• CONTROCORRENTE

    Dalla inkultura del '68 la via al conformismo

    Le affermazioni “politicamente corrette” restano le più diffuse ed evidenti, in ragione del fatto che costituiscono il verbo quotidiano delle persone che hanno una maggiore capacità comunicativa.

    • MEDICINA E FISICA

    Due Nobel che testimoniano la Creazione

    Il Nobel per la Medicina quest'anno è stato assegnato al gruppo di ricercatori statunitensi che ha scoperto il meccanismo che presiede al cosiddetto "orologio biologico" degli esseri viventi. Quello per la Fisica ai primi ricercatori che hanno misurato le onde gravitazionali. Entrambe le scoperte ci parlano di Dio.

    • IL PAPA E IL CLIMA

    Cambiamento climatico, solo un atto di fede

    Cambiamento climatico: gli animi sono divisi, così come lo sono gli scienziati. C’è chi ci crede, c’è chi non ci crede. Gli uomini comuni, non avendo gli strumenti per valutare, scelgono l'una o l'altra tesi in base a un mero atto di fede. Così come il Papa, che non è un addetto ai lavori.

    • ONU

    Sono le politiche del clima a provocare la fame

    Il Rapporto ONU sulla sicurezza alimentare rivela un aumento delle persone malnutrite nel mondo. Aumento delle guerre, rallentamento economico e gli effetti di El Niño (che non c'entrano nulla con presunte cause antropiche le principali cause. Avvenire punta invece il dito contro i cambiamenti climatici. Diversi studi provano al contrario che sono le cd politiche climatiche a provocare povertà e malnutrizione.

    • LA PROVOCAZIONE

    Date il premio Hitler alla Brambilla

    Assolutamente muta quando ad essere nel mirino sono i bambini, l'ex ministro ritrova tutta la sua forza e indignazione quando si tratta di andare in soccorso di qualche animale o c'è da fare campagna - come ora - per abolire la presenza degli animali nei circhi. Merita proprio quel premio (goliardico) creato da Federfauna. 

    • FALSI MITI

    Il fideismo ambientalista confutato da un protestante

    Il teologo Calvin Beisner spiega come la visione biblica dell'uomo trova d'accordo protestanti e cattolici che rifiutano il divorzio fede e ragione, dimostrando che l'empirismo e i dati scientifici combaciano con l'ipotesi di un Dio creatore che ha sottomesso la natura all'uomo. 

    • PRIMO PIANO

    Uragani, inondazioni e pensieri in libertà

    Dalla Florida a Livorno, giorni di devastazione e polemiche. E ovviamente non poteva mancare la solita tiritera sui cambiamenti climatici, a cui si è unito - purtroppo - anche il Papa. In realtà il caso di Livorno dovrebbe mettere in discussione l'attuale sistema di gestione di territori per cui è necessario trasferire i poteri ai Comuni. E negli Usa dovremmo invece guardare stupiti (e imparare) il ridotto numero di perdite umane a fronte di una così grave devastazione. 

    • HARVEY E IRMA

    Quante sciocchezze sugli uragani

    Rispondendo a una domanda sugli uragani il Papa ha definito «stupido e testardo» chi non crede alla teoria dei cambiamenti climatici (causati dall'uomo). La realtà però è ancora più testarda e dimostra chiaramente che non c'è alcun aumento di frequenza e intensità degli uragani. E che l'unico modo per aiutare i poveri è favorire lo sviluppo.

    • INONDAZIONI

    Livorno sott'acqua, una soluzione c'è

    Ancora una volta la piena di un fiumiciattolo ha provocato vittime e gravi danni in una città costiera del nostro Paese. E ancora una volta è rimpallo di accuse. Ma il problema sta all'origine, nella gestione centralizzata inevitabilmente inefficiente. La gestione dei piccoli corsi d'acqua andrebbe lasciata ai Comuni.

    • CATASTROFE

    Dopo Harvey, quale ricostruzione per il Texas

    L’uragano Harvey, per quattro giorni ha devastato le coste del Texas e ha allagato la metropoli di Houston. Il bilancio delle vittime è drammatico: 51 morti. Anche i danni materiali sono ingenti: con 9000 case distrutte e 185mila danneggiate, almeno 70 miliardi di danni. E adesso chi e come si ricostruisce il Texas? Il dibattito è aperto.

    • SCANDALO IN AUSTRALIA

    Riscaldamento globale? Sì, basta truccare i dati

    L’Ufficio meteorologico nazionale avrebbe falsificato le registrazioni delle temperature effettuate nella città di Goulboun. Il motivo? Per accontentare gli oltranzisti del surriscaldamento globale. Sono i contorni di una accusa di frode quella mossa da scienziati e media non compiacenti al Bureau of Metereology.

    • ECOLOGISMO

    «Tanti e obesi»: gli orsi polari smentiscono le previsioni

    Secondo i teorici dei cambiamenti climatici avrebbero dovuto essere vicini all'estinzione, invece la popolazione degli orsi polari è in continua crescita e in ottima forma. Così gli ecologisti, senza ammettere le previsioni sbagliate, già lanciano la nuova propaganda per dimostrare gli effetti catastrofici del riscaldamento globale.

Tweets