• GIOVANI

    Laurearsi in un paese che ha accettato il declino

    In Italia i laureati sono pochi, difficilmente trovano lavoro e quando lo trovano sono retribuiti peggio che nel resto d'Europa. Perché le imprese sono sotto-capitalizzate. La spesa pubblica aumenta, ma gli investimenti pubblici e privati si riducono. I laureati emigrano. Lavoratori sempre meno qualificati immigrano.

    • USA E NON SOLO

    Il revival del carbone, vittima dei pregiudizi climatici

    Negli Usa l'amministrazione Trump ha cancellato la politica energetica di Obama e rilanciato il carbone. In Cina e in India l'industria del carbone è sempre in espansione. In Europa no. Continua la demonizzazione di una fonte energetica economica ed efficiente. Ne parliamo con Rinaldo Sorgenti (Assocarboni).

    • TASSE

    Una Finanziaria per illudere giovani e famiglie

    La promessa è sempre la stessa: fare una manovra che punti a crescita e lavoro per i giovani. Ma in concreto mancano le coperture per scongiurare l'aumento dell'Iva, si aumenta il deficit con troppa leggerezza, si spingono aziende sull'orlo del fallimento col pagamento anticipato dell'Iva.

    • ANTITRUST

    L'Ue contro lo shopping fiscale dei colossi del Web

    I giganti dell’economia digitale tremano. Perché l'Ue ha sanzionato Amazon, dopo aver preso di mira Apple, che si spostano nei paesi in cui pagano meno tasse possibili, come Lussemburgo e Irlanda. L'Ue, su questo, è compatta: si va verso regole uniformi sul piano fiscale per i colossi del Web.

    • IL LIBRO

    Dai bisogni dell'economia a quelli dell'uomo

    E’ la seconda volta che Paolo Gambi intervista Ettore Gotti Tedeschi. Mammona. Basta una Ferrari per dirsi ricchi? E' l'occasione per trattare, in modo facile e comprensibile a chiunque i meccanismi dell’economia e della finanza. Che sono mezzi e non possono in alcun modo diventare fini.

    • CONCORRENZA AEREA

    Ryanair è stata rieducata dal libero mercato

    Ryanair non è mai stata amata dalla critica. Ma ha contribuito più di altre compagnie aeree a rivoluzionare il settore, abbassando i prezzi dei voli, alla portata di tutti. Però così come il mercato libero ha premiato la compagnia irlandese, così adesso la sta punendo: i piloti "volano" verso offerte migliori.

    • FRANCIA

    Fincantieri-Stx, una sconfitta mascherata da vittoria

    Dopo mesi di contenzioso, Macron riconosce a Fincantieri il possesso del 50% dei cantieri navali francesi sull'Atlantico, più il controllo per 12 anni. L'Italia canta vittoria. Ma è una sconfitta per noi e per il diritto commerciale. Ecco perché...

    • GOVERNO LADRO

    Date a Cesare tutti i vostri contanti

    “Dobbiamo porci il problema di come aggredire il contante che è presente nelle case degli italiani”. Lo ha detto Maria Elena Boschi a un evento dal titolo eloquente: “A Cesare quel che è di Cesare”. Tenere denaro contante è diventato reato? Ne parliamo con Maurizio Milano, esperto di finanza.

    • IL RAPPORTO

    Nuovi schiavi: uno su quattro è un bambino

    L’Organizzazione internazione del lavoro, la fondazione Walk Free e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni il 19 settembre hanno presentato due documenti all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Le vittime di forme moderne di schiavitù sono 5,4 ogni mille abitanti. Uno su quattro è un minore.

    • FRANCIA

    Il nuovo nazionalismo passa dai cantieri francesi

    Il presidente Macron non è diverso dai suoi predecessori. Pone sempre l'interesse nazionale francese al di sopra del mercato, dell'Ue e degli accordi internazionali. La sua nazionalizzazione dei cantieri di Stx France, perché non finiscano in mani italiane, conferma una tendenza politica seguita dalla Francia nel lungo periodo.

    • INPS E RETORICA

    No, gli immigrati non ci pagheranno le pensioni

    "Gli immigrati ci pagheranno la pensione". No. La frase di Boeri ha suscitato scandalo e proteste dall'opposizione, non solo perché è retorica, ma perché è falsa. Matematicamente falsa. I numeri dimostrano come gli immigrati, anche quelli regolari che pagano i contributi, sono più un costo che un beneficio per la previdenza. E in futuro andrà peggio, perché i richiedenti asilo sono in aumento e dipendono interamente dalla carità privata e pubblica degli italiani.

    • CAPITALE A SECCO

    Roma muore di sete a causa degli sprechi

    Roma con l’acqua razionata. Otto ore di stop dei rubinetti a zone alterne. Nemmeno ospedali e pompieri saranno risparmiati e parliamo di un caldo fine luglio. Sono scene da panico, da tempo di guerra. Come è possibile, nella capitale dell'Impero degli acquedotti? Il governatore del Lazio dà la colpa al riscaldamento globale (e quindi a Trump). Ma dietro a questa strana emergenza c'è una lunga storia di mala gestione, sprechi idrici, mancati investimenti.