• Attualità

Un sospetto caso di "omofobia"

Angelo Amato di 59 anni e il suo compagno Andrea Gardoni di 23 sabato sera passeggiavano dopo mezzanotte in piazza Bra a Verona (e il coprifuoco?). Ad un certo punto un gruppo di cinque o sei ragazzi avrebbe iniziato ad insultarli. Pare che uno di questi abbia pure schiaffeggiato uno dei due della coppia. Alla vista della polizia municipale semrba che il gruppetto si sia dato alla fuga.

La mattina dopo compaiono anche delle scritte ingiuriose nei pressi della loro abitazione. La procura ha dichiarato che sono stati gli stessi Amato e Gardoni gli autori di queste scritte. E dunque viene da chiedersi: gli insulti e le sberle sono vere e poi i due aggrediti hanno voluto calcare la mano aggiungendo anche quelle scritte ingiuriose oppure i due si sono inventati tutto?