• Governo nel caos

    Il recovery può attendere, l'importante è tenere a casa gli italiani

    Il piano italiano di utilizzo delle (incerte) risorse del Recovery Fund non arriva. In compenso si profilano nuove restrizioni per gli italiani, anche durante le vacanze natalizie, nonostante il netto miglioramento dei dati sulla pandemia. Il Governo, peraltro, sembra più impegnato a gestire gli equilibri interni tra le forze politiche che lo sostengono - non è causale l’insistenza con cui si parla di imminente rimpasto subito dopo la manovra - che non ad affrontare in modo incisivo la crescente disperazione delle categorie produttive.

    • IMMIGRAZIONE

    Rimpatrio vietato se il clandestino è gay, un controsenso

    Da ora qualsiasi immigrato irregolare potrà restare in Italia se si autodichiara omosessuale o trans. Essendo di fatto impossibile una verifica, l'approvazione dell'emendamento voluto dal duo Boldrini-Pollastrini prelude a una valanga di abusi. Dica allora la sinistra che vuole l'abolizione definitiva dei confini.

    • IMMIGRAZIONE

    L'Italia torna il bengodi di clandestini e trafficanti

    La rotta mediterranea verso l'Italia è tornata il canale principale per gli immigrati clandestini e la maggioranza in Parlamento continua a prendere provvedimenti che facilitano l'arrivo di irregolari. La politica migratoria del governo è ormai una minaccia alla sicurezza nazionale.
    - RIMPATRIO VIETATO SE IL CLANDESTINO È GAY, di Tommaso Scandroglio

    • TORNA IL "NAZARENO"

    Forza Italia e la Sinistra, trame per sopravvivere un po'

    Berlusconi ha ormai capito che la legislatura durerà fino alla scadenza naturale e non vuole rimanere ai margini dei giochi di potere. Preferisce far pesare i suoi voti, soprattutto al Senato, e ottenere vantaggi per sé e per le sue aziende, anche a costo di uccidere il centrodestra, che lui stesso ha fatto nascere oltre 25 anni fa.

    • TATTICHE CULTURALI

    Il Partito gay fallirà ma aiuterà la rivoluzione Lgbt

    Fabrizio Marrazzo ha fondato un partito gay radicale. L'idea è simile a quella dei Verdi che sono sopravvissuti solo finché le loro istanze non sono diventate quelle di tutti. Perciò, ora che l'agenda arcobaleno è trasversale, l'idea è tardiva. Anche se servirà a far apparire moderati, in modo che ottengano di più, coloro che procedono per gradi nel diffondere la cultura gender.

    • INCOMPETENZA AL POTERE

    Il governo decide sul Natale ma sbaglia le parentele

    Dalle parole di Speranza, che ha parlato di parenti di primo grado, si capisce che intorno alla tavola natalizia potrebbero sedersi solo mamma, papà e un figlio. In realtà, per gli addetti alla salute pubblica, parenti di primo grado significa erroneamente genitori, figli e fratelli: così lor signori decidono del destino di 60 milioni di italiani permettendosi il lusso di dire castronerie rimanendo impuniti.

    • STATI GENERALI

    Movimento 5 Stelle, quel che resta del grillismo

    Gli Stati generali dei grillini, svoltisi on line, si sono conclusi ieri e hanno decretato la spaccatura tra governisti e duri-e-puri. Nella loro esperienza di governo, prima con la Lega, poi con il Pd, i grillini che volevano "aprire il Parlamento come una scatola di tonno" hanno dovuto rimangiarsi gran parte delle loro promesse. I sondaggi li danno per spacciati e trascinano in basso anche Conte

    • COVID IN CAMPANIA

    De Luca manda in confusione popolazione e governo

    Dopo aver invocato a lungo il lockdown per tutta l'Italia ora protesta contro l'inserimento della Campania nella zona rossa. E chiede le dimissioni del governo. Il governatore campano De Luca è ormai diventato una spina nel fianco del governo.

    • DOPO NIZZA E VIENNA

    Terrorismo islamista: l'Europa si sveglia, l'Italia dorme

    Gli attacchi di Parigi, Nizza e Vienna sembrano aver scosso l’Europa dal torpore del “politicamente corretto”. Ma non tutti i Paesi europei si sono svegliati. L'Italia dorme ancora e infatti è stata esclusa dal vertice europeo in cui si è discusso di terrorismo e immigrazione. Il governo Conte è prigioniero del suo dogma dell'"accoglienza" e non riesce a vedere il pericolo. 

    • CALABRIA NEL MIRINO

    Errori e lottizzazioni, che pasticcio la Sanità alla 'nduja

    L'imbarazzante uscita di scena del commissario alla sanità calabrese Cotticelli, che per giustificare la figuraccia sul piano d'emergenza ipotizza improbabili malori. E ora, al suo posto, l'ingresso di Giuseppe Zuccatelli, trombato in politica, ma piazzato da Leu nonostante gli insuccessi e le gaffe in campo sanitario. 

    • ITALIA SPACCATA IN TRE

    Regioni rosse, ma di rabbia. Ingiustizia chiamata lockdown

    Le misure in vigore da oggi scontentano tutti a cominciare dalle regioni inserite in fascia rossa che sono insorte contro il Governo. Guarda caso, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria sono tutte regioni in mano al centrodestra. Contestano le modalità di determinazione delle aree a basso o alto contagio e quindi i 21 nebulosi criteri che avrebbero ispirato la delibera del Ministro. La disparità di trattamento, ad esempio, tra Campania e Lombardia. 

    • NIZZA E VIENNA

    Gli jihadisti sfruttano i punti deboli dell'Europa

    L'Europa è alle prese con una nuova ondata di attentati, come dimostrano le stragi di Nizza e Vienna. Gli jihadisti sfruttano i nostri punti deboli: uno degli attentatori di Vienna era appena stato scarcerato, dopo una lievissima condanna per terrorismo. E l'Italia non ferma i flussi migratori, nemmeno dopo che l'attentatore di Nizza è risultato essere un clandestino sbarcato a Lampedusa