a cura di Stefano Fontana
    • GAY PRIDE

    Il vescovo di Vicenza, il non giudicare e la DSC

    • 18-06-2019

    Se applicassimo le indicazioni del vescovo di Vicenza sul gay pride («Non giudicare») dovremmo dichiarare “chiusa per demolizione” la Dottrina sociale della Chiesa.

    • IL CASO

    Non strumentalizziamo la Pentecoste

    • 11-06-2019

    Anche quest’anno alla Festività della Pentecoste, celebrata domenica scorsa, si è assistito ad una sua interpretazione politica.

    • LA CHIESA DI OGGI

    Le dita nelle nostre piaghe

    • 10-06-2019

    Con la proposta di un esame di coscienza l’Arcivescovo Crepaldi ci invita a mettere le dita nelle nostre piaghe.

    • IL LIBRO

    La teologia della creazione vive e lotta insieme a noi

    • 05-06-2019

    Da tempo nella teologia cattolica c’è il vuoto della teologia della creazione a causa della teologia di Karl Rahner e la filosofia esistenzialistica. Un libro spiega che è ancora valida. 

    • DERIVE

    La nuova pastorale sociale come agenzia di intermediazione

    • 24-05-2019

    La pastorale sociale propsta dalla rivista dei Gesuiti è senza Cristo, riduce la Chiesa ad agenzia sociale, la espone alle ideologie, la concentra sui metodi anziché sui contenuti, ne orizzontalizza l’operato cessando di essere evangelizzazione per diventare umanesimo, interpreta il conflitto sempre come positività da mediare, non ammette dei mali intrinseci nei cui confronti non esiste mediazione possibile, collabora con tutto e con tutti e, nel cercare l’unità nella diversità, finisce per accettare ogni diversità, anche quelle inaccettabili.  

    • CREPALDI

    Europeismo come ideologia, parola al vescovo

    • 22-05-2019

    In vista del voto per il Parlamento dell’Unione Europea di domenica prossima 26 maggio proponiamo alla riflessione alcuni passaggi della Lectio magistralis tenuta dall’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi a Milano il 6 aprile scorso in occasione della Giornata della Dottrina sociale della Chiesa.

    • TEMPI MODERNI

    Dimmi che parole usi e ti dirò in cosa credi

    • 16-05-2019

    Le parole esprimono i concetti. Quando non si usa più una parola è perché non si considera più vero ed attuale il concetto corrispondente. Quando si usano nuove parole è per far passare nuovi concetti. Così dal magistero sono scomparse: adulterio, castità e disordine. 

     

    • PAROLE PER CAPIRE

    Potere, autorità, sovranità, regalità: facciamo chiarezza

    • 12-05-2019

    Ci sono quattro concetti della Dottrina sociale della Chiesa che stanno tornando di uso frequente, date anche le polemiche su sovranismo e globalismo. E quattro parole sono le seguenti: potere, autorità, sovranità, regalità. Può essere utile riprenderle in esame per verificare se ci possono essere di aiuto nel momento presente.

    • LA REINTRODUZIONE

    Educazione civica, nuova religione civile

    • 07-05-2019

    Capire la reintroduzione dell'educazione civica nel sistema scolastico alla luce della dottrina sociale. Il rischio di una religione civile e di uno Stato etico.

    • NUOVI PARADIGMI

    Fare e poi ricevere: il caso Cl alle Europee

    • 30-04-2019

    Il documento di Cl sulle Europee non contiene nessuna parola che ne indichi la provenienza cattolica. E' frutto della "moda" attuale di annunciare prima e poi stabilire chi e cosa si annuncia, prima si evangelizza e poi (non prima) si scoprono i motivi e i criteri per evangelizzare.

    • IL FESTIVAL BIBLICO

    Bibbia, un pretesto per andare d'accordo con tutti

    • 26-04-2019

    Nelle 16 pagine del programma del Festivan biblico neanche un accenno alla dottrina sociale della Chiesa. Eppure c'è di tutto: dalla discesa dell'Adige in gommone agli onnipresenti Enzo Bianchi e Ravasi. La pretesa del biblicismo e l'assenza di un corpus filosofico e teologico. 

    • GLI APPUNTI EMERITI

    Benedetto XVI invita a rifare la Storia della DSC

    • 18-04-2019

    Le Note scritte da Benedetto XVI sulla crisi della Chiesa a seguito dello scandalo della pedofilia sono molto interessanti per illuminare anche la Dottrina sociale della Chiesa. Questa, come chiarito da Giovanni Paolo II, fa parte della teologia morale, e le riflessioni di Benedetto XVI sono appunto relative alla teologia morale. La Dottrina sociale della Chiesa ne è perciò coinvolta: la crisi della teologia morale – il suo “collasso”, come dice Benedetto XVI – provoca anche la crisi della Dottrina sociale della Chiesa.