “Maria ci prepara al futuro” è il titolo.

Il Cuore immacolato di Maria

Domenica 19 gennaio alle 16, La Nuova Bussola Quotidiana organizza un incontro-testimonianza a Milano con suor Emmanuel Maillard, da 30 anni a Medjugorje, e Diego Manetti, autore tra l’altro del libro della Bussola “Perché appare la Madonna” (clicca qui per il programma). “Maria ci prepara al futuro” è il titolo.

Potrebbe suonare strano il fatto che un quotidiano, impegnato ogni giorno nel seguire la cronaca, organizzi un incontro sulla Madonna; e ancora di più sotto forma di testimonianza e non da intellettuali distaccati che offrono la propria opinione sul tema. Se si ha questa percezione è perché c’è una tendenza a separare la devozione dalla vita reale, l’aspetto spirituale dall’interesse per le cose di questo mondo; in pratica come avere in noi due personalità, vicine ma non comunicanti.

Invece, noi proponiamo questo incontro proprio perché sentiamo che anzitutto il nostro lavoro di giornalisti ha molto a che fare con Maria. Intanto per ragioni, diciamo così, storiche e affettive. Perché le vicende - personali e non - che hanno portato alla nascita e allo sviluppo della Nuova Bussola Quotidiana sono strettamente legate alla Madonna, tanto che la stessa società editrice della Bussola è dedicata a Maria. Si chiama infatti “Omni Die srl”, dove Omni Die (dic Mariae) è una bellissima sequenza gregoriana del XII secolo: “Ogni giorno anima mia canta le lodi di Maria”, è la traduzione italiana del primo verso.

In secondo luogo, la presenza di Maria accanto agli uomini ha direttamente a che fare con gli eventi storici che viviamo. Nelle apparizioni ci chiama costantemente alla conversione, con amore, facendoci anche vedere come il peccato, il voltare le spalle a Dio, abbia conseguenze devastanti per la società intera. Ricordiamo come a Fatima la Madonna ha parlato del comunismo e della Seconda guerra mondiale, e ha legato il trionfo del Suo Cuore Immacolato alla conversione della Russia. Così pure a Kibeho, in Ruanda, già nel 1982 mostra ai veggenti quali tragiche conseguenze avrebbe portato l’ostinazione nel peccato, cosa poi puntualmente avvenuta con i massacri del 1994. E anche a Medjugorje, in Erzegovina, è apparsa pochi anni prima che scoppiasse la guerra nei Balcani, di cui tuttora vi sono gli strascichi. In ogni apparizione si fa compagnia ai veggenti, li guida, affida a loro i messaggi per tutto il mondo.

Le apparizioni dunque, i messaggi che la Madonna ci comunica, hanno molto a che fare con gli eventi che caratterizzano la nostra epoca. Comprendere la strada che ci indica Maria significa acquisire un criterio decisivo per giudicare quanto avviene nel mondo, è un’indicazione precisa per comprendere quali notizie sono più importanti in questo presente che ci deve traghettare a quel futuro quando finalmente - è una promessa della Madonna - ci sarà il trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

L’incontro che la Bussola propone per domenica prossima, 19 gennaio, è dunque pienamente parte del lavoro che svolgiamo ogni giorno, e sarà occasione per approfondire il compito che ci è chiesto in questi tempi così confusi e malvagi.