• CORPUS DOMINI

    Tra sputacchi e scaricabarile a rimetterci è la processione

    Il Ministero dà il via libera alle processioni del Corpus Domini di domani. Che però in larga parte non si faranno perché fuori tempo massimo, vista la difficoltà nell'organizzazione e nel far rispettare le regole. I vescovi hanno chiesto per primi regole assurde allo Stato. Come quella di far osservare non un metro di distanziamento, ma due, perché "lo sforzo fisico" della camminata - soprattutto per chi canta - aumenta il getto delle goccioline di saliva. Cei, Cts, Viminale: tutti hanno giocato allo scaricabarile, la nuova tendenza dei rapporti Chiesa-Stato.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Raffaello e il trionfo dell'Eucarestia

    Nella stanza della Segnatura papa Giulio II convocò un giovanissimo Raffaello, all’epoca venticinquenne, che rappresentò l’immagine nota al mondo come La Disputa del Sacramento. Che l'affresco rappresenti una “disputa” è tutto da dimostrare: più che discutere gli astanti sembrano qui adorare il Corpo e il Sangue di Cristo, commossi e stupiti da questo dono gratuito, segno del tenace e persistente amore di Dio per le sue creature.

    • IL COMUNICATO

    La Cei attacca il Ddl Zan, ma non si può criticare a metà

    Il comunicato dei vescovi, pur essendo lodevole, non va alla radice del problema: si deve dire "no" al Ddl Zan non tanto perché non ci sono lacune normative sulla materia o perché sarebbe un attentato alla nostra libertà di parola, bensì perché l’omosessualità non fa il bene della persona e quindi contraddice il bene comune. Non si può dire "no" all’omosessualità solo a metà, solo sul versante giuridico. La Cei infatti più volte è rimasta inerte di fronte alle veglie arcobaleno tenute in molte chiese d'Italia.

    • INIZIO DELLA NOVENA

    «Almeno tu, amami!». Cosa ci chiede il Sacro Cuore

    Il mistero dell’amore di Dio per noi lascia sbalorditi, soprattutto alla luce della nostra ingratitudine. Nelle rivelazioni a santa Margherita Maria Alacoque, Gesù dice alla giovane suora: «Almeno tu, amami!». La devozione del Sacro Cuore richiama essenzialmente il cristiano alla riparazione, supplendo dinanzi a Gesù tante altre anime che non lo amano. Viviamo la novena, che inizia oggi, con questo spirito di salvezza rivelato anche ai santi pastorelli di Fatima.

    • NEL SOLCO DI MARX

    Sinodo tedesco, Bätzing continua la linea delle eresie

    Malgrado il cambio alla guida della Conferenza episcopale, si conferma la deriva suicida della Chiesa in Germania. Il neo presidente, monsignor Georg Bätzing, è intenzionato a rilanciare i temi già emersi a febbraio: ordinazione femminile (magari per strappare il diaconato), benedizione delle coppie omosessuali e delle unioni irregolari, intercomunione. Intanto, mons. Schwaderlapp si ritira dal forum sulla sessualità. Il motivo? Il sinodo vorrebbe imporre una «sessualità polivalente».

    • FUMO DI LONDRA

    "Mani pulite" in Vaticano, primo arresto per reati finanziari

    Arrestato in Vaticano, dopo un interrogatorio, il broker Gianluigi Torzi per le vicende legate all'acquisto dell'ormai famoso immobile di lusso a Londra. L'accusa è di estorsione, peculato, truffa. Uno scandalo che coinvolge la Segreteria di Stato e che promette di fare vittime anche tra i prelati.

    • SOTTOMISSIONE ALL'ISLAM

    Un muezzin canta in Germania con il sostegno della chiesa

    Durante la quarantena la moschea centrale di Duisburg ha ottenuto il via libera dalla città di trasmettere, ogni sera, la chiamata alla preghiera (Adhan). Nello stesso momento la chiesa cattolica più vicina ha voluto esprimere solidarietà al mondo islamico facendo suonare le campane. Ma mentre i cristiani si commuovono, gli islamici mirano ad occupare i loro luoghi di culto come insegnò Maometto. 

    • CHIESA

    Bianchi e Bose, il vero scandalo è non averlo fermato prima

    Tutti a chiedersi cosa sia successo nella comunità di Bose per aver indotto la Santa Sede a intervenire in modo pesante. Ma la vera domanda dovrebbe essere come mai la Santa Sede ha permesso per tanti anni che le tesi eterodosse di Enzo Bianchi circolassero nella Chiesa. E perché un dosssier del 2004 in Vaticano sia stato insabbiato.

    English Español
    • LA RIFORMA

    Trasparenza, il nuovo codice vaticano è nel solco di Pell

    La nuova legge sugli appalti, varata con l’ultimo motu proprio di papa Francesco, sembra avere l’impronta del giudice Giuseppe Pignatone. Centralizzazione, razionalizzazione delle spese, istituzione di un albo per gli operatori economici, impugnabilità degli atti i punti chiave della riforma. Che riconosce implicitamente, a distanza di anni, il lavoro avviato dal cardinale Pell.

    • COSA SUCCEDE NELLO SMOM

    Ordine di Malta, riforma e poi successione

    La centralità delle vocazioni dei professi nella vita dell'Ordine a dispetto di un ridimensionamento: due visioni sul futuro e sul carattere dell'Istituzione a confronto. ll processo di riforma della Carta Costituzionale incoraggiato da Francesco nel 2017, non punta, ad una autonomizzazione dalla Santa Sede né all'annacquamento del suo carattere religioso. 

    • PRESTO SANTO

    Charles de Foucauld, la scoperta di Gesù cambia tutto

    Riconosciuto il miracolo del beato Charles de Foucauld (1858-1916), che sarà dunque canonizzato. Celebre esploratore, per 12 anni perse la fede, fino alla conversione favorita da una preghiera che gli risuonava spesso in mente: «Mio Dio, se esisti, fa’ che io Ti conosca!». Dal suo amore per l’Eucaristia sgorgò quello per ogni uomo. E gli fece desiderare di convertire i non cristiani, musulmani compresi, per «aumentare l’amore e i servitori di Nostro Signore Gesù».

    • BOSE NELLA BUFERA

    Bianchi, la cacciata del guru tra autorità e autoritarismo

    La cacciata del Vaticano di Enzo Bianchi da Bose scoperchia la gestione del profeta della Chiesa progressista in bilico tra carisma e autoritarismo. La stessa accusa che gli venne rivolta nel 2014 nel corso della prima visita apostolica. Ora la creatura dell'ecumenismo è senza il suo, carismatico e potente, fondatore.