• MEDIO ORIENTE

    Trump media l'accordo fra Israele ed Emirati

    Annunciato l’accordo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche fra Israele ed Emirati Arabi Uniti, raggiunto grazie alla mediazione statunitense. Si tratta certamente di un evento storico, considerando che gli Emirati sono il primo Stato arabo del Golfo che riconosce lo Stato ebraico

    • NUOVE ALLEANZE

    L'Argentina aiuta la Cina nella corsa allo spazio

    L'Argentina concede l'uso di una base di monitoraggio spaziale alla Cina, utile anche per il programma Marte. L'accordo ha subito suscitato preoccupazione e polemiche con gli Usa, anche perché il programma spaziale cinese, contrariamente a quello dell'Ue, è gestito dai militari

    • DEMOCRATICI

    Kamala Harris, la candidata abortista ed estremista

    Joe Biden ha scelto la sua vicepresidente: Kamala Harris. Di lei si dice solo che è "donna" e "nera" e sono le uniche cose che interessano. Ma, in veste di procuratrice generale della California e di Senatrice, ha dimostrato di essere un'estremista pro-aborto e ultra-progressista su tutti i temi. 

    • ASPIRANTE LEADER

    Sigrid Kaag, simbolo dell’Olanda cattoprotestante

    Si è candidata alla guida di Democratici 66, partito socioliberale e antireligioso. Si fa promotrice della cosiddetta “salute riproduttiva” (aborto) nei Paesi poveri e crede che la fede sia “una questione privata”, ma si dice cattolica. Eppure, le sue posizioni sono inconciliabili con il Catechismo.

    • GUERRA INFINITA

    Via dall'Afghanistan: gli Usa trattano con i Talebani

    Riprenderanno a breve i colloqui fra il governo di Kabul e i Talebani, dopo la scarcerazione degli ultimi jihadisti ancora in carcere. Ma soprattutto a cambiare le carte in tavola sono le trattative riservate fra l'amministrazione statunitense e i Talebani, per riportare i soldati a casa il prima possibile

    • CONTINENTE NERO

    Mozambico, l'emergenza non è il Covid. È il jihad

    In Mozambico la vera emergenza è il movimento jihadista al-Shabaab. Affiliato allo Stato Islamico, arrivato dal Nord, alligna nella provincia settentrionale di Cabo Delgado e lungo la costa. Una piaga anche per il servizio sanitario, allertato per il Covid

    • BIELORUSSIA

    Lukashenko di nuovo presidente, ma stavolta le piazze insorgono

    In Bielorussia, il presidente Lukashenko proclama la sua sesta rielezione di fila dal 1994. La regolarità del voto è universalmente contestata e lo scontro con le opposizioni stavolta è molto duro. La leader democratica, Svetlana Tikhanovskaya, è in esilio in Lituania

    • JIHADISMO IN NIGER

    Massacro volontari francesi, il prezzo dell'impegno

    La Francia continua a pagare un elevato prezzo in vite umane nel Sahel dove circa 6 mila militari, oltre 5 mila dei quali francesi, combattono le diverse milizie jihadiste. Sei volontari dell'Ong Acted sono stati trucidati da terroristi nel Niger, in un parco naturale. Da mesi si registra una recrudescenza del terrorismo

    • IL CANDIDATO DEM

    L’abortista Biden, invotabile per un cattolico

    Il candidato del Partito Democratico alla Casa Bianca ha in passato votato molte misure pro vita. Ma, dopo i lunghi silenzi sul tema al fianco di Obama, ha cambiato rotta, piegandosi alla logica del potere mondano e sposando le posizioni abortiste più radicali.

    • NEO OTTOMANI

    Erdogan punta all'egemonia del Mediterraneo orientale

    Alla ricerca di gas sui fondali del Mediterraneo orientale, la Turchia di Erdogan provoca la Grecia, Egitto e Cipro, ignorando i loro legittimi interessi e muovendosi come se non dovesse chiedere nulla a nessuno. Il tutto approfittando della debolezza europea

    • BEIRUT

    Libano, dopo il lutto scoppia la rivolta contro Aoun

    Libano, dopo il lutto inizia la protesta. E la protesta sfocia subito in rivolta: i manifestanti hanno occupato le sedi dei ministeri. L’esplosione a Beirut, alimenta la rabbia popolare contro gli Hezbollah (che controllano il porto) e il presidente maronita Aoun, ritenuto loro alleato

    • SOCIAL NETWORK

    Twitter e Facebook censurano Trump sul Covid

    Trump chiede la riapertura delle scuole perché i bambini "sono quasi del tutto immuni a questa malattia", cioè al Covid-19. E allora Twitter e Facebook rimuovono il video della sua intervista come "disinformazione" sul virus. Un salto di qualità nella censura imposta al presidente americano che svela tutta la politicizzazione dei social network