• LA STORIA

    Daniele, la vita vale più della statistica

    Il piccolo Daniele è affetto da trisomia 18, una malattia definita come incompatibile con la vita, e ora ha 21 mesi. I suoi genitori, Chiara e Marco, raccontano cosa è accaduto nella loro famiglia accogliendo questo bambino, che ha valore "perché è creatura nuova in Cristo".

    • GIORNATA MONDIALE SINDROME DI DOWN

    "Amare la persona e curare la malattia"

    Oggi, 21 marzo, è la Giornata Mondiale della Sindrome di Down. Clara Lejeune, figlia del genetista che ha scoperto la causa della trisomia 21, parla dell’esperienza del padre e del suo messaggio: “dobbiamo amare la persona e curare la malattia”.

    • OBAMA GENDER

    "Indentità di genere": come cambia la legislazione Usa

    Obama sta usando la tutela delle donne da ogni tipo di violenza come foglia di fico per introdurre forzatamente il concetto di “gender” nella legislazione degli Stati Uniti, a sfavore delle realtà assistenziali cattoliche. E, alla fine, a essere danneggiati sono i soggetti più deboli.

    • VITA

    Il pudore dei Nobel nel definire vita un embrione

    J.B. Gurdon, premio Nobel per la medicina 2012, stupisce per alcune dichiarazioni rilasciate in un'intervista concessa al mensile “Le Scienze” nel numero di marzo. Prevale ancora una volta l'ipocrisia di definire gli embrioni "vita potenziale".

    • CONVEGNO

    I bambini non nati e la cultura della vita

    «I bambini non nati interpellano la cultura cristiana della vita» è il titolo del convegno che si svolge oggi a Novara, a partire dalle 17. Tra i relatori il cardinale Elio Sgreccia, bioeticista ed ex presidente della Pontificia Accademia per la Vita.

    • NUOVE FRONTIERE

    Opporsi all'aborto Per l'Onu è tortura

    Presentato al Consiglio dei diritti umani dell'Onu un documento che allarga il concetto di tortura, estendendolo anche all'opposizione all'aborto, alla fecondazione assistita, al rifiuto dei matrimoni gay. Duro attacco all'obiezione di coscienza.

    • IL GRANDE BUSINESS

    Uteri in affitto, boom di richieste

    Dagli Stati Uniti all'India il fenomeno cresce, grazie anche alla domanda proveniente dalle coppie gay. Centri specializzati offrono banche dati, dove si può scegliere come fosse un catalogo: donatori di sperma, donatrici di ovociti e madri surrogate, in base alle caratteristiche fisiche. 

    • BIOETICA

    Vescovi e pillole, se non si conosce meglio tacere

    La contraccezione è moralmente lecita per le donne vittime di uno stupro, perché non c'è adesione libera a un atto coniugale, ma al momento non esistono pillole "del giorno dopo" che funzionino solo come contraccettivo. Ecco perché la decisione dei vescovi tedeschi rappresenta un grave errore.

    • PILLOLA DEL GIORNO DOPO

    Il pasticcio dei vescovi tedeschi

    Sulla pillola del giorno per donne che hanno subito una violenza sessuale, i vescovi spagnoli prendono posizione contro quelli tedeschi. Non sul principio morale, ma sulla pillola, perché non si possono escludere effetti abortivi. Diventa perciò un "caso" la presa di posizione dell'episcopato tedesco.

    - l'ignoranza di storia e scienza genera mostri di R. Cascioli

    • BIOETICA

    Obama, famiglia e matrimonio sotto scacco

    Obama pare intenzionato a estenedere i diritti degli omosessuali, mettendo sotto scacco famiglia e matrimonio. Arriva infatti la richiesta formale alla Suprema Corte di Giustizia di rivedere i contenuti della legge che impedisce il riconoscimento in tutta la nazione delle unioni gay.

    • FOCUS

    Vescovi tedeschi e pillola: un sì poco convincente

    In discussione non c'è il problema di prevenire la gravidanza per una donna vittima di strupro, cosa che già la Chiesa accetta da decenni, ma i veri effetti della pillola del giorno dopo, che ha anche effetti abortivi. La decisione dei vescovi tedeschi pare basata su cattiva letteratura scientifica.

    • VITA

    Eutanasia record in Belgio: +25% nel 2012

    Venticinque per cento. Di tanto è cresciuta dal 2011 al 2012 la richiesta di pratiche eutanasiche in Belgio, il secondo paese al mondo dopo i Paesi Bassi ad aver legalizzato questa pratica. A renderlo noto è la Commissione Federale di controllo.