• LO SPLENDORE CHE CI TRASCENDE

    Grothendieck, matematico alla ricerca di Dio

    Non sono le soddisfazioni, il successo o i soldi a mancare ad Alexander Grothendieck, l'Einstein della matematica. Eppure il matematico ha il cuore inquieto, non sazio della pura scienza: ha bisogno di (un) Altro per trovare pace. Lo splendore che ci trascende di Francesco Agnoli.

    • UNA CONVERSIONE IGNOTA

    Dalla rivista illuminista spunta un Voltaire cattolico

    Il cattedratico Carlos Valverde si è accorto dalla lettura di una rivista illuminista che il celebre filosofo anticattolico Voltaire, morì nelle fede. Ma l'intellighentia giacobina che lo eresse a vate, si "dimenticò" sempre di questo piccolo dettaglio.

    • LA LETTERATURA NELLA GRANDE GUERRA/2

    Alla ricerca delle stelle oltre la nebbia

    Ungaretti è da sempre animato da questo desiderio sincero di andare nella profondità delle cose. La sua poesia vuole raccontare la scoperta della realtà e della verità. La poesia è come un inabissamento nella profondità del mare alla ricerca della verità e del senso della realtà. Il poeta desidera trovare le radici della storia, della civiltà, della vita, vuole cogliere l’essenziale delle cose.

    • ITINERARI DI FEDE

    La pieve di S. Pietro di cui Maria è Madre e icona

    Sulle colline moreniche a nord ovest di Conegliano in quel di Feletto sorge la pieve di San Pietro, la più antica delle trentasei in cui si articolava la diocesi di Treviso. L’edificio, trasformato intorno all’anno Mille, fu successivamente ampliato fino a raggiungere l’aspetto attuale nel corso del XVI secolo.

    • IL LIBRO

    Le intuizioni dimenticate della destra Dc

    Giuseppe Brienza, nel suo Cattolici e anni di piombo ripercorre la storia di tre riviste cattoliche uscite in Italia tra il 1954 e il 1975, tre riviste che furono importanti quanto a contenuti e firme e che si situarono, nella loro difesa della Tradizione, alla destra della Dc.

    • GRANDE GUERRA E LETTERATURA/I

    Ungaretti e la «fraternità degli uomini nella sofferenza»

    Il nuovo percorso letterario della Nuova BQ: un viaggio tra gli scrittori e i poteti che hanno parlato, documentato, cantato o anche solo vissuto la grande guerra. Si inizia con Ungaretti 

    • ITINENARI DI FEDE

    San Salvatore, una chiesa per sconfiggere gli ariani

    La chiesa di Gesù Salvatore a Pavia. Dopo la conversione del vescovo Anastasio, era stata sconfitta l’eresia ariana e la costruzione della nuova chiesa intendeva concretamente affermare, attraverso questo generoso atto di fede del sovrano, la regalità di Cristo.

    • MARTA DELL'ASTA

    Pesanti eredità. Cosa resta di Marx e Lenin

    Russia. Le celebrazioni del 7 novembre sono state in sordina e non ufficiali. L'opposto della parata del 9 maggio, quando si festeggia la vittoria (sovietica) sul nazismo. E' una delle tante contraddizioni del presente. Cosa resta di quella rivoluzione? Ne parliamo con Marta Dell'Asta, Fondazione Russia Cristiana.

    • GABRIELE KUBY

    Rivoluzione sessuale, una libertà impazzita

    «Il demonio aiuta la sua gente, ma poi viene a prenderla» recita un motto bavarese. Una sociologa bavarese, Gabriele Kuby, in La rivoluzione sessuale globale, dimostra come un'idea di libertà assoluta si traduca nella distruzione di tutte le libertà e spiani la strada a un nuovo totalitarismo.

    • 100 ANNI DALL'OTTOBRE ROSSO

    Oggi nel 1917, il comunismo sovietico nacque dal terrore

    Centesimo anniversario della presa del potere di Lenin in Russia. Iniziava la storia del comunismo al potere, con un atto di violenza militare contro la nascente democrazia russa. E fu subito terrore. L'atto di nascita del potere più letale della storia viene tuttora mitizzato. Prima di tutto chiamandolo "rivoluzione", cosa che non fu.

    • GENOCIDIO ARMENI

    Anche i turchi seguono la legge naturale

    Un armeno, nipote di un sopravvissuto al massacro di un secolo fa, raccoglie in un libro le testimonianze dei tanti "giusti" turchi che si ribellarono al genocidio. A dimostrazione che c'è un senso di giustizia che Dio ci ha impresso nel cuore.

    • JAMES SCHALL

    Un gesuita difende il capitalismo, per i poveri

    Padre James V. Schall è un americano novantenne, sacerdote cattolico gesuita, filosofo e scrittore. In Il giusto modo di sconfiggere la povertà (Fede&Cultura, 2017) mette in rispettosa discussione critica tutte le tesi che abbiam sentito affermare in questi quattro anni, su povertà, capitalismo e ambientalismo.