• IMMIGRAZIONE

VIDEO: Non confondiamo l'ideologia dell'accoglienza con il cristianesimo

E’ lecito per un Paese scegliere gli immigrati da accogliere? Sì, lo è. Anche se questa riposta oggi scandalizza il mondo occidentale. E invece occorre dirlo chiaramente: l'ideologia dell'accoglienza a tutti i costi, finisce per fare più vittime che superstiti. Perchè scegliere, differenziare, dunque regolare l’immigrazione, non è un atto motivato da razzismo o da odio religioso, al contrario, è una decisione dettata dal bene comune. Come spiega il Catechismo della Chiesa Cattolica.

copertina immigrazione

E’ lecito per un Paese scegliere gli immigrati da accogliere? Sì, lo è. Anche se questa riposta oggi scandalizza il mondo occidentale. Ma lo scandalo nasce da una stortura di giudizio alla base: scegliere, differenziare dunque regolare l’immigrazione non è un atto motivato da razzismo o da odio religioso, al contrario, è una decisione che ha a che fare con il bene comune. Viceversa, accogliere tutti, indistintamente, è un atteggiamento privo di realismo che porta a risultati dannosi per chi accoglie e per chi è accolto. A dirlo è il Catechismo della Chiesa Cattolica: “Le nazioni più ricche sono tenute ad accogliere, nella misura del possibile, lo straniero. (…) Le autorità politiche, in vista del bene comune, di cui sono responsabili, possono subordinare l’esercizio del diritto di immigrazione a diverse condizioni…”. Perciò, attenzione a non confondere il cristianesimo con l’ideologia dell’accoglienza a tutti i costi altrimenti si finisce per far più vittime che superstiti.