• REGNO UNITO

    Il dottor Scott, sorvegliato speciale per la sua fede

    Richard Scott, medico cristiano di 59 anni, ha subìto una nuova indagine per aver condiviso la propria fede con un paziente. Giudicato innocente (la denuncia era anonima), sa che il clima laicista rimane pesante. Eppure continuerà a parlare di Gesù ai malati che non si oppongono, perché questo «aiuta»

    • CRISTIANI PERSEGUITATI

    Il calvario di Huma, rapita e forzata a sposarsi da islamica

    È il 10 ottobre quando la quattordicenne pachistana Huma Younus, cristiana, viene rapita da Abdul Jabbar, musulmano. I genitori sporgono subito denuncia, ma si trovano di fronte al sistema corrotto di un Paese in cui almeno mille ragazze cristiane e indù vengono rapite ogni anno. Intanto, il rapitore violenta Huma, la costringe a sposarlo e a farsi musulmana. Dopo le prime traversie giudiziarie, la famiglia trova il sostegno di Aiuto alla Chiesa che Soffre e il soccorso legale della cattolica Tabassum Yousaf. Che rischia la vita, ma è decisa a portare avanti la battaglia. Il 16 gennaio l'udienza presso l'Alta Corte.

    English Español
    • INDIA

    Causa proteste, gli indù fanno marcia indietro sul "muslim ban"

    Il Partito nazionalista indù (Bjp) è in difficoltà a causa di proteste senza precedenti contro il controverso Emendamento della Legge sulla Cittadinanza, che discrimina i rifugiati di religione musulmana. Anche la Chiesa fa parte del coro delle proteste. 

    English
    • LA POSTA IN GIOCO

    La lotta contro Trump è anche contro il cristianesimo

    William P. Barr, ministro della Giustizia, ci fa comprendere la posta in gioco negli Usa. L'amministrazione Trump difende la libertà di religione, sotto attacco su tutti i fronti. Solo grazie al cristianesimo gli Usa continuano ad essere liberi. L'alternativa è quello dello Stato massimo che si fa religione e sostituisce la sua legge alla legge naturale.

    • IL DECRETO

    Nuovi martiri per una Spagna schizofrenica

    Il Papa ha autorizzato 27 nuovi religiosi uccisi in odio alla fede nel corso della Guerra Civile spagnola portando a 1962 il numero totale dei martiri per Cristo, la persecuzione più numerosa della Storia della Chiesa. Ma la composizione politica attuale è del tutto simile a quella che 80 anni fa portò allo sterminio di tanti cattolici. Così mentre la Chiesa beatifica i suoi martiri, il mainstream culturale e mediatico ancora ritiene che la parte giusta fosse quella dei carnefici.

     

    English Español
    • IL SAGGIO DI FORMICOLA

    Quei cristiani che reagirono all'assalto comunista

    Il libro di Giovanni Formicola sui cristiani che si opposero alle atrocità comuniste in Spagna e Messico negli anni '20 e '30. Con la Cruzada e la Cristiada la società fu in grado di reagire, anche militarmente e di sconfiggere l’avversario. Oggi, i cristiani sono in grado di reagire a “l’assalto al Cielo” considerando anche lo sbandamento pastorale che si manifesta nella Chiesa?

    • GIUSTIZIA IN INDIA

    Finalmente liberi i 7 cristiani innocenti dell'Orissa

    Nel 2008 erano stati accusati dell'uccisione del leader indù Swami Laxmanananda Saraswati, causa del pogrom anti-cristiano nell'Orissa. Da innocenti, hanno passato in prigione 11 anni. Adesso, dopo le prime scarcerazioni in maggio e nell'estate, tutti e 7 i cristiani ingiustamente incarcerati sono stati liberati per ordine della Corte Suprema

    • LA LEZIONE

    Obiezione di coscienza, questa sconosciuta

    Nell’ambito di un seminario alla Cattedra Wojtyla, il professor Mazurkiewicz ha fatto una buona sintesi sull’obiezione di coscienza, che va distinta dalla disobbedienza civile. Le norme (aborto, eutanasia, ecc.) contrarie alla retta ragione, e quindi alla legge di Dio, sono atti di violenza. E parlare di “libertà di coscienza” ha senso solo se la coscienza è davvero libera, cioè se capace di non rinunciare alla verità.

    • JIHAD EDUCATIVA

    Scuole americane, terreno fertile per l'islamizzazione

    È arrivato fino alla Corte Suprema il caso della famiglia di una ex studentessa liceale, Caleigh Wood, che in una scuola pubblica ha dovuto subire un tentativo di indottrinamento all’islam. Ma non è un episodio isolato: si moltiplicano negli Usa i casi in cui le lezioni di storia o studi sociali diventano occasione di esaltare l'islam e denigrare il cristianesimo. Si tratta di una strategia ben precisa, definita "jihad educativa".

    • IL RITORNO DI ZEN

    «Così il Vaticano fa fuori la Chiesa in Cina»

    In una lunga intervista a un giornale online di Taiwan, il cardinale Joseph Zen torna sugli accordi segreti Vaticano-Cina e denuncia le manovre del Segretario di Stato, cardinale Parolin, per ottenere un successo diplomatico a spese dei cattolici cinesi. Con papa Francesco? "Un rapporto meraviglioso, però non risponde alle mie lettere. E tutto va nella direzione opposta ai miei suggerimenti".

    • DIPLOMAZIA E LIBERTA'

    Silenzio sui persecutori. Sindrome Cinese del Vaticano

    "Per quanto tempo ancora il Vaticano rimarrà in silenzio sulla Cina, sulla repressione a Hong Kong e sui rapporti sulle persecuzioni e i campi di rieducazione per i credenti nel resto della Cina?" Se lo chiede Robert Royal, su The Catholic Thing, una lunga analisi sui silenzi vaticani. E sulla sua nuova diplomazia progressista. 

    • XINJIANG

    Una Cina nascosta: le prove dei campi di rieducazione

    La più grande quantità di documenti segreti del Partito Comunista Cinese, finora trapelata alla stampa, mostra al mondo il sistema di repressione messo in piedi da Pechino nello Xinjiang, regione autonoma a maggioranza uigura e musulmana. Ma dai Paesi islamici nessuna protesta. L'islamofobia è un privilegio occidentale?

    DA HONG KONG PARLA JOSHUA WONG