• CONTRO L'INNOCENZA

    Luxuria e la guerra fra Dio e il male giocata sui bambini

    Vladimiro Guadagno (Luxuria) è furente perché la puntata di “Alla Lavagna”, dove ha parlato di “bullismo” ai bambini, è stata spostata in seconda serata, «quando i piccoli dormono», mentre «io voglio influenzare la loro mentalità». Tra gender, porno online e pedofilia i minori vengono colpiti nella loro innocenza, affinché il nemico generi una sua nuova creazione, ribelle a Dio. Forse anche per questo, la Chiesa oggi è salvata da tanti santi bambini.

    • IN USA E IN ITALIA

    Allarme: crescono i bambini che abusano di altri bambini

    L’ospedale Children’s Mercy di Kansas City l'anno scorso ha visitato 1.000 piccole vittime di abusi di cui la metà erano state violentate da altri bambini. La colpa è della pornografia online come emerge dai dati: se la tecnologia in generale spaventa anche la Società di pediatria italiana che spiega che «usarla come pacificatore» è un’illusione, il porno da cui vengono adescati può generare mostri.

    • COSA DICE LA CHIESA

    Allarme porno e internet: il convegno in Vaticano

    Il porno via internet è ormai una dipendenza così diffusa per cui durante il convegno vaticano “Droghe e dipendenze: un ostacolo allo sviluppo umano integrale”, si è parlato anche di questo. «Già Paolo VI aveva dato l'allarme, ma la situazione ora è tale che Chiesa e società devono intervenire subito», spiega alla NuovaBQ Tebaldo Vinciguerra, autore di "Pornografia Cosa ne dice la Chiesa?" e fra i fondatori dell’associazione PURI di CUORE.

    • INTERVISTA

    «Sesso e porno mi rovinarono, ma SA e Dio mi salvarono»

    Nicholas S., di Sexaholics Anonymous (SA), spiega alla NuovaBQ quello che ha raccontato settimana scorsa ad un pubblico prima milanese e poi padovano, descrivendo la sua discesa agli inferi della dipendenza sessuale, cominciata addirittura a cinque anni d’età, e la risalita circa quarant’anni dopo. Una storia di ferite e redenzioni, che se riempie di speranza, costringe a non sottovalutare l’ondata pornografica che sta travolgendo i bambini e la gioventù odierna di ogni ceto, razza e religione.

    • USA

    "L'indifendibile" Betsy DeVos contro l'ideologia a scuola

    Se l’amministrazione Trump è odiata dai media, una dei suoi esponenti, in particolare, è presa di mira. È Betsy DeVos, Segretaria dell’Istruzione. La stanno accusando di legalizzare lo stupro nei campus e di pagare diplomifici privati con soldi pubblici. Le accuse sono false. E rivelano piuttosto quale sia il progetto progressista sull'istruzione

    • GENDER IN SCUOLA CATTOLICA

    "La famiglia è una gabbia" Fedeli scrivono al vescovo

    Curiosità di trasgredire, convenzioni contro tabù, ambiente familiare come gabbia, sdoganamento dell'omosessualità. Le incursioni gender nel progetto di affettività Io & tu della scuola parrocchiale di Modena Madonna Pellegrina sono davvero tantissime. 160 fedeli scrivono al vescovo perché intervenga, dopo che quest'ultimo ha ritenuto sufficienti le spiegazioni del parroco.
    -IL PROGETTO PER IL PARROCO E' OK 

    • MODENA

    Gender nella scuola cattolica Tutto ok per il parroco

    Nemmeno le scuole paritarie cattoliche si possono dire immuni dalle infiltrazioni dell'ideologia gender, come dimostra il caso dell’istituto «Madonna Pellegrina» di Modena. Qui, sia nella scuola dell'infanzia che nella primaria, vengono tenuti da diversi anni progetti di educazione all’affettività e all’identità di genere. Il parroco minimizza, ma la curatrice del progetto è amica della preside tanto che il gender è rientrato nel piano di offerta formativa.

    • SUOR ROSALINA RAVASIO

    La droga ti uccide, Dio ti fa risorgere

    Giornata della Bussola, Milano 21 ottobre 2018. Intervista a suor Rosalina Ravasio, fondatrice della comunità Shalom.

    • GENDER

    Trump torna all'ovvio: ripristina maschio e femmina

    L'amministrazione Trump sta cercando il modo di cancellare la gran confusione legislativa che si era creata sotto Obama, in tema di genere. I democratici avevano dato peso alla teoria gender, per cui il genere non coincide con il sesso biologico della persona, con il conseguente caos nell'istruzione, nella sanità, nei bagni pubblici...

    • GENDER

    Terni, se ti insegnano che i soldatini sono rosa

    "Soldatini rosa e bambole azzurre" per "l’educazione emotiva e alla parità di genere tra donne e uomini" nelle scuole elementari. La promotrice, la consigliera Di Lernia (centrosinistra), nega vi sia dell'ideologia gender. L'assessore Alessandrini (Lega) resta perplessa e avverte che fra i promotori ci sono organizzazioni femministe militanti

    • CONTROCCORENTE SI PUO'

    Una scuola vieta i cellulari: «Meglio guardare le stelle»

    I problemi relazionari e scolastici legati allo smartphone e gli allarmi sulla compulsione da iPhone hanno portato il Liceo San Benedetto di Piacenza ad installare un sistema per impedirne l'uso, anche perché la proposta del Ministero dell’Istruzione, di utilizzarli per la didattica non convince i docenti. 

    • SPOPOLA "CHIAMAMI COL TUO NOME"

    I cattocinema senza giudizio, sedotti dal film pederasta

    Non c'è solo il caso dei salesiani di Rivoli. A proiettare l'inno alla pederastia Chiamami col tuo nome anche cinema cattolici sparsi per tutt'Italia e riviste di movimenti: dai Focolarini agli orionini fino all'Antoniano. "Colpa di una mancanza di giudizio sul bene e il male in cui sono immersi certi ambienti cattolici. Il più delle volte per sudditanza culturale e senso di inadeguatezza di fronte al mondo". La parola allo studioso Fumagalli.