• IL LIBRO

    Il bene comune, un fine che discende dalla legge divina

    Il fine ultimo della legge naturale, come insegnava san Tommaso d’Aquino, è il ritorno dell’uomo al Creatore, dunque la beatitudine eterna. Il fine prossimo di quella stessa legge, emanazione di Dio, è il bene comune. Sul tema fa luce un nuovo volume monografico, edito da ESD con il contributo di vari studiosi e intitolato: “Bonum in communi. Prospettive su natura umana e legge naturale”

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/31

    Scegliere la scuola superiore: istruzioni per l’uso

    È tempo di scelta delle superiori per gli studenti delle medie. La posizione oggi diffusa, secondo cui non bisogna violare la libertà del ragazzo, non regge: a 13 anni un figlio deve ancora essere guidato, per poi assaporare davvero la libertà. Bisogna scegliere il liceo o un’altra scuola? Studiare il latino o no? Ecco alcuni criteri per orientarsi

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Il dramma incancellabile che cambiò per sempre Paolo

    Nella geniale sintesi caravaggesca della Conversione di San Paolo percepiamo tutta la drammaticità di ciò che sta accadendo di fronte ai nostri occhi: un uomo è caduto da cavallo e, sdraiato a terra, leva le braccia verso il cielo. Il fermo immagine di un istante che gli cambierà la vita. Un fatto compiuto e compiuto per sempre, incancellabile. 

    • IL FILOSOFO

    Severino, il nichilista che attaccava il nichilismo

    Si sprecano gli articoli celebrativi su Severino, anche nel mondo cattolico (vedi Avvenire), perché la legge del dialogo ha sostituito quella della disputa. Eppure il filosofo morto il 17 gennaio non proponeva una salvezza dal nichilismo e riteneva nichilista perfino il cristianesimo. Padre Cornelio Fabro, per ammissione dello stesso Severino, ne aveva capito benissimo il pensiero. Facendone una lucida critica in un testo che andrebbe riletto

    • EGEMONIA CULTURALE

    Il vero potere? Ce l’ha la sinistra

    Vincere le elezioni serve a poco se hai contro i media, la maggior parte dei funzionari sono di nomina avversaria, ecc. L’esperienza di Salvini sta lì a ricordarlo. Del resto, dopo 70 anni di applicazione della dottrina gramsciana, le parole d’ordine, l’immaginario e pure gli appoggi internazionali sono di sinistra. E oggi molti prelati vi si adeguano, per convenienza o convinzione.

    • LA FIGURA

    Craxi e la fede, un rapporto poco conosciuto

    Il 19 gennaio è stato il 20° anniversario della morte di Bettino Craxi, che con la fede ebbe un rapporto ricco ma complesso fin dall’infanzia. Da leader del Psi aprì le porte del partito ai cattolici, ma fece anche un discorso contro la linea di Giovanni Paolo II sul referendum sull’aborto. Eppure, poi, firmò il Concordato e imparò a stimare il Papa polacco, mandando a un certo punto in soffitta l’anticlericalismo socialista.

    • IL RICORDO

    Cantoni, l'estremista della verità che non fu mai clericale

    Se in Italia v’è ancora una cultura cattolica, se la prospettiva della regalità sociale di Cristo ha distolto da tanti vaneggiamenti la migliore gioventù anticomunista e anti-sessantottina, è merito suo. Un ricordo di Giovanni Cantoni da chi si definisce ancora oggi un suo figlio spirituale. 

    • IL FILOSOFO

    Scruton ci ricordava quanto conta la bellezza nella civiltà

    Sir Roger Scruton, il filosofo britannico morto la settimana scorsa, era noto per essere un tenace difensore dell’importanza assoluta della bellezza. Dal suo punto di vista, nell'ultimo secolo, tutte le forme d'arte occidentali hanno progressivamente rinunciato al perseguimento della bellezza, soprattutto a causa dell'ateismo

    English
    • L’ANNIVERSARIO

    Fellini, un regista in bilico tra dissoluzione e grazia

    Oggi è il centenario della nascita di Federico Fellini. Il celebre regista non pretendeva di fare catechesi con i suoi film, anche se alcuni hanno visto in lui motivazioni di tipo religioso. Come nel dibattutissimo “La dolce vita”, che anche in ambito cattolico è stato letto in modo diverso.

    • LA MORTE DEL PENSATORE

    Cantoni, bandiera contro il conformismo

    Negli anni del postconcilio Alleanza Cattolica alzò una bandiera nella morta gora del conformismo, interrogandosi su quale strada la Chiesa stesse imboccando e soprattutto interrogando l’Autorità. Giovanni Cantoni amava descrivere quella posizione nei termini di una “opposizione di sua maestà” il Papa, non di “opposizione a sua maestà”.

    • MUSICA SACRA

    Luciano Chailly, il compositore di Paolo VI

    Luciano Chailly, nato 100 anni fa a Ferrara, fu il compositore contemporaneo che meglio seppe interpretare il rinnovamento della musica sacra ai tempi di Paolo VI. Per la sua Missa Papæ Pauli non si è servito della tecnica dodecafonica, caratteristica di molti altri suoi lavori, ma è ricorso a un linguaggio complesso, armonico e melodico.

    • IL BELLO DELLA SCUOLA/30

    Scoprire i propri talenti, via per la felicità

    Quando non conosciamo o non utilizziamo i nostri talenti, li perdiamo, mentre scoprirne anche uno solo e farlo fruttificare è più proficuo che possederne tanti senza adoperarli. Come fare, allora, a scoprirli? Un aiuto ci viene da Dante, Pupi Avati e un padre spirituale di Madre Teresa…